Juan Marsé

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Juan Marsé

Juan Marsé Carbó (1933 – vivente), scrittore spagnolo.

Citazioni di Juan Marsé[modifica]

  • [Sul referendum indipendentista della Catalogna del 1° ottobre 2017] Io avrei lasciato votare senza intervenire, però le violenze della polizia sono state gonfiate dalla propaganda. Pestaggi alla maniera franchista? Non scherziamo. A Parigi, durante le manifestazioni per un'altra indipendenza, quella algerina, io le ho viste le vere cariche dei poliziotti.[1]
  • Una volta da ragazzino andai a vedere Il segno di Zorro... Sa, il film con Tyrone Power, regia di Rouben Mamoulian. [...] A un certo punto il cattivo, che era interpretato da Basil Rathbone, viene presentato come "un ex maestro di scherma a Barcellona". Sentendo la parola "Barcellona" noi mocciosi ci rizzammo tutti sulle poltrone con un brivido. Ci davamo di gomito: ha detto "Barcellona"? Davvero l'ha detto? Non potevamo crederci. Fino a quel momento eravamo convinti di non esistere.[1]
  • Vivevano ancora nel mito del grande sciopero generale che avrebbe rovesciato la dittatura. Però a tredici anni io ero andato a lavorare nel laboratorio di un orefice dove c'erano altri trenta operai e sapevo quali erano le loro vere aspirazioni. Non sognavano la rivoluzione, ma di comprarsi un soprabito, un orologio, una Seicento...[1]

Note[modifica]

  1. a b c Citato in Marco Cicala, Lo scrittore Juan Marsé: "La mia Barcellona terrona è diventata una borghese fuori di testa", Rep.repubblica.it, 15 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica]