Julian Halevy

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Julian Halevy, nato Julian Zimet (1918 – ?), scrittore e sceneggiatore statunitense.

Incipit di Giovani amanti[modifica]

L'aveva vista per la prima volta nella stazione ferroviaria sotterranea tra la Cinquantatreesima strada e Lexington Avenue e, in seguito, quando pensava a come tutto si era svolto, si stupiva che un incontro così importante, probabilmente il più importante che avrebbe mai avuto, fosse stato così casuale.
Era accaduto perché aveva deciso di prendere l'autobus che, attraversando Manhattan, va al Greenwich Village, dove egli abitava uno studio con altri due studenti; ma aveva perduto l'autobus. L'aveva visto filar via proprio mentre girava l'angolo, sotto la pioggia e, piuttosto che aspettare il prossimo e inzupparsi le scarpe, che avevano bisogno di essere risuolate, era andato a prendere la sotterranea. Camminando verso la stazione degli Indipendenti, pensò che sarebbe stato prudente evitare di prendersi un raffreddore, dato che l'esame di matematica era prossimo; ma aveva i piedi ormai così bagnati che a ogni passo l'acqua gli sprizzava dalle scarpe.

Bibliografia[modifica]

  • Julian Halevy, Giovani amanti (The Young Lovers), traduzione di Deda Muraro, Ugo Mursia & C. 1965.