Lars Kepler

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndoril

Lars Kepler pseudonimo dei coniugi Alexandra Coelho Ahndoril (1966 – vivente) e Alexander Ahndoril (1967 – vivente), scrittori svedesi.

Incipit de L'esecutore[modifica]

Penelope Fernandez ha un brivido lungo la schiena. D'un tratto il cuore le batte più veloce, e lei si guarda di scatto alle spalle. Forse proprio in quell'istante ha un presentimento di quanto accadrà quel giorno.
Nonostante il caldo che c'è nello studio, Penelope prova una sensazione di freschezza in viso. Le è rimasta addosso dal momento del trucco. Le hanno picchiettato sulla pelle la fredda spugnetta della cipria e tolto il fermaglio con la colomba della pace dai capelli, pettinati con una mousse che fissa i ricci quasi fossero stelle filanti.

L'uomo della sabbia[modifica]

Incipit[modifica]

È notte fonda, dal mare arrivano folate di neve. Un ragazzo avanza sopra un alto ponte ferroviario in direzione di Stoccolma. Ha il volto incolore, come vetro appannato. I suoi jeans sono duri di sangue congelato. Cammina in mezzo ai binari, scavalcando le traversine.

Citazioni[modifica]

  • È da tanto tempo che la vita mi ha abbandonato. Non ho paura di niente. Non temo il dolore... né la solitudine o la tristezza. (p. 79)
  • «Ma io cerco la verità» disse Joona, con intenzionale candore. «Quella non c'è bisogno di cercarla. È come la giustizia o gli dei. Si scelgono secondo necessità.» (p. 79)
  • Non sa come spiegare il deserto che ha dentro, non sa come dire che per lui il presente, ogni azione che compie, è solo un brancolare a casaccio alla ricerca di qualcosa che lo faccia sopravvivere per il minuto successivo.
  • È solo a posteriori che si riescono a vedere i propri errori, e alcuni sono cosi dolorosi da provocare il disprezzo di sé.

Bibliografia[modifica]

  • Lars Kepler, L'esecutore, traduzione di A. Bassini, Monica Corbetta e Barbara Fagnoni, Longanesi, Milano, 2010. ISBN 978-88-304-2899-7
  • Lars Kepler, L'uomo della sabbia, traduzione di Carmen Giorgetti Cima, Longanesi, Milano, 2013. ISBN 978-88-304-3424-0

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]