Laura Balbo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Laura Balbo nel 2016

Laura Balbo Ceccarelli (1933 – vivente), sociologa e politica italiana.

Citazioni di Laura Balbo[modifica]

  • I genitori di oggi non possono utilizzare i modelli del passato e ne devono inventare di nuovi. Il solo fatto di avere uno o due figli rispetto a quando se ne avevano tanti modifica i rapporti, cambia gli equilibri. I metodi 'tradizionali' certo non sono adeguati. Vedo in molti genitori disponibilità al confronto e capacità di cogliere i cambiamenti; dunque potenzialità, una varietà di possibili risorse. Ci sono esperienze nuove che possono portare a ridefinire, a sperimentare, a cambiare.[1]
  • La scuola dovrebbe attrezzarsi per dare strumenti per vivere quello che viene definito come il lifelong learning, cioè l’imparare continuamente nel corso della vita. Non si impara solo nel percorso scolastico, tutto ci cambia intorno in modo rapido. Occorre apertura mentale per dare strumenti, stimolare la curiosità, avere la capacità di andare a vedere cosa avviene, come ci si organizza in altri contesti. Andare a vedere come gli altri li fronteggiano, e non solo in Europa, non può che essere positivo. Si dovrebbe tenere presente che siamo un "piccolo frammento" in un mondo che si muove, sperimenta, trova soluzioni; e che i grandi cambiamenti ci riguardano tutti.[1]
  • Occorre capire che la società non cambia perché arriva una formula, o un’idea che risolve tutto (o quasi). Bisogna essere consapevoli della complessità della fase attuale, ma anche di risorse e aperture.[1]
  • [Sulla necessità di riformare la scuola] Qualche tentativo c’è stato, ma è stato sovrastato dalle resistenze al cambiamento, dagli interessi a non modificare la situazione. Le eccellenze e le buone esperienze ci sono, ma non bastano e rimangono confinate, minoritarie, poco visibili. Per cambiare ci vuole coraggio. Il sistema scolastico tende alla conservazione esattamente come altri settori della società italiana. Considerata la realtà del nostro paese, sarebbe stato eccezionale, per un apparato consolidato e non facilmente modificabile, adeguarsi ai cambiamenti. Siamo un paese complicato, con profonde diversità, nei contesti e nelle risorse disponibili. Bisogna continuare a riflettere su quel che si potrebbe fare, evitando errori.[1]

Note[modifica]

  1. a b c d Dall'intervista di Tiziana Bartolini, Lo sguardo oltre i confini, noidonne.org, 3 agosto 2016.

Altri progetti[modifica]