Mafia: The City of Lost Heaven

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Mafia: The City of Lost Heaven

Immagine Logo Mafia.svg.
Titolo originale

Mafia: The City of Lost Heaven

Sviluppo Illusion Softworks
Pubblicazione Gathering of Developers
Anno 2002
Genere sparatutto in terza persona
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 2, Xbox
Seguito da Mafia II

Mafia: The City of Lost Heaven, videogioco del 2002.

Frasi[modifica]

  • Come diceva mia madre "Le vie del Signore, sono misteriose." (Thomas Angelo)
  • Spaccategli tutte le ossa, e lasciateli in terra in una pozza di sangue. Quei bastardi dovranno andare in giro sulla sedia a rotelle. E i bambini ridono di fronte ai loro musi ammaccati! (Don Salieri)
  • [Missione 21 - La Morte dell'Arte]
    [ Dopo che Tommy apre la porta dell'appartamento di Paulie]
    Oh, Cristo! Paulie! Paulie! I soldi, dove sono i soldi! Merda, non c'è più niente... ah, mi sembra un incubo! (Tommy Angelo)
  • Sapete, il mondo non è governato da leggi scritte, ma dalle persone. Alcune seguono le leggi e altre no. Dipende da ciascun individuo come sarà il mondo, da come lo crea. E ci vuole anche un bel po' di fortuna, per evitare che qualcuno ti renda la vita un inferno. Non è facile come ti insegnano alle elementari. Ma è giusto avere dei solidi valori e rispettarli. Nel matrimonio, nel crimine, in guerra, insomma sempre e dovunque. Io ho fallito. Come Paulie e Sam. Aspiravamo a una vita migliore, ma in fondo eravamo peggiori della maggior parte della gente. Sapete, credo che sia importante mantenere l'equilibrio. Già, l'equilibrio, è la parola giusta. Perché chi vuole troppo rischia di perdere assolutamente tutto. Certo, chi vuole troppo poco dalla vita, rischia di non ottenere assolutamente nulla. (Thomas Angelo)

Dialoghi[modifica]

  • [Missione 8 - Il prete e la puttana]
    [Dopo che Thomas Angelo uccide tutti i nemici dentro la chiesa]
    Prete: Oh, sono io, figliolo, non sparare, sono disarmato... Che cos'hai fatto, figlio mio? Tanto dolore per nulla! Dio è misericordioso, ma questo è terribile... Non sai che l'omicidio è il peccato più grave?
    Thomas Angelo: Lo so, padre... ma è come se tutto si fosse infangato. Devo aver sbagliato qualcosa...
    Prete: Troppa gente è morta senza motivo. Potevano fare ancora molto in vita.
    Thomas Angelo: Padre, quelli erano criminali, truffatori, assassini. Quello nella bara lì davanti voleva violentare la mia ragazza. Forse Dio voleva che accadesse. Molta gente vivrà meglio a partire da oggi.
    Prete: ...sì, le vie del Signore sono insondabili... Che mi dici di te? Riesci a guardarti in faccia? Le tue mani sono macchiate di sangue per sempre.
    Thomas Angelo: Questo lo so, padre...
    Prete: Guarda qui! Che disastro! Dovremo riconsacrare la chiesa! Ci sono buchi ovunque! Come faranno i miei parrocchiani! E io cosa farò?
    Thomas Angelo: Questo potrebbe aiutare? [Dando del denaro al prete] Preghi per la mia anima, padre. Ne avrò bisogno.
    Prete: Lo farò, figliolo, non dubitarne.
    Thomas Angelo: A proposito, padre... la sua predica su Billy... Chissà che cosa ne pensa la sua coscienza... Billy era una canaglia, non ha mai fatto niente di buono in vita sua...


  • [Missione 20 - La morte dell'arte]
    [Dopo che Sam spara una piccola raffica di proiettili con il Thompson a Thomas Angelo]
    Sam: Merda... ehi.... la situazione si ripete Tom... e come al solito non sai decidere...
    [Thomas Angelo spara un colpo di Colt 1911 a Sam]
    Sam: Ooh, c'è... l'hai fatta, ma ti troveranno lo stesso. Salieri ti prenderà... si fidava di te idiota... ma sei pericoloso... e Paulie... è morto... non era... sicuro che avresti perdonato la sua morte. Dovrai nasconderti come un cane. E un giorno ti scoveranno come è successo con Frank
    Thomas Angelo: L'hanno trovato?
    Sam: Gli hai solo allungato la vita ma alla fine lo hanno beccato lo stesso... E Frank era l'unico vero amico del Don. L'amicizia non vale un cazzo.
    [Thomas Angelo uccide Sam sparando alcuni proiettili con una Colt 1911 su di lui]


    [Thomas Angelo seduto al bar con il Detective Norman]
    Detective Norman: Così sei stato ancora tu. Hai distrutto tu la collezione di quadri che valeva milioni di dollari?
    Thomas Angelo: Non lo avevo previsto ma è andata a finire cosi
    Detective Norman: E allora? Questo è tutto?
    Thomas Angelo: Me ne andai alla svelta, non fu facile, ero davvero in pericolo ma me la cavai. Presi mia moglie e mia figlia e lasciai immediatamente il paese. Sam aveva ragione: se avevano trovato Frank in Europa e se si erano vendicati dopo quasi cinque anni dalla sua fuga... non mi avrebbero lasciato scappare dopo averli traditi.
    Detective Norman: E hai intenzione di raccontare in tribunale quello che hai detto a me? Fornendo prove contro quella gente... Non credi che la tua situazione diventerebbe ancora peggiore? Quello che hai intenzione di fare non è delazione, è alto tradimento
    Thomas Angelo: Se finiscono in galera o ancora meglio nel braccio della morte non riusciranno a vendicarsi o almeno non così facilmente. Intendo testimoniare contro di loro se mi assicurate protezione e al termine del processo una nuova identità per me, mia moglie e mia figlia.
    Detective Norman : Se arriviamo fino in fondo... sarà la battaglia legale più grossa mai vista in questo paese. La proposta è allettante. Non so se sia morale aiutare uno come te, ma il gioco vale la candela. Vi aiuteremo...
    [Si vedono tutte le prime pagine dei giornali relativi alla mafia]


    [Thomas Angelo in cella, pensa o parla (non ci sono deduzioni o prove per capire se stesse parlando o pensando)]
    Thomas Angelo : Andò tutto liscio fino al processo. Restai nella mia cella a stilare una testimonianza contro quelli con cui avevo lavorato. Gente di cui ero amico da dieci anni. Il processo provocò una forte reazione in tutto il paese. Salieri ebbe l'ergastolo e alcuni dei suoi finirono perfino sulla sedia... la condanna più lieve fu di otto anni... e io trascorsi tutto il tempo in cella in una località segreta, senza visitatori. Non riuscìi a vedere Sarah o mia figlia per tutto il tempo, ne valse la pena. Ottenemmo delle nuove identità e ci trasferimmo all'altro capo del paese. Io mi trovai un nuovo lavoro come autista... iniziammo una nuova vita. La tranquillità venne interrotta solo dalla guerra ma la superammo...


    [Mentre Thomas Angelo innaffia il prato, Vittorio Antonio Scaletta e Joe Barbaro scendono da una Bolt Thrower (Bolt Thunderbolt in Mafia 2) e gli si avvicinano.]
    Vittorio Antonio Scaletta : Thomas Angelo?
    Thomas Angelo Uhm... si?
    Vittorio Antonio Scaletta: Don Salieri ti manda i suoi saluti...
    [Joe Barbaro prende il fucile a canne mozze sotto la giacca (fucile a pompa in Mafia 2) e spara a Thomas Angelo, che muore sul colpo.]

Altri progetti[modifica]