Margaret Halsey

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Margaret Halsey (1910 – 1997), scrittrice statunitense.

Piccolo mondo inglese[modifica]

Incipit[modifica]

Le mie nozze non furono interessanti. Il giorno del mio matrimonio avevo l'orticaria ed una febbre altissima, così che fui sposata sotto l'azione delle medicine e subito dopo tornai a letto e aprii una scatoletta nuova di Kleenex. Tutto questo mi sembra tanto lontano! Ma ora Henry ha uno scambio con un professore di un piccolo collegio del Devonshire e domani partiamo sul Britannic per andar a passare dodici mesi in Europa. Henry è tranquillo. È stato in Europa già parecchie volte ed è calmo come un piatto di gelatina in una immobilità assoluta.

Citazioni[modifica]

  • La placida semplicità dell'ospitalità inglese fa risaltare un po' penosamente quei pranzi americani in cui il personaggio principale occupa tanto posto che quasi non ne rimane più nella stanza. (p. 36)
  • La qualità della conversazione inglese è di essere dissossata, così che, almeno per quanto ne ho udito io, essa è tutta forma e niente contenuto. (p. 36-37)
  • L'umiltà non è il mio forte, e quando rifletto per un certo tempo ai miei difetti, essi mi sembrano man mano divenire cosette lievi, innocue, quasi graziose e affatto simili ai difetti altrui. (43-44)

Bibliografia[modifica]

  • Margaret Halsey, Piccolo mondo inglese (With Mailce Toward Some), traduzione di Giuseppina Ripamonti e Maria Zoppi, Corbaccio dall'Oglio Editore, Milano 1940.

Altri progetti[modifica]