Maria Selvaggia Borghini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Maria Selvaggia Borghini (1656 – 1731), poetessa italiana.

Citazioni di Maria Selvaggia Borghini[modifica]

  • Abito eletto e sovra ogni altro altero, | che l'interna bellezza orni e non celi, | in cui par che Natura altrui riveli | dell'eterno soggiorno il Bello intero: || s'io rivolgo talor l'occhio, o 'l pensiero | in ciò, che in te ripose il Re de' Cieli, || veggio come a Mortai chiaro si sveli | del gran poter di lui l'Immenso e 'l Vero. || Onde se un fia, che l'età futura | in carta legga quanto ha il Ciel raccolto | nella tua rara angelica figura; || dirà colma di duol: misero e stolto | Mortale, or chi ti guida e t'assicura | se a te vedere il vero lume è tolto?[1]

Citazioni su Maria Selvaggia Borghini[modifica]

  • Nella vulgare poesia si rese somma, ornandola quando d'alte nobili idee e di elevati filosofici pensieri con virilità di stile descritti, quando di care soavi immagini e di dolcissimi affetti, all'amenità congiunti di nitido e facile dire. (Ginevra Canonici Fachini)

Note[modifica]

  1. Da Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte. Sulla XV edizione veneta espurgata ed accresciuta d'altre rime de' più celebri arcadi di Roma, vol I, Napoli, 1833, p. 70.

Altri progetti[modifica]