Mario Botta

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Mario Botta nel 2016

Mario Botta (1943 – vivente), architetto e scultore svizzero di origini italiane.

Citazioni di Mario Botta[modifica]

  • [Sul mese d'agosto trascorso nel suo atelier] Amo alzarmi presto al mattino e lavorare nel silenzio assoluto, anche se mi piace la musica, ma non quando lavoro, perché mentre progetto ho bisogno di concentrazione. Con me non è rimasto nessuno dei miei collaboratori, solo uno dei miei figli, Tobia, che si è sacrificato per rispondere al telefono, in attesa che passi questo periodo delle vacanze per riprendere con il ritmo giusto. I primi anni ho avuto problemi con la famiglia, loro le vacanze le volevano fare o meglio le dovevano fperché è la società che te lo impone, ma io ho sempre resistito.[1]
  • Ho sempre avuto come modello gli artigiani e gli artisti come Giacometti, perennemente chiusi dentro le loro botteghe, anche durante l'estate, a sperimentare, a cercare, a trovare nuove soluzioni. E il mio vuole essere un modo di progettare da artigiano, fatto appunto di ricerca.[1]
  • I primi quindici giorni d'agosto ci sono le ferie dell'edilizia e quindi tutti i cantieri sono chiusi per legge. Così nessuno in pratica ti chiama. E questo ti cambia già il ritmo. È come se la settimana fosse fatta di sette domeniche.[1]

Note[modifica]

  1. a b c Dall'intervista di Stefano Bucci, «Da solo in studio la mia estate monacale in cerca di pace» L'architetto Mario Botta a Mendrisio: come Giacometti resto nella mia bottega, senza cellulare riesco ancora a riflettere, Corriere della Sera, 29 agosto 2021.

Altri progetti[modifica]