Marshall Rosenberg

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Marshall Rosenberg nel 1990

Marshall Bertram Rosenberg (1934 – 2015), psicologo statunitense.

Citazioni di Marshall Rosenberg[modifica]

  • I miei sentimenti non risultano tanto dalle nostre osservazioni, ma quanto dalle nostre reazioni a queste osservazioni. La prima volta che ne sono diventato consapevole, me lo ricordo, avevo 5 o 6 anni. Una mia amica mi confidava: "I bastoni e le pietre possono rompermi le ossa, ma gli insulti non possono mai ferirmi". (da Comunicare con empatia)
  • Lo scopo della CNV-Linguaggio Giraffa è quello di aiutarci a donare volentieri l'un l'altro. (da Vivere l'amore ogni giorno con la Comunicazione Nonviolenta)
  • Quello che voglio nella mia vita è compassione, un flusso tra me e gli altri basato sul mutuo donare dal cuore. (da Le parole sono finestre (oppure muri))
  • Se volete rendervi infelice la vita, fate questo: quando le persone non soddisfano i vostri bisogni, dite cosa c'è di sbagliato in loro, per il fatto che non fanno una determinata cosa. (da Vivere l'amore ogni giorno con la Comunicazione Nonviolenta)

Il cuore del cambiamento sociale[modifica]

  • Per raggiungere tutti i vostri obiettivi dovete chiedere, chiedere, chiedere. E se non volete essere gli unici a farlo, dovete chiedere a qualcuno di aiutarvi un po'.
  • Non date a nessuno il potere di farvi sottomettere o ribellarvi. Sottomissione e ribellione, entrambe le cose, danno all'altra persona un potere su di voi. Quando si è veramente liberi si è consapevoli del fatto che si può fare tutto ciò che si sceglie di fare, in ogni momento della propria vita.
  • La nostra cultura richiede che la violenza sia resa piacevole. Come dice Walter Wink [...] è iniziato quando un Dio molto eroico, virtuoso, maschio, ha fatto in mille pezzi una dea cattiva, femmina e da quella frantumazione della forza del male da parte della forza del bene si è sprigionata l'energia che ha creato la terra.
  • Stiamo attenti perché se facciamo si che le persone siano calme, acquiescenti e gentili per tollerare le strutture pericolose, la nostra spiritualità può diventare reazionaria.

Le sorprendenti funzioni della rabbia[modifica]

  • Nessuno può fare nulla che ci faccia arrabbiare.
  • Non dico che sia sbagliato giudicare gli altri...la cosa importante è essere consapevoli del fatto che sono i giudizi che ci fanno arrabbiare.
  • Esprimere pienamente la rabbia vuol dire concentrare tutta la nostra consapevolezza sul bisogno insoddisfatto.

Preferisci avere ragione o essere felice?[modifica]

  • Nutri te stesso godendo delle bellezze del mondo e utilizza l'energia che ricavi per portare nutrimento là dove occorre.
  • In ogni momento abbiamo il potenziale per servire la vita oppure distruggerla.
  • Che cosa è vivo in noi? Che cosa potrebbe renderci la vita più bella?
  • Ogni conflitti è l'espressione tragica di un bisogno non soddisfatto.

Spiritualità pratica[modifica]

  • Esprimere gratitudine mi riempie della consapevolezza del nostro potere di arricchire la vita altrui.
  • Siamo stati educati a concentrare la nostra consapevolezza per cercare di capire che cosa le "autorità" pensano di noi.
  • Che cos'è questo amore e come si pratica? [...] È donare noi stessi in un certo modo.
  • La Comunicazione Nonviolenta è uno strumento che mi porta a superare il mio retaggio culturale così che io possa arrivare a questo luogo sacro. [...] Questa è la base spirituale, in questo luogo la violenza è impossibile.

Superare il dolore tra noi. La guarigione spirituale e la riconciliazione senza compromessi[modifica]

  • Per fortuna siamo in grado di guarire completamente senza che l'altra persona venga coinvolta.
  • Come se questo fosse l'unico modo in cui è il mondo e da bambino lo hai interiorizzato. E questo è ciò che ora ti rende così difficile vivere in un mondo di tua scelta.
  • "Un luogo al di là del giusto e dello sbagliato". L'obiettivo finale è quello di passare il maggior numero possibile di momenti della mia vita in quel mondo di cui parla il poeta Rumi.
  • Dopo aver studiato religioni comparate e mitologia per 43 anni, Joseph Campbell mi disse: "Sai, dopo tutte le mie ricerche, è incredibile constatare che tutte le religioni dicono la stessa cosa: "Non fare nulla che non sia un gioco." Non fare nulla che non sia giocare."
  • È fondamentale per me essere in grado di rallentare, di prendere il mio tempo, di partire da un'energia che scelgo io, quell'energia che credo sia il nostro stato naturale, non quella in cui siamo stati programmati.

Bibliografia[modifica]

  • Marshall B. Rosenberg, Comunicare con empatia, traduzione di V. Costetti, Centro Esserci Edizioni, collana Bisogni & risposte, 2011. ISBN 978-88-87178-97-5
  • Marshall B. Rosenberg, Il cuore del cambiamento sociale, traduzione di F. Rossi, Centro Esserci Edizioni, collana Bisogni & risposte, 2013. ISBN 978-88-96985-41-0
  • Marshall B. Rosenberg, Le parole sono finestre (oppure muri). Introduzione alla Comunicazione Nonviolenta, traduzione di M. Rossi, Centro Esserci Edizioni, collana Dire, fare, comunicare, 2003. ISBN 978-88-87178-10-4
  • Marshall B. Rosenberg, Le sorprendenti funzioni della rabbia. Come gestirla e scoprirne il dono, traduzione di F. Rossi, Centro Esserci Edizioni, collana Bisogni & risposte, 2006. ISBN 978-88-87178-57-9
  • Marshall B. Rosenberg, Preferisci avere ragione o essere felice?, traduzione di B. Kern e R. Monica, Centro Esserci Edizioni, 2014. ISBN 978-88-96985-55-7
  • Marshall B. Rosenberg, Spiritualità pratica. Una spiritualità che inizia da te, traduzione di F. Rossi, Centro Esserci Edizioni, 2007. ISBN 978-88-87178-71-5
  • Marshall B. Rosenberg, Superare il dolore tra noi. La guarigione spirituale e la riconciliazione senza compromessi, traduzione di F. Rossi, Centro Esserci Edizioni, collana Bisogni & risposte, 2013.
  • Marshall B. Rosenberg, Vivere l'amore ogni giorno con la Comunicazione Nonviolenta, traduzione di V. Costetti, Centro Esserci Edizioni, collana Bisogni & risposte, 2010. ISBN 978-88-87178-88-3

Altri progetti[modifica]