Matilde Bernabei

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Matilde Bernabei (1954 – vivente), giornalista, produttrice televisiva e dirigente d'azienda italiana.

«Da Doc ai Diavoli, vi racconto la mia Lux dei successi»

Intervista di Francesco Specchia, liberoquotidiano.it, 18 maggio 2020.

  • Sono nata col pallino di fare la giornalista. Ma quando, giovanissima, iniziai a Panorama dovevo adeguare lo stile a dei formati che cambiavano il senso stesso dei pezzi. Così andai a lavorare alla Asip, in una onlus tra Angola, Costa d’Avorio, Somalia; insegnavamo a pescare invece che regalare il pesce, costruivamo aziende nel settore dell’agricoltura e dell’artigianato.
  • Le quote rosa servono a scuotere, a spingere al rispetto della capacità di utilizzo del cervello multitasking delle donne; ma questo non deve essere un'imposizione.
  • [Sul padre, Ettore Bernabei, in riferimento agli anni in cui era direttore generale della Rai] Papà, oltre ai lottizzati politici, dava importanza alla quota dei "bravi"; "tanto", scherzava, "ci penso io a trovargli, poi, un partito di riferimento". Lo hanno riscoperto come grande innovatore e mentore soltanto dopo il suo periodo da dominus in viale Mazzini, prima era considerato sbrigativamente un'espressione della politica.
  • Ho scoperto che diventare uno dei 25 imprenditori nominati dal Presidente della Repubblica su migliaia che lo richiedono, è difficilissimo. Ti fanno le analisi del sangue. Il mio cavalierato sarebbe piaciuto a mio padre. Lui mi ha instillato sin da quando ero 14enne il concetto basilare che ognuno dovrebbe dare il suo contributo per migliorare il mondo.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]