Max Beerbohm

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Max Beerbohm

Sir Henry Maximilian Beerbohm (1872 – 1956), umorista britannico.

  • Il passato è un'opera d'arte, senza elementi incongrui né sbavature.[1][2]
  • Molte donne non sono così giovani per come si sanno truccare.[3]

Zuleika Dobson[modifica]

Incipit[modifica]

Il vecchio campanello, presagio d'un treno, aveva appena finito di squillare nella stazione di Oxford.[4]

Citazioni[modifica]

  • Di tutti gli oggetti d'odio, una donna un tempo amata è il più odioso. (XIII)[2]
  • L'invidia del mediocre per gli uomini brillanti è sempre attenuata dal presentimento che essi faranno una brutta fine. (IV)
  • Tra le donne che amano lo stesso uomo c'è una specie di amara massoneria.
  • Vi sarete accorti che la donna veramente gentile con i cani è sempre quella che non è riuscita a ispirare simpatia negli uomini. (VI)

Note[modifica]

  1. Da Comment.
  2. a b Citato in Elena Spagnol, Enciclopedia delle citazioni, Garzanti, Milano, 2009. ISBN 9788811504894
  3. Da A Defense of Cosmetics, 1895.
  4. Citato in Fruttero & Lucentini, Íncipit, Mondadori, 1993.

Bibliografia[modifica]

  • Max Beerbohm, Zuleika Dobson, traduzione di Ettore Capriolo, Baldini&Castoldi, Milano, 2013. ISBN 9788868653293

Altri progetti[modifica]