Pierre-Paul Lemercier de La Rivière

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Mercier de la Rivière)
Jump to navigation Jump to search

Pierre-Paul Lemercier (o Mercier) de La Rivière, noto anche come Mercier de la Rivière (1719 – 1792), economista fisiocratico francese.

Citazioni di Pierre-Paul Lemercier de la Riviére[modifica]

  • La forma essenziale delle leggi positive consiste nei segni sensibili che manifestano che è stato seguito l'ordine delle procedure da osservare necessariamente nella loro istituzione; in primo luogo per assicurarsi della loro giustizia e della loro necessità; in secondo luogo per rendere questa giustizia e questa necessità certe a tutti coloro i quali non possono acquisirne una conoscenza esplicita ed evidente. (da Ordre naturel et essentiel des sociétés politiques, cap. XII; in Miglio 2001, p. 155)
  • Il dispotismo naturale dell'evidenza conduce con sé il dispotismo sociale: l'ordine essenziale di ogni società è un ordine evidente; e poiché l'evidenza ha sempre la stessa autorità, non è possibile che l'evidenza di questo ordine sia manifesta e pubblica senza che essa governi dispoticamente.
    Se è incontestabile che noi siamo organizzati per conoscere l'evidenza e lasciarci governare da essa; se è incontestabile che l'ordine essenziale di ogni società è un ordine evidente, risulta da queste due proposizioni che è nelle finalità della natura che il governo sociale sia un governo dispotico, e che l'uomo, in quanto è destinato a vivere in società, è destinato a vivere sotto il dispotismo. [...] il dispotismo legale, che non è altra cosa se non la forza naturale e irresistibile dell'evidenza, e che per conseguenza assicura alla società l'osservanza fedele e costante del suo ordine essenziale, del suo ordine più vantaggioso, è per essa la migliore forma di governo possibile e lo Stato più perfetto che possa desiderare. [...] Questa verità sarà per noi un'ulteriore prova che nell'ordine tutto si tiene; che la felicità particolare di ciascun individuo è legata alla felicità generale; che il migliore stato possibile dei sudditi diviene necessariamente il migliore stato possibile dei sovrani. (da Ordre naturel et essentiel des sociétés politiques, cap. XXII; in Miglio 2001, pp. 163 sg.)

Bibliografia[modifica]

  • Bruno Miglio (a cura di), I fisiocratici, Laterza, 2001.

Altri progetti[modifica]