Mihály Csokonai Vitéz

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Mihály Csokonai Vitéz (1773 – 1805), poeta ungherese.

Citazioni di Mihály Csokonai Vitéz[modifica]

In Sotto la maschera santa[modifica]

  • Conosco un vecchio. Chi è? No, non ha nome, | venduto ha pure quello pei quattrini. | Anzi, finché era suo nol pronunciava | Che dirlo gratis lo rammaricava. (da A un signor avaro, p. 159)
  • Affrettiamoci amici | cosa sento, chi va là! | Arrivan le Ceneri, | mi chiudono occhi e narici.| Affrettiamoci amici! || Cuori lieti non vedete? | Non mi rivedrete più, | ma non parto e con voi resto, | qui rimango: capirete. | Cuori lieti non vedete? || Metterò la maschera, | non sarò più fra la gente, | e perciò dovrò truccarmi, | che non vedan preti o frati | metterò la maschera. || Sotto la maschera santa | resterò con voi a far festa | sotto il trucco pietoso | riderò giorni quaranta, | sotto la maschera santa. (da L'addio del Carnevale, p. 163.)
  • Che mi corteggi a fare, malinconia perversa, | se ti vuoi far amare, con me perdi tempo. | La tristezza mi teme e mi evita l'angoscia | anche il male profondo con me si cangia in gioia. | Lasciatemi in pace, malinconie, che senza | di voi con altro io mi divertirei. | Peso della tristezza fai tutto per schiacciarmi | ma non lo puoi perché la beffa guizza via. (da L'allegria del poeta, p. 167.)

Bibliografia[modifica]

  • Andrea Csillaghy, Sotto la maschera santa, Antologia storica della poesia ungherese, traduzioni di Andrea Csillaghy, Cooperativa Libraria Universitaria Friulana, Udine-Firenze, 1991.

Altri progetti[modifica]