Minette Walters

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Minette Walters

Minette Walters (1949 — vivente), scrittrice britannica.

Incipit di alcune opere[modifica]

Il segreto di Cedar House[modifica]

Forse dovrei tenere i diari sotto chiave. Jenny Spede li ha maneggiati ancora, e questo mi dà un gran fastidio. Deve aver aperto un volume inavvertitamente, mentre spolverava, e adesso li legge, spinta da una sorta di curiosità pruriginosa. Mi chiedo che cosa penserà di una vecchia deformata dall'artrite che si spoglia per un giovane. Una libidine immaginaria, crederà di sicuro, perché è impensabile che qualcun altro, oltre a quel bruto di suo marito, l'abbia mai guardata se non con disgusto.

La morte ha freddo[modifica]

Southern Evening Herald — 23 marzo

UN CASO SEMPRE PIÙ COMPLESSO

Le ricerche presso gli aeroporti, i porti e i terminal dei traghetti per ritrovare l'uomo d'affari David Maybury non hanno ancora dato alcun risultato. La polizia ritiene che il caso possa essere preoccupante. «Ormai è scomparso da dieci giorni», commenta l'ispettore Walsh, incaricato dell'indagine, «e non è da escludere la possibilità che sia accaduto qualcosa di grave.» L'opera di setacciamento continua nella tenuta di Streech Grange e nei territori circostanti.

La piuma del diavolo[modifica]

>>>Reuters
>>>Mercoledì 15 maggio 2002, 16.17 GMT 17.17 UK
>>>Da Connie Burns, Freetown, Sierra Leone

Ondata di brutali omicidi nell'Africa occidentale

Sono passati quattro mesi da quando il presidente Kabbah ha dichiarato conclusa la sanguinosa guerra civile in Sierra Leone e la fragile pace raggiunta nel Paese è stata messa a repentaglio da un'ondata di brutali omicidi, forse opera di ex soldati ribelli.
Da quando è stata dichiarata la fine della guerra lo scorso gennaio, cinque donne sono state stuprate e fatte a pezzi nelle loro abitazioni.
Fonti governative ieri affermavano: «Gli omicidi hanno il marchio di ferocia delle forze ribelli. Il nostro Paese è appena uscito da un decennio di violenti conflitti e la polizia ritiene che i colpevoli siano da ricercare fra i dissidenti. Per porre fine a questo spargimento di sangue è necessario l'impegno di tutti».
L'ispettore del dipartimento di polizia di Manchester Alan Collins, a Freetown con le forze di addestramento britanniche, spiega la natura seriale degli omicidi: «È difficile determinare in questa fase quanti possano essere gli assassini, ma alcuni elementi ricorrenti fanno pensare che a commettere gli omicidi siano stati uno o più individui disturbati, che potrebbero aver preso gusto a uccidere nel corso della guerra civile. Stupri e omicidi erano all'ordine del giorno durante il conflitto e la violenza contro le donne non cessa solo perché è stata dichiarata la pace».

Prove sepolte[modifica]

Colliton Park, Highdown, Bournemouth
Lunedì 4 maggio 1970, ore 13.30

Non era granché, come parco: un quarto di ettaro di prato avvizzito vicino a Colliton Way, dove la gente portava a spasso il cane la mattina e la sera. Durante il giorno non ci andava quasi nessuno, a parte bande di ragazzini che marinavano la scuola e, quando commettevano qualche piccolo reato, poi andavano a nascondersi fra gli alberi. La polizia non ci passava mai e in ogni caso i piccoli delinquenti lasciavano sempre un centinaio di metri di spazio aperto tra dove si nascondevano e l'unico ingresso.

Un'esca per l'assassino[modifica]

Dal Daily Telegraph
Mercoledì 24 giugno 1998
ARRESTATO CITTADINO DI SOWERBRIDGE

Patrick O'Riordan, 35 anni, manovale irlandese disoccupato, è stato incriminato ieri notte del doppio omicidio della vicina di casa Lavinia Fanshaw, 93 anni, e dell'infermiera che viveva con lei, Dorothy Jenkins, 67 anni. I delitti hanno infiammato l'ira della piccola comunità di Sowerbridge, dove O'Riordan e i suoi genitori risiedono da quindici anni. Le anziane vittime sono state brutalmente picchiate a morte dopo che Dorothy Jenkins aveva sventato un tentativo di rapina, sabato notte. «Chiunque le abbia uccise è un mostro», ha affermato un vicino di casa. «Lavinia era una donna anziana, debole e malata di Alzheimer, che non ha mai fatto del male a una mosca.» Dopo che è stata resa pubblica la notizia dell'arresto la polizia ha invitato la folla radunatasi fuori dalla casa degli O'Riordan a mantenere la calma. «Non tollereremo episodi di giustizia privata», ha detto un portavoce. O'Riordan smentisce le accuse.

Bibliografia[modifica]

  • Minette Walters, Il segreto di Cedar House, traduzione di Gioia Guerzoni, TEA, 2004. ISBN 8850205422
  • Minette Walters, La morte ha freddo, [traduttore non indicato], Sperling, 1997. ISBN 8878247782
  • Minette Walters, La piuma del diavolo, traduzione di Annamaria Biavasco e Valentina Guani, TEA, 2009. ISBN 9788850219100
  • Minette Walters, Prove sepolte, traduzione di Annamaria Biavasco e Valentina Guani, TEA, 2008. ISBN 9788850215270
  • Minette Walters, Un'esca per l'assassino, traduzione di Lucia Barni, Longanesi, 2006. ISBN 8830423920

Altri progetti[modifica]