Modi di dire livornesi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Elenco dei modi di dire livornesi. Vedi anche i proverbi livornesi.

Modi di dire[modifica]

  • Ci sta come il cavolo a merenda.[1]
  • Esse di fori come un balcone.[1]
  • Méttisi di buzzo bòno. (Impegnarsi a fondo nel fare qualcosa)[1]
  • Métte' i puntini sulle i. (Atteggiamento molto scrupoloso)[1]
  • Murà a secco. (mangiare senza bere niente)[1]

Senza fonte[modifica]


Indice
0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z ?

A[modifica]

  • Alli zoppi pedate nelli stinchi.
  • Alla grazia dell'avvocato Cencetti

B[modifica]

  • Botta botta, fio secco!

C[modifica]

  • Che passione, avello di ciccia e baciallo di 'artone.
  • Chi un cià vaìni un'abbi voglie.
  • Chi lavora e si strapazza malidetta la su razza

D[modifica]

E[modifica]

  • È meglio ave' paura 'e toccanne.
  • ...e poi 'osa voi... anche 'na fetta di 'ulo co' pinoli?! (modo di dire a chi chiede troppo)

F[modifica]

  • Fà da potta e da culo!


G[modifica]

  • Giri più te della ròta de' 'icchi.

H[modifica]

  • Ha visto più schizzi lei che gli scogli di Calafuria.

I[modifica]

L[modifica]

  • La bella dalle lunghe ciglia: tutti la vogliono e nessuno la piglia.
  • La mi figliola piscia su un cinquino!! – Sì, ma con l'imbuto
  • Levati di li sennò t'arronzo quarche cosa

M[modifica]

  • Ma vòi insegnà a babbo a pipà?
  • Ma te c'hai un ghiné in testa!
  • Mi pai quello che mi caò sull'uscio e poi la rivoleva!
  • Malidetto chi ti coce ir pane
  • Mi sono messa sul susino

N[modifica]

  • Ni fa come ir cazzo alle vecchie.
  • Ne per scherzo ne per burla 'ntorno ar culo un ci voglio nulla

O[modifica]

  • Ogni testa dura trova 'r su' scoglio.

P[modifica]

  • Par abbiabai (modo di dire – pare che abbia i vermi)

Q[modifica]

  • Questa vì è di Gesù, dopo questa 'un ce n'è più!

R[modifica]

S[modifica]

  • Senza lìlleri, 'un si làllera.
  • Sei più duro delle pine verdi.
  • Si stava meglio quando è si cenava con la paglia delle seggiole
  • S'è fatto le nozze co fichi secchi
  • Sembri il ciuo del Ciotta

T[modifica]

  • Ti c'ho ner core ma ti vo' ner culo.
  • Trulli trulli, chi li fa se li trastulli.
  • Tra scurregge e ruti Dio t'aiuti.

U[modifica]

V[modifica]

Note[modifica]

  1. a b c d e Citato in Vohabolario Fiorentino