Nancy Hartwell

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Nancy Hartwell pseudonimo di Claire Wallis Callahan, (1890 – 1974), scrittrice statunitense.

Intermezzo messicano[modifica]

Incipit[modifica]

Un raggio di sole novembrino si infiltrò nella camera di Triss cadendo sul logoro tappeto tra il letto e lo scaffale dei libri. Triss lo guardò distrattamente, senza quasi vederlo. Il tappeto azzurro era solo una parte del familiare arredo della camera che da diciassette anni era sua: l'antico lettino di legno che sua madre aveva portato giù dal solaio quand'essa era diventata troppo grande per dormire nella culla, il lavamano adattato a comodino e a ripostiglio del suo materiale per disegnare e dipingere, la toilette guarnita di chintz che sua madre aveva appena terminata quando quella terribile disgrazia, cinque anni addietro, era costata la vita a entrambi i suoi genitori.

Citazioni[modifica]

  • Santo cielo! Se questo è il Messico, non mi piacerà! (p. 38)
  • Se è questo il Messico, sono contenta di essere venuta, sono contenta di fermarmi. (p. 48)
  • Forse me la sto cavando meglio di quanto non creda, e forse un giorno il Messico mi parrà una seconda patria. (p. 134)
  • L'amicizia è una cosa strana: non si può stabilire da che cosa nasce, ma quando c'è la si sente. (p. 214)

Bibliografia[modifica]

  • Nancy Hartwell, Intermezzo messicano (Senorita Okay), traduzione di I. Vigevani, Fratelli Fabbri Editori, Milano 1958.