Noyz Narcos

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Noyz Narcos, nome d'arte di Emanuele Frasca, noto anche come Noyz (1979 – vivente), rapper, beatmaker e writer italiano.

Citazioni tratte da interviste[modifica]

Le ispirazioni, i testi, la sua generazione e le differenze tra Roma e Milano[modifica]

1) Da anni ormai Milano detiene lo status di città del rap, fulcro della discografia e rappresenta quasi totalmente il genere sui media principali. [...] Milano e Roma oggi sono ancora compatibili artisticamente o noti un distacco rispetto ai tempi del rap fuori dal circuito major?

  • [...] Sì, trovo Roma molto diversa da Milano, sono due realtà differenti dove si respira un'aria completamente diversa. Anche musicalmente le trovo differenti, a Roma il rap rispecchia molto di più la metropoli mentre a Milano ci sono più gruppi che fanno musica più vicino al Pop, non le vedo molto compatibili ora come ora. A livello personale mi piace molto però il pubblico di Milano, mi ha sempre dato ottime risposte, inoltre non volevo assolutamente bistrattare o parlare male della scena di Milano. Semplicemente arriviamo da due realtà differenti, per quanto anche a Milano ci siano dei gruppi di quartiere che parlano di tematiche street.

2) "Se qualcuno ancora si commuove per questa generazione non c'ha chiaro il punto della situazione". In cosa, secondo te, la tua generazione e quelle seguenti hanno sciupato e peggiorato futuro e condizioni sociali con le proprie mani? Quanto ti senti coinvolto personalmente nelle critiche che tu stesso muovi verso i tuoi coetanei?

  • Guarda in primis non andando a votare. Essendo la mia generazione una di quelle che per almeno il 50%, se non di più, della gente dall'80 in poi ha trascurato il fatto di andare a votare. Io per primo non ci sono mai andato in vita mia. Ci siamo un po' scavati la fossa da soli e ci sta poco da commuoversi. Quando andavo a scuola io c'erano un sacco di manifestazioni, i ragazzi andavano a manifestare e fare casino. I ragazzi di oggi vogliono solo sballare, andare a ballare e vestirsi da fighi. Questa è la prima cosa che ci ha messo nella merda tutti quanti.

3) I contenuti espliciti, spesso violenti e [...] talvolta decisamente splatter, si sa, hanno a che fare con la finzione, l'astrazione e la fantasia dell' artista. Come vivi il fatto di doverti giustificare e a volte anche [...] assecondare certa stampa [...]?

  • Noi abbiamo sempre messo le mani avanti da subito che nel nostro rap c'è sempre una tematica visionaria. Tante volte nei testi la realtà prende una dimensione più astratta e visionaria. Poi spesso le cose sono crude per davvero, certe volte la realtà è davvero così forte che non c'è nemmeno bisogno di aggiungere note noir. Personalmente cerco spesso di romanzare nei testi e di creare delle immagini, spesso la realtà non basta per rappresentare quello che vuoi. Tante volte mi allargo un po' con l'immaginario. Io comunque non sento mai di dovermi giustificare, in fondo questo mio approccio è chiaro fin da subito sia ai miei fan che a chi è distante da questa musica.

4) Se dovessi scegliere un decennio che in termini di cinema, musica, letteratura, politica, società ha ispirato maggiormente la tua poetica quale sarebbe? E perché?

  • Non sono mai stato un grande studente. Pur essendo diplomato ed essendo andato alla scuola pubblica per ben 7 anni non è che ho imparato granché. Qualcosa ho letto, qualcosa mi ha ispirato sicuramente. In realtà prendo molto ispirazione dalla vita vera, anche se poi ho un modo di spiegare le cose un po' particolare, come dicevo prima. Non mi sento di citare nessun autore specifico, anche se forse dal Cinema qualcosa mi ha ispirato. [...]

7) I nostri chef di RapBurger vogliono sapere la ricetta giusta per costruire una canzone maledetta.

  • Dovrebbe contenere un riff del primo disco degli Iron Maiden, una traccia di batteria di Dave Lombardo, una strofa di Noyz del 2002, tutto editato da Sine e Gengis che scratcha sopra. That's the cocktail!

Intervistato da Rapburger il 02 Maggio 2013[1].

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Non dormire[modifica]

Etichetta: Traffick Records, 2005.

  • Il mio suono piange sangue, guardo il mondo così marcio dallo scorcio del finestrino di una volante. (da Bodega)
  • Distante da un'ombra di luce, io mi sforzo ma lo sfondo è sempre quello, è sempre più truce. (da Bodega)
  • Che dire? Quello che voglio è morire senza averci niente da rimpiangermi, tranne le rime. (da Non Dormire)
  • Parlate sempre troppo ma non fate, se sono qua è per sputtanare le vostre cazzate. (da Fake Emcees)
  • Oh! a tutte le bambine a tutti i rapper che incastrano rime ai writers sulle banchine ai dj che c'hanno il sangue sotto le puntine. (da Verano Zombie)
  • Uno mi disse: "Continua a metterle in rima" la musica è eroina quando oltrepassi la linea viene giù con me nella mia bara le corna in aria oppure nel deserto del Sahara. (da Shabboo)
  • Eh sì, come sempre, sorriso sulla faccia della gente non mi garba sa più di merda che di dopobarba, sto sveglio fino all'alba. (da Il Lato Peggiore)
  • Non ridere perché non fa più ridere, è la brutalità della realtà, sta succedendo nella tua città. (da Il lato peggiore)
  • È vero, vedo nero, vedo il male in ogni cosa, mi incastro in musica morbosa che a me suona meravigliosa, è splendido ai miei occhi anche se è un mostro orrendo. (da Vendetta)
  • Ti porto ai margini, ai limiti che neanche immagini, non hai mai visto un cazzo come le ragazze vergini. (da Vendetta)
  • È moda giovanile, nel locale mi comporto male, non ho stile, scrivo merda tipo Inferno Minorile. (da Vendetta)
  • Mi tornano nel teschio cattiverie sussurrate, fette biscottate spalmate di merda e cazzate. (da Sanatoria)
  • L'armata delle tenebre ritorna in scena, overdose di rime morbose endovenose fuori vena. (da Fake Emcees)

La calda notte[modifica]

Etichetta: Traffik Records, 2006.

  • Sotto le ruote di un van gocce di lexotan dentro ai flut di champagne questo è Truceklan. (da La Calda Notte)
  • La droga ammazza l'emozione di chi non sa usarla. (da Sono di Roma)
  • Ti immagini... se fosse sempre domenica? E se domani scoppia un'altra bomba atomica? (da Cronaca Quotidiana)
  • Se potrei... lo sai che farei? Accollerei a un povero stronzo tutti i cazzi miei, mi sparerei tutta la roba del mondo in un giorno, mi lascerei andare giù a fondo in un secondo. (da Cronaca Quotidiana)
  • Fanculo la finanza la polizia i caramba l'antidroga nella stanza apre la danza ho l'ansia di chi c'ho vicino. (da Tajerino)
  • Affanculo domani, io morirò come Pantani, in un hotel con una bustina stretta tra le mani. (da Patriot)

Verano Zombie[modifica]

Etichetta: Traffik Records, 2007

  • Ho i gomiti al bancone in quelle notti, tra i bicchieri rotti mischio un cocktail con cui è mejo se non fotti. (da Quelle notti)
  • Questa è Merda Music, c'ha i cancelli chiusi, vive solo nelle teste dei ragazzi fusi. (da Merda Music)
  • Questa è Merda Music, dopo tre minuti vedi morti agli angoli e angeli caduti. (da Merda Music)
  • Dentro sento tanto di quel male da sputare, ho l'odio in corpo, manco morto mi farei fregare. (da Merda Music)
  • Questa è Traffik Records, eroina per gli stereo, il ferro sulla nuca al cardinale in monastero. (da Falchi della notte)
  • A tutti i morti vivi, gli spacciachili, chi muove fili, ai bambini nati cattivi. (da Verano Zombie parte 2)
  • Non ce n'è uno che si è fatto avanti, c'hanno i guanti di velluto se c'hanno a che fare col mio culo. (da Autodistruttivo)
  • Siamo in trans solo perenne, 'sto mondo è un grosso verme, dice che domani ci lascio le penne. (da Autodistruttivo)
  • Autodistruttivo, colpa di come vivo, dove e cosa vivo che mi rende sempre più cattivo. (da Autodistruttivo)

Ministero dell'Inferno[modifica]

Etichetta: Propaganda Records, 2008.

  • Entri sano dentro al Ministero e ne esci deviato. (daThe Gates of Hell)
  • Sotto a chi tocca | cuciti la bocca quando fotti co' sta roba brutale. (daThe Gates of Hell)
  • Questa è la mia merda e non si tocca. (da Underground Rap Star)
  • A te ti spaccano la faccia solo perché m'hai dissato. (da Underground Rap Star)
  • Aprimi il cervello, stai cercando i mostri. (da Underground Rap Star)
  • Siamo il crew più corrotto, il nome è Noyz Narcos | arrivo come un camion che ti butta sotto | Parli a me del mio rap? Me ne fotto | Truceboys, back from the death: famo il botto. (da TKlan Regime)
  • Fotti me? Fotti il peggio dei mejo. (da TKlan Regime)
  • E adesso che volete pace noi scendiamo in guerra | esco da sottoterra sopra un beat che martella. (da TKlan Regime)
  • Se una 9 mi scarrella dentro il teschio e lo frantuma | mi lascia una pallottola che ancora fuma. (da TKlan Regime)
  • Noyz Narcos, non racconto cazzate | scrivo, è la mia vita in rima, è il suono delle strade | R.O.M.A. e sa come cazzo va qui | Chi è che si fuma gli mc's?. (da TKlan Regime)
  • Sagome segnate a gesso sopra il pavimento | seguo il drago sulla stagna per le vie del centro. (da TKlan Regime)
  • Vuoi fottere col Truceklan? Man, dove cazzo vai?!?. (da TKlan Regime)
  • Il rotolo dei soldi stretto in tasca, il jeans che | mi casca, senza giacca sotto la burrasca | Raschia, rischio tutto in un colpo, faccio brutto | la mia faccia è cambiata e il mio volto | porta il segno della situazione... vuoi gli spettri? | Guarda dentro ai miei occhi il mio nome | vive dentro un ratto che mangia un piccione, Roma chiama | vibra il Nokia e voglia di dormire sempre molto poca. (da Confesso Tutto)
  • Qui respiri nubi nere, sere a lumi di candele | immerso in quelle scene che non vuoi vedere. (da Confesso Tutto)
  • Punta su 'sti nomi co' gli allibratori, siamo fuori | alligatori a bocca fuori appresso a te finché non muori | pronti ad inghiottirci i tuoi pensieri buoni, dammi voce | pronto per scolpire un altro nome sulla croce. (da Confesso Tutto)
  • La mia vita, un attimo fuggente | vale niente, la mia voce non si sente più | ti buttiamo giù se fotti la gente del mio crew. (da Confesso Tutto)

Guilty[modifica]

Etichetta: Universal Italy, 2010.

  • Impara: prima di parlare, fai! I die try | parete troie e leccaculo alle sfilate gay. (da M3)
  • Siamo kings dell'underground e voi manco me lo dite? | Narcos rap è dinamite, a fotterme 'n ce venite. (da M3)
  • Negli arnesi roba seria! Sgobbo mesi e sto in miseria | a fotte' co sti fiji di puttana te ne vai in miseria. (da M3)
  • Psychopathic, spingo il rap da quando è uscito Illmatic | Volete fottere col Klan? Siete schizzati. (da M3)
  • Don Psycho, tra gli altri rapper guarda come spicco | leggenda dell'underground solo dopo che m'impicco | Ciuccia cazzi, guarda la mia merda mentre fa il botto | sfida questa merda sulla traccia se hai i coglioni sotto. (da M3)
  • Narcos Noyz ha il rap per tutti voi bastardi. (da Mosche Nere)
  • Prega Santa Maria, Madre di Dio, nessuno droppa merda come faccio io. (da Mosche Nere)
  • Il teschio sulla mia bandiera, corsa contro la barriera. (da Mosche Nere)
  • Su le corna, su le forche, prendo droghe e vedo oltre. (da Mosche Nere)
  • Cristo non ti credo, se m'ascolti ridi mentre prego. (da Mosche Nere)
  • La musica di strada è sotto indagine, la strada è | scritta tra le pagine delle mie storie al margine. (da Sotto Indagine)
  • Scrive' merda in rime è il metodo migliore. (da Sotto Indagine)
  • Ho scritto il nome bene in alto così non mi possono buffare | il cielo resta il limite da superare. (da Sotto Indagine)
  • Gioco quando sono fuori dalla porta, con la testa in un New Era nero e i piedi nelle nuove Jordan. (da Mi Casa)
  • Giù con me in mezzo al degrado Narcos Noyz Eldorado | passo in quinta lascio il nulla come un tornado | più veloce, più veloce e manco so dove vado | dal 93 al 2009 sempre stato brado | A scuola '79 SP click per la vita | cambio gente cambio sempre, niente no, non è finita | Sempre sentirò le grida dentro al teschio | sempre guarderò dietro le spalle mie, prima che entro e quando esco. (da Nel Teschio)
  • Live dal nascondiglio, a fanculo il presidente del consiglio, dello Stato 'ndo so' nato e non so' fijo. (da Zoo de Roma)
  • A secco se potessi torna' indietro farei stessa merda | stessa testa, stesse scarpe stessa faccia di merda | non si cambia, stessa rabbia, stessa gabbia di pensieri con il sogno di volare in alto come gli aerei | Sogno tanti soldi che ci compri tutto, zio ti rendi conto quant'è brutto, la gente ha fame dappertutto | Scena muta, il giorno del debutto arrivo ammutolito, sorriso scolpito, questi manco m'hanno capito | il senso di una frase che vi ha colpito, io ancora so stupito che alla fine dello show m'hanno applaudito. (da Nel Teschio)
  • Bottiglie di vetro rotte, strisce di argentata nere, come trasformare una serata in mille sporche sere. (da Nel Teschio)
  • Io non volevo manco fama, solo valvole di sfogo. (da Nel Teschio)
  • Vuoi non ascoltare ma non puoi cancellare. (da Nel Teschio)

Monster[modifica]

Etichetta: Epic, 2013.

  • Ho mani e piedi bene affondo in questo sporco gioco | sono diventato grosso pur mangiando poco. (da Alfa Alfa)
  • Sto co' n'occhio dietro ar culo quando giro in giro | quando ascolti resti muto non mi prendi in giro | quando sono sopra al palco la tua troia vibra | Narcos Noyz, Truceboys riequilibra. (da Alfa Alfa)
  • Facile scrivere rime se copi Rick Ross | tu non sei il king, tanto meno il boss. (da Alfa Alfa)
  • Mi piacciono sorche porche con le gambe lunghe | te te sbori dentro ai boxer, quanno arivi ar dunque. (da Alfa Alfa)
  • Non parlare della cricca se non sei nessuno | non parlare della crew mia, regola uno | non competi co' sti stronzi vali 'na capezza | resta muto e ascolta qualche perla di saggezza | Quando parli con la gente della mia risma | vedi che emaniamo luce come 'n prisma. (da Alfa Alfa)
  • Vesto nero pe' mori' elegante all'evenienza | vorrei un bossolo nel cranio di Sua Eminenza. (da Game Over)
  • Uno m'ha detto "Fregati degli altri, tira avanti a barra dritta" | ho messo il peggio di me in ogni strofa scritta. (da Attica)
  • Quando senti della mia città decritta da sto stronzo | t'immagini una bomba che devasta il mondo. (da Attica)
  • Roma brucia, camionette in fiamme, fumo nero ma non è il conclave, prego pe' i pischelli sotto chiave. Che ogni guardia è 'nfame ce lo so da n' sacco che nun me ricordo manco, sempre a brutto muso, mento in alto.. (da Attica)
  • Se qualcuno ancora si commuove per questa generazione | non c'ha chiaro il punto della situazione | Ritornasse il '99, avessi Roma di quel tempo indietro | mi prospetterei un futuro meno tetro. (da Attica)
  • Dopo l'infamia c'è l'ipocrisia e Dio tace | puoi ripulirti la coscienza co' n "Riposa in pace". (da Attica)
  • Fino a quando c'avrò fiato in corpo, fino a quando | non sarò clinicamente morto restate all'ascolto. | Ho dato molto a questa merda e per quanto m'ha tolto | non saremo mai alla pari, e quando calano i sipari | torni alla tua vita e non è più la stessa | trovi casa incasinata al tuo ritorno, vai fori de testa. | Vi vonno sorridente tra sta gente falsa che te guarda strano | la mia crew fa il fuoco da quando esistiamo | io non vi vedo manco sopra al palco co' l'impianto che mi pompa | di voi merde che mi odiate manco l'ombra. (da Attica)
  • Io ci ho pregato pe' sti bei tempi, pe' i contanti | guadagnati, per le notti nne 'sti alberghi profumati. | Col culo sopra un'Alitalia, in culo se ne | deve anna' st'Italia, linciata, Black Dahlia. | Ho visto i miei sogni finire, gl'incubi diventa' veri | quando ho scelto questo gioco ho messo i guanti neri. (da Via Con Me)
  • Scorro la mia agenda ma n' voglio sentì | nessuno, chiudo gli occhi e fumo. | Sò arrivato fin qui non so neanche come, | "Diventiamo ricchi" dimmi quando e come. | Io non ho risposte, uno come me | sto su una Roller Coaster na vita al limite. | Il cielo non è cosi alto è qui sopra di me | toccherò i raggi del sole prima che sto giorno muore. (da Via Con Me)
  • Staccherò le scarpe dal terreno lascerò la terra | fumandomi i miei problemi in questa canna d'erba. (da Via Con Me)
  • Scorderò sta merda che mi porta via con sé | Fino al fondo del bicchiere, fino all'ultime preghiere | Comprerò una fuori serie, cambierò una di ste sere | butterò ste felpe nere, cambierò una di ste sere! (da Via Con Me)
  • Ti rolli il tuo peggiore giorno dentro questa smoking | mentre aspetti che tua figlia giochi che non la sopporti | I tuoi amici morti appresso a febbre del sabato sera | mia madre a letto prega come ogni sera. (da Via Con Me)
  • Metto questa cima in canna senza grindalla | sfioro il collo e lei si bagna senza manco toccarla. (da Via Con Me)
  • La mia squadra per la strada è religione tutti sanno il nome | ci odiano e ci amano per l'ambizione | È strano quanto ognuno ti ama se hai denaro o fama | strano quando se finisce tutto nessuno ti chiama. (da Via Con Me)
  • La tua famiglia affonda, tira a fine mese | si trasforma in dramma, subisce le offese del suo Belpaese. (da Notte Insonne)
  • Narcos rap ritorna con la meglio merda come sempre | non tanto per le conferme, pe' mandavve a casa merde. (da Drive Solo)
  • Hai mai visto tanta merda invadere la terra | fottersi la tua fottuta vita, adesso è guerra aperta. (da Molotov)
  • Se il 2012 era l'anno della fine aspetto | l'alba sopra i grattacieli, guardo come va a finire. (da Strategia del Terrore)
  • Venite a dimme "Hello!", co' sta merda ve sotterro. (da Dope Boys)
  • Sono cresciuto in quest'inferno crudo, lascia | che v'introduco, al paradiso non ci ho mai creduto. (da Rome Calling)
  • Io parlo chiaro come na camita, tutto il male | di una vita, tutto quanto in una rima. (da Zona d'Ombra)
  • Io rimango quello ch'ero un tempo, in piedi sul cemento | come 'n cazzo de monumento. (da Zona d'Ombra)

Localz Only[modifica]

Etichetta: Universal, 2015.

  • Quando schiaccio il tasto record vedo tutto rosso | quando dico faccio un blunt lo faccio bello grosso | quando arriva l'entourage mio chiudi baracca e burattini. (da Intro)
  • Mani e piedi bene a fondo in questa shit, de 'sta merda | de 'sto gioco con le skillz giuste pe' droppà le hits. (da Intro)
  • Taglio l'aglio e friggo l'olio sfumo col Barolo 'sta fettina ai ferri | oggi piove sangue, mangio Red curry. (da The Chef)
  • Salgo sul palco senza troppi piani in Flight e bermuda | droppo barre pe' mannate a casa Giuda. (da The Chef)
  • Ti insegno il rap visto che in tele passa spazzatura | copi dagli USA sembri giusto una caricatura | quarto di pollo fritto, quando performo zitto| resta muto resti un superomo, Narcos Lex Luthor | Se fai la mossa dei contanti poi falli volare | sopra 'sta giostra non ci sali se non sai viaggiare | resta a casa, lo vuoi un consiglio? Brasati una tavoletta | de Trafalgar che te damo sempre in culo sulla traccia. (da The Chef)
  • Hell yeah Delta 9 parte l'astronave, fotti i Localz | fai un errore grave, la mia crew sta sotto chiave | se se pensano che accanno stronzi hanno capito male | state a piagne v'arrostisco il culo con queste castagne | My way cancro de 'sto rap hip-hop dello stivale | costi un po' quello che costi, pare pronti a fasse male | live dalla cuccia del cane devi scrive se te regge botta | la mia robba scotta Narcos rap still vive. (da The Chef)
  • È Narcos Noyz che droppa regular shit | non manda a dire rime a pile con gran stile sul beat | tu sei n cornuto se n te piace zio sto meglio così | pisci seduto, mai bevuto merda di energy drink. (da Localz Only)
  • Keep it thoro roccia | co' sta roba andate fuori de capoccia | trippa questa fiala, goccia dopo goccia, nella vodka | manda in coma giovani devotchka. (da Localz Only)
  • Fotti me fotti il peggiore, vuoi un consiglio | amore non amarmi, solo su ste note riesco a calmarmi. (da Localz Only)
  • Ricordati chi semo, sopra la mia tomba lascia un crisantemo | remixa questa merda quando moriremo | Lungo campi di betulle, new Ferris Bueller | sopra i poster nelle camere de ste fanciulle | Fai na foto mentre sfreccio in un'A4 sull'A1 | st'Italia di merda non gli piace più a nessuno | noi non siamo stanchi di cacare pesce crudo | tu in prima linea spada con lo scudo, perdere lo escludo | Col cappello e il cinturone per un pugno d'euri | hardcore come Bob Malone, G come Gabriella Ferri | support your local pusher, local pussy, local weed | ne sta shit fotti i capi indiscussi, secco puoi dire. (da Localz Only)
  • Ricordati il mio nome, sto meglio drunk che sobrio | quello che fanno 'ste persone non ci penso proprio | butta un occhio fuori nel freddo delle mattine | fuori fino all'imbrunire amaro senza mai addolcire | Gli ultimi poeti estinti chini sul bancone pisti | amici solo dei baristi in blackout pagliacci tristi. (da El Padre)
  • Tra shot e bartender c'hai fegato da vende in 'sto percorso | strippano i cavalli quando stringi il morso | aspetti la notte perché vedi mejo più chiaro | più in paro barman metti più amaro più amaro. (da El Padre)
  • Queste scene che mi ronzano nel teschio prendo il park ed esco | blu notte, le famiglie in casa e i padri a mignotte | street fighter sopra 'ste curve, Kavinsky driver | nelle pupille tutte le stelle, star cypher | Spingo sul gas starter giro lo snapback a 180 | i polpastrelli bruciano nell'acquasanta | la serpe e il teschio sul pugnale nel tradizionale | quadro in notturna, squarcio 'sta serata taciturna | Mi lego al cazzo questi rat snitcher chi la dura vince | sopravvissuto al tempo come 'na Sfinge | impara dai più grandi vedi l'orgoglio andare giù in gola | la tua vita a terra in una volta sola | Ho litri de 'sta Russian Standard dentro al freezer | ghiacciami il cuore queste ferite non si chiudono da sole | ho visto cosa avete in mano e vale niente, ho 5 carte | dello stesso seme, questa sera Dio mi vuole bene. (da El Padre)
  • Brilla a mezzanotte la mia sveglia come Miriam | questa gente per vedermi morto aspetterebbe in fila | fuori piove è un mondo freddo via vieni via con me | fino al fondo dell'oceano baci in bocca gocce di veleno | Questa strada è la mia scuola questo cielo arancio e viola | dal tramonto all'alba nella testa questo loop risuona | sopra il tempo e sul cemento rappresento molti | credi che abbia molto quello che volevo gliel'ho tolto | E tante grazie pe'l successo posso morì in pace adesso | col vostro permesso senza foto grazie lo stesso | su una ruota della moto vivo grazie a me stesso | oggi non ho tempo e manco voglia te lo confesso. (da Dal tramonto all'alba)
  • Live nel tuo paese nella tua buia regione | o sotto il sole delle spiagge ricordati 'ste facce | la mia città ricorderà cos'è successo ora | la tua città ricorderà cos'è successo ora. (da Dal tramonto all'alba)
  • Scuoti il culo come i chicchi dentro le maracas | sembro grasso sotto il panama fumando Havana | sembro fatto apposta pe sta merda | sempre fatto a bestia di quest erba pregio. (da Respect the Hangover)
  • Sengnati i nomi localz, don't you nomi homie. (da Respect the Hangover)
  • Localz Only rap ad ottant'anni con 18 mogli. (da Black Box)
  • Quanto mi manda a male, quando | penso che il paese mio mi fa cagare. (da Black Box)
  • Sono in guerra sempre dal sovrintendente, all'ultimo poeta | decadente di quartiere perso al tavolo del bar a bere | barfly vedo mosche nere come non mai | Vuoi sapere? Segui i miei consigli man? No mai! (da Black Box)
  • "Che so' così speciale perché so' gridare più degli altri|perché dentro i sassi ci vedo i diamanti. (da "Polvere di stelle")
  • "Amaro senza mai addolcire."(da "El Padre")

Altre canzoni[modifica]

  • Mi aspetta un'insulina di stricnina in endovena dritta nell'arteria. (da Malasorte, in Sangue, 2003)
  • Il regno del male dilaga prendendosi vite innocenti, agghiaccianti pensieri violenti degli adolescenti. (da Il dramma, in Truceboys EP, 2000)
  • Amore estremo e ultraviolenza, del resto tutto ha un senso dentro la testa di chi lo pensa. (da Inferno minorile, in Sangue, 2003)
  • Cerchi diamanti in mezzo a cocci di bottiglia, ti sforzi di amarla ma è solo l'ennesima troia, è noia maledetta con le altre, il suo spettro che t'aspetta, e una lametta stretta in mano che a un tratto parte, e una lancetta segna i secondi che vi dividono, un legame macabro stringe due storie che si chiudono. I cancelli del giardino di rose annaffiate dal sangue, d'ora in poi resteranno serrati per sempre. (da Il giardno degli dei, in Sangue, 2003)
  • L'orgoglio frega la vita di un uomo, cresce l'invidia sul prato del vuoto solcato dall'odio. (da Nessun riscontro, in Sangue, 2003)
  • È musica per sordi e cinema per ciechi quello che vedi. (da Nessun riscontro, in Sangue, 2003)
  • Via in quattro, uno per volante, ancora fatto, barcollante, al finestrino il mio volto sporco di sangue. (da Notte in cella, in The best out vol. 2, 2009)
  • Merda dura dagli stereo delle auto in retromarcia, buchi nella pancia, l'ulcera di questa Italia marcia. (da Cocaina, 2012)
  • Ma questa gente che ne sa? Giudica me per la merda che porto, ce ne ho ancora un botto, restate all'ascolto. (da Cinema Acciaio, 2012)
  • Nove per chi mi chiama per nome, quello che mia madre mi ha dato; Noyz è il mio alter ego, che ne sai te dell'altro lato? (da 16 barre, 2012)
  • A chi governa e a chi ti spenna fino all'ultim'Euro, l'ultimo pacco che sotterro e dissotterro presto. (da In god we trust, 2014)

Note[modifica]

Voci correlate[modifica]

Opere[modifica]

Altri progetti[modifica]