One Tree Hill (prima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: One Tree Hill.

One Tree Hill, prima stagione.

Episodio 1, La sfida[modifica]

Frasi[modifica]

  • C'è nelle cose umane, una marea... che colta nel flusso conduce alla fortuna. Ma perduta, l'intero viaggio della nostra vita si arena sui fondali di miseria. Ora noi navighiamo in un mare aperto... dobbiamo dunque prendere la corrente finché è a favore... oppure fallire l'impresa davanti a noi. (Lucas, citando il Giulio Cesare)

Dialoghi[modifica]

  • [Lucas entra al Karen's cafe]
    Lucas: Ciao mamma.
    Karen: Ciao.
    Lucas: Hmm... che buon odore, hai cambiato pettinatura?
    Karen: Se per cambiato intendi averci passato una spazzola, allora sì.
    Lucas: Stai bene.
    Karen: Grazie.
    [arriva Haley]
    Haley: Le pagine sono tutte appiccicate, chissà chi è stato? Oh ciao Lucas, l'hai letto questo?
    Lucas: È il numero "perché frequento gente del genere?" e ci sei tu in copertina?
    Haley: No è quello con l'articolo "il mio migliore amico è un'idiota" e... infatti eccoti qui.
    Karen: Haley, resti a cena con noi?
    Haley: Oh certo!
    Karen: Come è andata oggi tesoro?
    Haley: Bene, grazie ma non devo pensare che un terzo del mondo muore di fame e neanche alla triste realtà di essere più goffa di una papera. Ma lo sapete che oggi sono inciampata per la strada e sono volata faccia avanti e culo all'aria?
    Karen: Haley!
    Haley: Ho esagerato. Lo so, scusate.
    Karen: Ho qualcosa per te, Lucas.
    Haley: Veramente l'ho trovato io, sì insomma non è che stessi cercando qualcosa per te, il che implicherebbe una scena tipo "Joey ama Dawson" che sarebbe terribile ma l'abbiamo visto e così... Dagli il libro.
    Lucas: Wow Giulio Cesare.
    Karen: C'è nelle cose umane, una marea o qualcosa del genere.
    Lucas: Bello. Grazie ragazze, grazie mille.
    Haley: Ma figurati se piace a te.
  • [La macchina di Peyton si blocca e Lucas viene in suo soccorso col carro attrezzi]
    Lucas: Sono dentro di te.
    Peyton: Come?
    Lucas: I NOFX. "Sono dentro di te" sono le parole della...
    Peyton: Della canzone, sì. Nathan, sono io senti mi si è rotta la macchina. Devi venirmi a prendere, lascia perdere la palestra. E dai ti ci vorranno solo 10 minuti, sono a River Road dietro la curva. Sei proprio un idiota.
    Lucas: Sicura che vengono a prenderti posso aspettare.
    Peyton: Sì ti piacerebbe. Fammi fare un preventivo da tuo padre.
    Lucas: Mio zio.
    Peyton: Se lo dici tu.
    Lucas: Posso farti una domanda?
    Peyton: È un paese libero.
    Lucas: Perché fai la ragazza ponpon? Senza offesa ma sei sprecata con la tua parlantina.
  • Lucas: Andiamo, ti dò un passaggio... ti permetterò di insultarmi.
    Peyton: Allora, prima cosa tu non mi conosci, seconda cosa io non conosco te. Ma perché i ragazzi sono così deficienti?
    Lucas: I ragazzi o Nathan?
    Peyton: Nathan e anche tu.
    Lucas: Vedi, abbiamo lo stesso padre.
    Peyton: Già, lo avevo sentito. È un vero idiota, deve essere orribile incontrarlo in giro.
    Lucas: Per mia madre, non per me.
    Peyton: Te l'ha detto lei che è tuo padre?
    Lucas: Sì sai, io... io e Nathan giocavamo nella squadra juniores.
    Peyton: Basket, immagino.
    Lucas: Già, mi piaceva ed ero bravo. Hai mai fatto qualcosa che sai di fare meglio di chiunque altro?
    Peyton: Il sesso. Scherzo.
    Lucas: Gli altri però mi prendevano sempre in giro. Dicevano che il padre di Nathan era anche il mio. Così chiesi a mia madre. E lei disse di no. Dopo però, a casa, si chiudeva nella sua stanza a piangere e così capii che era vero. Smisi di giocare e dissi a mia madre che non ci andavo perché non volevo incontrarlo. Invece non volevo che lei... fosse obbligata a incontrarlo.
    Peyton: Perché mi hai raccontato questa cosa? Noi due neanche ci conosciamo.
    Lucas: Magari è per questo.

Episodio 2, Combattere le paure[modifica]

Frasi[modifica]

  • Non lasciare che il tuo fuoco si spenga, che si perdano quelle preziose scintille, nelle paludi senza speranza dell'indecisione, del dubbio e dell'incertezza... non permettere che l'eroe che è nella tua anima perisca solitario e frustrato privo della vita che tu meriti... ma che non sei mai riuscito a conquistare. Il mondo che desideri può essere tuo... esiste, è reale, è possibile ed è tuo... (Lucas)
  • Lucas, rilassati.. Il destino ha un modo tutto suo per trovarti! (Coach)
  • Vedi io vorrei disegnare la fiducia, o l'estate che sta finendo oppure un momento di chiarezza. (Peyton)
  • Sai una cosa? Io nella mia carriera ho avuto 35 stagioni vincenti. Ma lo sai cosa mi tiene sveglio di notte? L'incarico al college che non ho mai accettato. Magari avrei scoperto che ero bravo. C'è una partita domani sera.. Sei nella squadra fino ai tempi supplementari. Il resto dipenderà da te. Ascolta figliolo.. Non c'è da vergognarsi ad aver paura. Abbiamo tutti paura di qualcosa! Quello che devi fare è capire cos'è che ti spaventa. Perché una volta che le hai dato un volto puoi vincerla. Meglio ancora puoi usarla.. Riflettici. (Coach)
  • La cosa peggiore è che non so di che cosa ho paura. (Lucas)

Episodio 3, La squadra contro[modifica]

Frasi[modifica]

  • Il viale dei ricordi è una strada a doppio senso! (Keith Scott)
  • Voglio che tu sia felice. Ma dimmi se lo vuoi anche tu Nathan. La felicità non costa poco. Altrimenti sorrideremo tutti. (Dan Scott)
  • Ti volevo dire che sono forte. F sta per forte no? (Nathan)
  • E. E. Cummings scriveva: Essere nient'altro che se stessi in un mondo che fa di tutto, giorno e notte, per farti diventare qualcun altro vuol dire combattere la battaglia più difficile che un essere umano possa affrontare. Senza smettere mai di lottare. (Lucas)

Dialoghi[modifica]

  • Peyton: Ciao, ho saputo... Speravo non fosse vero...
    Lucas: Che vuoi Peyton?
    Peyton: Volevo solo dirti che non farò la striscia.
    Lucas: Commetti uno sbaglio.
    Peyton: Si ma c'è anche qualcuno che non è pronto a mostrarsi al mondo, come te con il basket.
    Lucas: Forse tu sei pronta. Hai solo paura. Almeno li hai incontrati?
    Peyton: Sì... Sì. Li ho incontrati. Al direttore sono piaciuti molto i miei lavori, dovevo solo lavorarci un po'. Non è così importante.. Io volevo... Solo dirti grazie.
    Lucas: Waw... Peyton Sawyer ha appena detto grazie!
    Peyton: Se è stato Nathan a fare tutto questo mi dispiace...
    Lucas: Ma perché stai con lui?
    Peyton: A volte è piacevole. A volte perché non c'è nessun altro.
    Lucas: Peyton... Quel direttore sbaglia.

Episodio 4, La festa[modifica]

  • Ho imparato una cosa, tutti abbiamo dei segreti. (Lucas)

Episodio 5, La partita del cuore[modifica]

  • John Steinbeck una volta ha scritto, penso che se voi o io, dovessimo scegliere tra due linee di azione o di pensiero, dovremmo ricordare la nostra morte e quindi cercare di vivere, in modo che la nostra morte non arrechi piacere al mondo. (Lucas)

Episodio 6, Ogni sera è un'altra storia[modifica]

  • [A Peyton] Strano, solo la notte lontano da scuola sembra che noi due viviamo sullo stesso pianeta. (Haley)
  • Come a volte accade, l'istante si fermò. Indugiò e rimase, per molto più di un istante, e il suono terminò, e il movimento si fermò, per molto, molto più di un istante. E poi l'istante finì. (Lucas)

Episodio 9, Segnali contradditori[modifica]

  • Com'è complicato l'essere umano, è un insieme di segnali contraddittori. Noi riusciamo a decifrarne soltanto alcuni e a volte anche in modo superficiale. [citazione di John Steinbeck, The Winter of Our Discontent] (Lucas)

Episodio 10, Rapporti difficili[modifica]

  • [A Lucas] Credimi, prima o poi dovresti guardarti allo specchio e vedere se il ragazzo che riflette è la persona che tu vorresti essere. (Keith Scott)

Episodio 11, Le strade del cuore[modifica]

  • E il piccolo principe disse all'uomo, gli adulti non capiscono molto di loro stessi ed è stressante per i bambini, dovergli spiegare sempre tutto. (Lucas)

Episodio 13, Appeso a un filo[modifica]

  • Può criticare la mia scelta, non capirla. (Dan Scott)

Episodio 15, All'improvviso ogni cosa è cambiata[modifica]

Frasi[modifica]

  • Quando le cose sono speciali, è più difficile abbandonarle. (Brooke Davis)

Dialoghi[modifica]

  • Lucas: La vita è troppo breve...
    Peyton: E io non voglio viverla da persona cattiva...

Episodio 18, Salto nel passato[modifica]

  • Ogni giorno che aspetti, è un giorno che non riavrai mai più. (Whitey)

Episodio 19, La storia si ripete[modifica]

  • Haley : Lo so che ti sto facendo impazzire!
    Nathan: No, non è vero!
    Haley : Mi odi, di' la verità!
    Nathan: Piantala!
    Haley : Che pensi allora?
    Nathan: Solo che sei la mia ragazza. E che mi piace stare con te... Non voglio metterti fretta.
    Haley : Non lo fai!
    Nathan: A volte sì. Ti sei fatta tatuare il mio numero, Haley. E questo mi confonde, perché probabilmente significa che io sono importante per te. E non voglio fare niente che ti metta fretta o che ti faccia scappare. Anche se a volte non posso evitarlo, perché sono veramente innamorato di te, proprio così, io ti amo Haley. E questo mi spaventa un po' ma, è così...
    Haley: Wow! non so che dire... [si baciano] anch'io ti amo!

Episodio 20, La festa di Haley[modifica]

  • Lucas: Ciao.
    Peyton: Ciao.
    Lucas: Senti, io non sapevo di Niky e Jake, devi credermi!
    Peyton: Era solo una sconosciuta con cui andare a letto? Lucas, non devi scusarti, d'accordo? È solo che, dopo tutto quello che abbiamo passato... che abbiamo passato insieme, io non avrei mai potuto fare una cosa simile. Quando ci siamo conosciuti io stavo con Nathan, e lui era, era una brutta persona. Ti ricordi?
    Lucas: Già...
    Peyton: Non voglio ripassarci... Sei diventato come lui, Lucas!

Episodio 22, Il momento delle decisioni[modifica]

  • [Inizio episodio] Io gioco nei Ravens, I corvi. C'è chi crede che i corvi guidino i viaggiatori verso la meta. Altri pensano che avvistare un corvo solitario porti fortuna, e uno stormo intero invece sia un cattivo presagio. Ma vederne uno prima di una battaglia significa una vittoria. (Lucas)
  • [Fine episodio] C'è chi crede che i corvi guidino i viaggiatori verso la meta. Altri pensano che avvistare un corvo solitario porti fortuna, e che invece, uno stormo di corvi, sia un cattivo presagio! (Lucas)

Altri progetti[modifica]