Paolo Di Lorenzo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Paolo Di Lorenzo all'anagrafe Paolo Massimiliano Di Lorenzo (1966 – vivente), giornalista e conduttore televisivo italiano.

Citazioni di Paolo Di Lorenzo[modifica]

  • Le prime volte si prova un mix di paura e responsabilità poi prende il sopravvento la voglia di dare la notizia e di farlo con precisione, senza pensare che tantissima gente sta guardando[1].
  • [Come e quando è nata la passione per questo lavoro?] Credo tutto sia nato dalla mia curiosità e dalla ricerca della verità. Io avevo una propensione per la cronaca bianca, ovvero per gli aspetti sociali e per la voglia di avere il meglio come cittadino. Ho iniziato a diciassette anni, appassionato di radio, affascinato dalla musica dei grandi gruppi degli anni Ottanta, come i Duran Duran. Fare lo speaker mi ha aiutato tantissimo per diventare un professionista della comunicazione: alla radio non puoi barare, non ti puoi salvare con l'immagine[1].
  • Ho coltivato la mia passione mentre studiavo Economia, mentre frequentavo master, ho fatto molti provini. Io sono figlio di un ferroviere, non avevo una strada spianata o un esempio da seguire. Ho lavorato a Radio Rai ed ho iniziato a lavorare per il TG5[1].
  • [Qual è stato l’ultimo servizio che ha curato. Quale le ha dato più soddisfazioni?] Sono nella redazione politica ed economica. Ora sto seguendo soprattutto la Legge di bilancio, le posizioni del'’Unione Europea sulla nostra manovra economica. Faccio resoconti degli incontri e delle varie trattative. C’è un dibattito acceso e c'è chi vuole più soldi in determinati settori, chi in altri. Sembrano servizi noiosi ma sono importanti, perché infondo si riflettono sulla vita di ogni cittadino[1].
  • Il linguaggio deve essere molto semplice. Quando si confeziona un servizio, sia in radio, sia sul web o in tv o sulla carta stampata, bisogna capire che tutti ci stanno seguendo. Quando lancio il servizio mi segue la massaia, il pensionato, il ragazzo che studia, tutti. E di questo bisogna tenerne conto[1].
  • [Ha qualche consiglio da darci come aspiranti giornalisti?] Vi consiglio di essere curiosi, le notizie non sono sempre palesi, alcune sono seminascoste, sta a noi essere attenti. La fonte è importante, la storia deve essere oggettiva, il racconto di quello che è. Bisogna essere preparati, con lo studio e l'impegno si diventa capaci di osservare meglio la realtà e nessuno potrà togliervi le vostre soddisfazioni[1].

Note[modifica]

  1. a b c d e f Dall'intervista di Alda Merini, Paolo Di Lorenzo: dalle radio locali al TG5, wordpress.com, 8 novembre 2018.

Altri progetti[modifica]