Pietro Nelli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Pietro Nelli (1511 – 1572), poeta italiano.

Satire[modifica]

  • Come a comprar in piazza li poponi, | Ne tagliarete cento e fra cotanti | A pena due ne troverete buoni, | Così hoggidì, fra lingue tante e tante | Che fanno bel veder di fuora via | Due per cento rispondeno al sembiante.[fonte 1] (II, IX, A Benedetto Barbarigo)
  • Usanza sola è quella | Che infinite pazzie copre e difende.[fonte 2] (I, V, A Sansedonio)

Peccadigli degli Avvocati[modifica]

  • Di tre cose fa il diavolo insalata, | Di lingue d'Avvocati, e delle dite | De' Notari, la terza è riservata.[fonte 3] (I, IX)
  • L'esser d'un avvocato, chi ben pensa, | E un molino, ove a macinar concorre | D'ogni sorte di genti copia immensa.[fonte 4] (I, IX)
  • Un litigante è di vincer si ingordo, | Che non dà a se, o altrui pace o riposo, | Ma ad ogni altro piacer è cieco e sordo.[fonte 5] (II, IX)

Note[modifica]

Fonti[modifica]

  1. Citato in Harbottle, p. 277.
  2. Citato in Harbottle, p. 435.
  3. Citato in Harbottle, p. 288.
  4. Citato in Harbottle, p. 334.
  5. Citato in Harbottle, p. 432.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]