Rod Laver

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Rod Laver nel 1969

Rod Laver (1938 – vivente), ex-tennista australiano.

Citazioni di Rod Laver[modifica]

  • [Su Federer] Ha tanto di quel talento contenuto nel suo corpo che è quasi difficile da credere. Direi che è quasi ingiusto che la stessa persona possa fare tutto come lui, servire, tirare diritto, rovescio, volée. E muoversi come sfiorasse solo il terreno, che è la caratteristica dei fenomeni.[1]
  • Il primo torneo è probabilmente il più difficile da vincere, ma Andy non deve permettere che gli Inglesi lo considerino un fallito, cosa che certamente non è. So che Inglesi e Britannici vogliono che vinca tornei del Grande Slam, e lui è ad un passo dal vincere il primo.[2]
  • [Sul titolo simbolico di GOAT] Ogni campione appartiene alla sua epoca, sei il più forte del periodo in cui hai giocato. Non è colpa di Federer se sono stato fermato per cinque anni. Dico che il titolo simbolico va diviso a metà: lui per l'era moderna, io fino al 1968.[3]
  • [Su Manuel Santana] Ti faceva impazzire a forza di pallonetti liftati e smorzate.[4]

Citazioni in lingua originale[modifica]

  • [Su Federer] Non c'è proprio niente che tu possa fare contro uno come lui; devi solamente stringergli la mano e dire: "Troppo bravo".
There is nothing you can really do against someone like that; you just have to shake his hand and say "Too good".[5]
  • Oh, sarei onorato di essere anche solo paragonato a Roger, lui è un talento incredibile, è capace di ogni cosa. Lui potrà essere il miglior tennista di tutti i tempi.
Oh, I would be honoured to even be compared to Roger, he is such an unbelievable talent, and is capable of anything. Roger could be the greatest tennis player of all time.[6]
  • [Su Federer] Questo è un dono davvero raro. Molto di quello che fa, lo fa per istinto. Non si può allenare molto di quello che fa perché è un talento naturale, molti dei colpi che effettua sono addirittura inquietanti.
That is such a rare gift. So much of what he does is on instinct. You can't coach a lot of what he does as it is just natural talent, a lot of the shots that he produces are just totally uncanny.[6]
  • Roger sa che ha i colpi per battere chiunque, guardandolo per un pò di tempo capisci che lui sta squadrando l'avversario prima di tirare il suo vincente. Sembra essere sempre in controllo. Quando arriva sulla riga, Roger sa che può davvero far male al suo avversario. Ciò che ha raggiunto è dovuto tutto alla sua sicurezza, è un giocatore molto sicuro.
Roger knows that he has the shots to beat anybody, a lot of the time you watch him, and realise that he is sizing up an opponent before he strikes his winner. He always seems to be in control. When he gets in the groove, Roger knows that he can really hurt an opponent. What he has achieved, has all been down to confidence, he is a real confidence player.[6]

Citazioni su Rod Laver[modifica]

  • I miei colleghi, come pure ogni storico o esperto di tennis che si rispetti, concorda che Laver era il migliore, il re, perché li ha vinti tutti e quattro. Non solo, li ha vinti tutti nello stesso anno – per ben due volte. È vero, a quel tempo le superfici erano solo due, erba e terra, ma ciò nonostante è divino. È inimitabile. (Andre Agassi)
  • Laver è stato il mio idolo fin da ragazzo. Per me ha sempre rappresentato il massimo per come giocava e quello che ha vinto. Un campione straordinario, vorrei assomigliargli. (John McEnroe)
  • Laver me l'aspettavo proprio così: una grande persona, un grande uomo. E per me è stato un grande onore incontrarlo. Spero di ripetere l'esperienza. Abbiamo parlato un po' di tutto. Non lo dimenticherò mai. (Roger Federer)
  • Non starò qui seduto a dirvi sono il più grande di sempre. Avete mai sentito Laver dire una frase del genere? (Pete Sampras)
  • [Sul confronto con Federer] Penso che Roger sia fenomenale, ma bisogna considerare che Laver era anch'egli assolutamente sbalorditivo e se non fosse passato ai professionisti e perso in tal modo cinque anni, avrebbe raggiunto un successo incredibile. Rod era decisamente uno dei più grandi e il modo in cui giocava ti stupiva perché non ti saresti mai nemmeno preoccupato di provare cose del genere. (Virginia Wade)
  • Se avessi avuto la forza mentale di Laver, avrei probabilmente vinto venti titoli in più. Ma non ho il killer instinct. (Arthur Ashe)
  • Tra le molte qualità che gli hanno consentito di essere considerato forse il miglior tennista di ogni epoca penso che la velocità di esecuzione sia stata la più importante. È probabile che essere mancino lo abbia aiutato nel rendere micidiale il suo servizio da sinistra, quasi sempre seguito a rete. (Rino Tommasi)

Note[modifica]

  1. Citato in Roger Federer Story, il Tennis Italiano, 1 febbraio 2010
  2. Citato in Valentina Di Marcantonio, Rod Laver difende Murray, Ubitennis.com, 12 febbraio 2011
  3. Citato in Antonio Gaito, Laver-Federer, evoluzione della specie, Pianetatennis.com, 9 giugno 2009
  4. Citato in Pietro Farro, Il tennis è un grattacielo: storie in punta di racchetta, Effepi Libri, 2005, p. 21, ISBN 88-6002-001-8
  5. (EN) Citato in Christopher Clarey, Federer Overwhelms Roddick, The New York Times, 25 gennaio 2007.
  6. a b c (EN) Citato in Mark Hodgkinson, 'Rocket' believes Federer has the whole world in his hands, The Telegraph, 12 novembre 2004.

Altri progetti[modifica]