Roger Ascham

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Roger Ascham

Roger Ascham (1515 circa – 1568), scrittore e umanista britannico.

Citazioni di Roger Ascham[modifica]

  • Non rimproverare troppo presto l'allievo, perché ciò andrà a detrimento della sua intelligenza e scoraggerà la sua diligenza, ma ammoniscilo dolcemente: questo farà sì che egli si voglia correggere e che sia contento di proseguire spinto dall'amore e dalla speranza di apprendere... Fa che il maestro dica: "Qui tu fai bene". Perché ti assicuro che nessuna pietra è più efficace a render aguzza una buona intelligenza e a incoraggiare l'amore per l'apprendimento che la lode... Secondo la mia opinione l'amore funziona più della paura, la dolcezza più delle percosse, per far apprendere in modo giusto un bambino.[1]

Attribuite[modifica]

  • Guarda tutte quelle teste matematiche chine solo e unicamente su queste scienze, come sono solitarie, come sono inabili a vivere con gli altri, come sono inadatti a servire al mondo.[2]

Citazioni su Roger Ascham[modifica]

  • «Attraverso l'esperienza» dice Roger Ascham, «troviamo una via breve, dopo un lungo errare.» Non di rado questo lungo errare ci rende incapaci di sostenere un ulteriore viaggio; e allora di che utilità è la nostra esperienza? (Thomas Hardy)

Note[modifica]

  1. Da The Schoolmaster.
  2. Citato in Eva Germaine Rimington Taylor, Mathematical Practitioners of Tudor and Stuart England.

Altri progetti[modifica]