Roy Lichtenstein

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La scultura Barcelona's Head di Roy Lichtenstein

Roy Fox Lichtenstein (1923 – 1997), esponente statunitense della pop art.

Citazioni di Roy Lichtenstein[modifica]

  • Dipingo le cose come le si vede qui in America: McDonald's, non Le Corbusier.[1]
  • In quasi mezzo secolo di carriera ho dipinto fumetti e puntini per soli due anni. Possibile che nessuno si sia mai accorto che ho fatto altro?[1]
  • L'arte è misteriosa, però definibile. | Misteriosa come un oggetto. | Definibile come una via. | Ma misteriosa come un oggetto. | Solo quando la via è ignota | Però, allo stesso modo rimane | Misteriosa come una via; | Ma non tanto, poi, | E sempre meno, finché | Finalmente tu puoi dire | Che non è tanto misteriosa; | La tua, appena appena | Quella degli altri, un po' di più | Quindi le vie dell'arte sono definibili | Poco per volta.[2]
  • Voglio che la mia opera abbia un aspetto programmato o impersonale, ma non credo di essere impersonale mentre la realizzo.[3]

Citazioni su Roy Lichtenstein[modifica]

  • Fu lui il primo a creare un'arte che osservava il mondo esterno con ottimismo e in maniera oggettiva, rompendo con l'espressionismo astratto preoccupato soltanto della sensibilità e tormento poetico intimista dell'artista. Fu una rivoluzione. (Ivan Karp)
  • Tutti gli artisti che conosco lavorano perché sono obbligati, per esorcizzare i propri demoni, anche se non amano né conoscono l' arte e non frequentano i musei. Ma quando usi troppo la tua ossessione finisci per esautorarne limitare la vitalità e alla fine non pulsa più. Roy è l' unico, insieme a Picasso, che non si autoestingue mai. Oltre alla tecnica impeccabile, è riuscito a mantenere la sua ossessione intatta e vitale fino al giorno della morte. (Ivan Karp)

Note[modifica]

  1. a b Citato in Corriere della Sera, 25 gennaio 2010.
  2. Dalla tesi di laurea dell'artista; citato in Corriere della Sera, 25 gennaio 2010.
  3. Citato in AA.VV., Il libro dell'arte, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 327. ISBN 9788858018330

Altri progetti[modifica]