Shade (rapper)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Shade, pseudonimo di Vito Ventura (1987 – vivente), rapper e doppiatore italiano.

Citazioni di Shade[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Alcuni cantanti, non solo rapper ovviamente, stanno in letargo tutto l'anno e si svegliano solo d'estate per fare la hit. Il periodo estivo, infatti, è il più propizio per arrivare in radio.[1]
  • In Italia mi piacerebbe [collaborare] Caparezza, che è snobbato dal mondo dei rap, anche se secondo me è uno dei pochi che riesce a mettere sempre contenuti anche nei pezzi più ballabili...[2]
  • [Riferito al rap in Italia] Ogni due-tre barre senti riferimenti a spaccio, blocco, degrado: sembra che arrivino tutti dal Bronx, cosa che ovviamente non è. I ragazzini che ascoltano rap, anche quando non vivono quelle realtà, si attaccano a quell'immaginario perché per loro è bello e trasgressivo far parte di un movimento di piccoli gangster che crescono. E magari tra dieci anni guarderanno indietro e diranno "Ma che cazzo di musica mi piaceva quando ero piccolo?".[3]
  • Bene ma non benissimo è stata l'estremizzazione di ciò che già facevo, perciò nessuno si è stupito più di quel tanto. Certo, c'è sempre chi dice che preferiva quando facevo gli incastri in freestyle, ma per me quella fase è un po' superata: fare solo strofe autocelebrative comincia a diventare un po' riduttivo, per come mi sento adesso.[3]

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Alice Castagneri, Shade: "I tormentoni sono l'emblema della musica usa e getta", LaStampa.it, 17 giugno 2016.
  2. Dall'intervista Shade, esce il nuovo singolo: "Sono come Leopardi, che però non si piange addosso", Tgcom24.mediaset.it, 10 giugno 2017.
  3. a b Dall'intervista di Marta Blumi Tripodi, Bene e pure benissimo: l'intervista a Shade, RollingStone.it, 3 dicembre 2017

Altri progetti[modifica]