Shojo sect

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Shojo sect

Manga

Immagine Simple Manga.png
Titolo originale

少女セクト
Shōjo sekuto

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Genere yuri, hentai
Autore Ken Kurogane
Testi italiani Cristian Giorgi
Editore Core Magazine
Pubblicazione 2003 – 2005
Editore italiano Magic Press

Shojo sect, manga del 2003 scritto e disegnato da Ken Kurogane, trasposto nel 2008 in una serie OAV.

Citazioni tratte dal manga[modifica]

Volume 1[modifica]

  • Setsuka: Senti... Mettiti con me.
    Asafuki: Insomma! Te l'ho già detto, no? Mi piace un'altra...
    Setsuka: E cosa c'è di bello in quella tizia?
    Asafuki: Amare e odiare non dipendono dalla ragione.
    Setsuka: Io posso dirti i motivi per cui ti amo, Asafuki!
    Asafuki: Allora se ti dicessi il motivo ti riterresti soddisfatta, Setsuka?
    Setsuka: Già. In questo modo saprò come fare a piacerti.
    Asafuki: Non ci intendiamo. Le cose non funzionano così!
    Setsuka: Sei stata maledetta.
    Asafuki: Eh?
    Setsuka: Innamorarsi di qualcuno senza nessun motivo è una maledizione. Una maledizione! Ti libererò da questa maledizione! (cap. V)
  • Cosa vuoi che ne sappia di amore una tizia che si infatua di qualsiasi bel viso veda? Ogni volta che trovi una ragazza carina, non la lasci più andare! Ogni volta! Anche adesso! Sei circondata da ragazze che ti servono per il tuo intrattenimento! Al mercato Handa c'è una grossa svendita di amore o cosa? (Momoko a Shinobu, cap. VII)

Volume 2[modifica]

  • Poco fa ho detto quella cosa, ma il tuo seno lo preferisco piccolo. Lo sai? Lo sai perché? Per succhiarlo meglio. (Kirin a Shinobu, cap. XI)
  • Shinobu: Kii-chan, lo sapevo... mi sento strana. Perché nel sedere?
    Kirin: Perché l'altro posto... lo lascio alla persona che ami. (cap. XI)
  • Ascoltami, Momoko. Se distogli lo sguardo da ciò che per te è importante, causerai dolore a tutti quelli che ti circondano. (Madre di Momoko, cap. XIII)
  • Non mi allontanerò mai da te, dovessi finire in cenere. (Momoko a Shinobu, cap. XIII)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]