Simon Lokodo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Simon Lokodo (1957 – vivente), politico ugandese.

Citazioni di Simon Lokodo[modifica]

  • L'omosessualità è una dipendenza e come tale si acquisisce, e non si può nascere dipendenti.[1]
  • Lo stupro eterosessuale è preferibile a un rapporto omosessuale.[2]
  • Qualsiasi donna che indossi una gonna sopra il ginocchio dovrebbe essere arrestata.[3]
  • L'omosessualità non è naturale per gli ugandesi, ma c'è stato un massiccio reclutamento da parte di persone omosessuali nelle scuole, e in particolare tra i giovani, dove stanno promuovendo la falsità secondo cui le persone nascono in quel modo.[4]
  • La nostra attuale legge penale è limitata. Criminalizza solo l'atto. Vogliamo chiarire che chiunque sia anche coinvolto nella promozione e nel reclutamento deve essere criminalizzato. A coloro che commettono gravi atti verrà inflitta la condanna a morte.[4]

Citazioni su Simon Lokodo[modifica]

  • Ho detto al Reverendo – l'unico al mondo a guidare un ministero per l'Etica e l'Integrità – che in Uganda ci sono molte cose più gravi di cui preoccuparsi, piuttosto che pensare a un uomo gay che va a letto con un altro uomo gay. Per esempio il numero di bambini stuprati è quasi epidemico, ed è terribile. E lui mi ha risposto: «Ah, ma è il tipo giusto di stupro». Gli ho ricordato che c'era la telecamera accesa, «stiamo filmando» e lui ha detto «sì». Così gli ho chiesto di spiegarmi cosa intendeva. «Beh, sono gli uomini che violentano le ragazze. È naturale». (Stephen Fry)

Note[modifica]

  1. Citato in Uganda, il ministro dell’Etica: "Noi tolleriamo i gay perché non li pestiamo", Gaiaitalia.com, 19 febbraio 2014
  2. Citato in Il reverendo ugandese: «Lo stupro di un bambino è più naturale dell’omosessualità», Lezpop.it, 28 febbraio 2014
  3. Citato in Uganda, le donne contro il bando alle minigonne: “Molestie da parte della polizia”, Lepersoneeladignita.corriere.it, 28 febbraio 2014
  4. a b Citato in Uganda, riproposta legge "Kill the Gays", Ilprimatonazionale.it, 10 ottobre 2019

Altri progetti[modifica]