Simona Baldelli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Simona Baldelli (... – vivente), scrittrice italiana.

Evelina e le fate[modifica]

Incipit[modifica]

Evelina cercava la pace e il silenzio.
Per questo si svegliava prima di tutti. prima del padre che andava presto nei campi, prima della madre e della nonna che facevano le faccende, prima dei fratelli più grandi che andavano a scuola e di quelli più piccoli che invece dormivano fino a tardi. Certe mattine si svegliava persino prima del gallo.
Le piaceva stare un po' alla finestra della camera e guardare Candelara.
Quella mattina le case verso il paese erano sparite nel bianco.
Poi le sembrò che la neve si muovesse.

Citazioni[modifica]

  • Una principessa era più importante degli sfollati, ma allora perché stava sotto la stalla? (p. 53)
  • «Se pensiamo che le cose ci riguardano solo quando ci toccano, siamo tutti colpevoli.» (p. 233)

Explicit[modifica]

La gente aveva riempito le strade e c'era chi andava a piedi, chi in bicicletta, chi col carro ed i buoi.
Facevano tutti un gran rumore, specialmente quelli che suonavano le trombe delle moto e delle macchine.
Quelli che stavano più lontani, già sulla riva del mare, non parevano neanche cristiani.
Erano formiche che andavano una dietro l'altra ad infilarsi sotto terra.

Bibliografia[modifica]

  • Simona Baldelli, Evelina e le fate, Giunti Editore, 2013.

Opere[modifica]