Smallville (settima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Smallville.

Smallville 2001 logo.svg

Smallville, settima stagione.

Episodio 2, La ragazza di Krypton[modifica]

  • A giudicare da questo suono allucinante... e dallo spettacolo delle luci psichedeliche... c'è qualcosa di grosso dietro quella porta, e non sono i Pink Floyd! (Lois)

Episodio 3, Lo scrigno del tempo[modifica]

  • Sono stato salvato dalla morte due volte. Tutte e due le volte grazie a un membro della famiglia Kent. Non sono un uomo che crede alle coincidenze. Presto o tardi scoprirò la verità: sei la salvezza, o sei il pericolo? (Lex)

Episodio 5, Il supereroe[modifica]

  • Le persone vedono solo quello che credono possibile. (Clark)
  • Non tiro fuori un fumetto da quando eravamo amici, cioè da quando le cose erano bianche o nere. Adesso so che il Bene e il Male sono grigi, e le storie hanno perso la loro magia. (Lex a Clark)
  • Nel mondo dei fumetti, se il tuo destino è salvare l'umanità, dovrai rimanere da solo. (Lex)
  • Rachel Davenport: Un amore così l'ho visto solo una volta.
    Lana: Che è successo?
    Rachel Davenport: È finita la scena!
  • Se credo in qualcosa non cambio idea, anche se tutto il mondo dice che sbaglio. (Lex)

Episodio 6, La fondazione Isis[modifica]

  • I Luthor sono fatti per sopravvivere. (Lionel)
  • Nessun uomo è un'isola chiusa in se stessa. (Lionel)
  • Riesci bene ad ingannare le persone che hai intorno e forse anche te stesso, ma non me. (Lionel)
  • Chloe: Lo so che ti sembrerà di parte detto da me, ma tu e Kara siete di due mondi diversi, sii prudente, ok?
    Jimmy: Chloe, Kara viene dal Minnesota, non è mica di un altro pianeta!

Episodio 7, Furia omicida[modifica]

  • Clark: Chloe, sai cosa si prova a chiedersi se chi ami non è chi pensavi che fosse?
    Chloe: Tu stai facendo questa domanda a me?
  • Che cos'è più forte, Clark? Il suo odio per me, o l'affetto che ha per te?. (Lex)
  • La cosa buffa delle ossessioni è che sopravvivono a tutto. Anche all'amore. (Lex)
  • È dura accettare quello che si ha creato vero? (Lex)

Episodio 8, L'Anello Blu[modifica]

  • Il debole va sacrificato per salvare il bene superiore. (Zor-El)
  • Oh mio Dio, hai detto ridotto male ma non pensavo come Fight Club! (Chloe a Clark)

Episodio 10, Il Sosia[modifica]

  • Milton Fine/Brainiac: Tu non sei Kal-El.
    Clark/Bizarro: Sono la nuova versione migliorata.
  • Lex: Mi stai dicendo che non avevi voglia di rivedere Julian? Di guardare negli occhi il figlio perduto?
    Lionel: Sei tu quello perduto.
  • A Lex interessa solamente Lex. (Grant Gabriel)

Episodio 11, Urlo Ultrasonico[modifica]

  • Oliver Queen/Freccia Verde: Bello il tuo look. Italiano?
    Dinah Lance/Black Canary: Perché, vuoi dare indietro la calzamaglia?
  • Clark: Hai messo in pericolo Chloe!
    Oliver: Quindi, tralasciamo tutta la parte del 'ciao, che piacere rivederti'? Come vuoi...
  • Se credi che il trucchetto di accogliermi a petto nudo con tutti quei muscoli levigati funzioni... hai proprio ragione... (Lois)
  • Allora... fra le tante notti passate insieme tra i lavarsi i denti e il coccolarsi tra le lenzuola non hai mai trovato un momento per dirmi che ti aggiri per le strade vestito di pelle verde con un bell'arco? (Lois)
  • Lois[a Oliver]: Magari sarò solo egoista, ma non voglio stare in pensiero per te tutte le notti e non sarei brava a gestire la storia della doppia identità... io non posso condividerti con il resto del mondo.

Episodio 12, Viaggio nella mente[modifica]

  • Lex: È un riflesso condizionato: ti vedo e sento di dovermi difendere.
    Clark: Il senso di colpa fa questo.
  • Clark: Ti rendi più conto di quando menti o no!?
    Lex: Non fingo più che mi interessi essere creduto da te, perché non lo fai anche tu?
    Clark: Perché a me interessa Lex, c'è un lato di te che sa cosa è giusto.
    Lex: Wow... come farei senza Clark Kent, La voce della ragione!?
    Clark: Quella voce non sono io, Lex, sei tu: c'è ancora del buono in te, perché non dai ascolto a quella voce!?
    Lex: Dovevo arrivare a un passo dalla morte per vedere il tuo lato più tenero.
    Clark: Credimi: non c'è cosa persa che non si possa ritrovare.

Episodio 14, Il Viaggiatore[modifica]

  • Jor-El, tra milioni di pianeti sparsi nell'universo hai scelto di mandare il tuo unico figlio su questo, sulla Terra! L'hai affidato a noi perché lo proteggessimo... ora siamo noi ad avere bisogno di te, aiutaci! Hai il dovere di salvare tuo figlio! (Chloe)
  • La verità può essere facilmente manipolata. (Lionel)

Episodio 15, Il segreto delle chiavi[modifica]

  • E se questo è tutto per Batman e Robin, la sicurezza sarà lieta di accompagnarvi fuori. (Lionel a Lois e Jimmy)
  • Veritas, il più grande segreto mai esistito. (Edward Teague nel 1989)
  • Tutto questo è molto più grande dei Queen, dei Teague e dei Luthor. (Edward Teague nel 1989)
  • Lex! Sei pronto per una nuova avventura? Io e te stiamo per prendere un elicottero, andremo in un paesino chiamato Smallville. (Lionel il 7 ottobre 1989)
  • Io sono stato scelto da Jor-El per servirlo, per essere il suo veicolo, il suo emissario. (Lionel)
  • È troppo tardi, Kal-El. (Lana)

Episodio 16, Il Medaglione del Potere[modifica]

  • Sicuramente ci sono stati momenti in cui Re Artù si è pentito di aver estratto la spada dalla roccia, ma non ha mai rinunciato alla sua Ricerca. Tu perché l'hai fatto? O forse hai già trovato il Viaggiatore che tu e gli sfortunati membri della Veritas stavate cercando? (Lex a Lionel)
  • Non era un caso che il giorno della pioggia di meteoriti ci trovassimo a Smallville. (Lex a Lionel)
  • Hai sacrificato me per il viaggiatore. Perché? (Lex a Lionel)
  • C'è solamente una persona di cui ti fidi: te stesso. Sono stato cresciuto nella tua ombra, adesso tu morirai nella mia. Dimenticheranno perfino il tuo nome! (Lex a Lionel, prima di buttarlo giù dalla finestra della LuthorCorp)
  • [Lex bambino, ossia la sua parte buona, parla nella mente a Lex adulto, la controparte malvagia]
    Lex buono: L'hai ucciso... hai ucciso papà per una collana!
    Lex: Tu non sei reale.
    Lex buono: Era cattivo a volte, ma ci voleva bene, Lex.
    Lex: Esci dalla mia testa, esci DALLA MIA TESTA!
    Lex buono: NON AVRESTI DOVUTO FARLO LEX!.
    Lex: NON AVEVO SCELTA!
  • Lois:[parlando con Jimmy dell'omicidio di Lionel Luthor] Mentre noi eravamo qui a fotografare tutto tranne l'acqua minerale, dall'altra parte della strada si consumava la storia di una vita!
  • Non puoi fuggire Lex. Ovunque tu andrai io sarò sempre con te. Non può liberarti di me, hai bisogno del mio aiuto: c'è ancora una parte buona dentro di te, io lo so. (Lex buono)
  • Questa è Smallville! Mostri da meteoriti, navicelle spaziali, simboli criptici! Queste minacce sono reali, qualcuno deve tenerle sotto controllo, qualcuno deve proteggere il mondo! (Lex)
  • Clark[riferendosi all'omicidio di Lionel da parte di Lex]:Come può averlo fatto Lex?! Come può un figlio uccidere il proprio padre?!
    Chloe: L'assoluta mancanza d'amore, pare sia questa la definizione del Male.

Episodio 17, Spia per caso[modifica]

  • Sono rientrata. Sono su Krypton. (Kara)
  • Chi gioca al Grande Fratello con me? Jimmy?! Ma perché ti sei messo a spiarmi? (Chloe)
  • Lei è un Luthor! Crea accordi politici per sport! (Jimmy a Lex)
  • Kal-El deve tornare a casa Clark, è il momento. (Chloe)

Episodio 18, Apocalisse[modifica]

  • Clark: L'arresto di Lois ha a che vedere con Lex?
    Jimmy: Oh, adesso dai del tu al presidente!?
  • Lois: Molto comodo avere un contaminato al mio fianco!
    Clark: Io non sono un contaminato.
    Lois: Certo. È un disastro ma il lofto di Olsen è l'ultimo posto dove gli squadroni di Luthor verrebbero a cercarci.
    Clark: Come mai sei il pericolo pubblico numero 1?
    Lois: Non lo sono ma ho un documento strettamente riservato che dimostra che Luthor sta mettendo in pericolo il Paese, guarda qui.
    Lex[nel video]:Le immagini satellitari hanno rivelato che il nemico ha predisposto missili nucleari puntandoli contro il nostro paese, concittadini americani noi non accetteremo di vedere minacciate le nostre case, questa azione ostile non ci lascia altra scelta che il ricorso alla forza.
    Lois: Però c'è un piccolo problema: la minaccia è fasulla come il parrucchino di mio zio, i missili non esistono!
    Clark: Non mi sorprende che Lex abbia mentito, ma perché inscenare una crisi nazionale che non c'è?
    Lois: Mentre il D.D.S. mi stava accompagnando al mio interrogatorio ho sentito un agente dire che stavano portando l'aquila in cima alla montagna.
    Clark: Sembra una sorta di codice!
    Lois: Significa che stanno spostando Luthor nel bunker Norad e lo farebbero per una sola ragione: una guerra nucleare e visto che la minaccia è finta significa che intende colpire lui il nemico con un attacco nucleare preventivo. Devo pubblicare la verità sul Planet prima che Luthor prema quel pulsante.
    Clark: Ma se Lex sferra questo attacco le due parti si distruggeranno a vicenda.
    Lois: Bravo è questo che non capisco Luthor non è un suicida perché vorrebbe cancellare la terra?
    Clark: A causa sua! [E indica Fine nel video ]
    Lois: Milton Fine?! Il capo di stato maggiore, è potente ma non tanto da poter usare una bomba nucleare!
    Clark: A quanto pare lo è invece!
    Lois: Di che stai parlando?!
    Clark: C'è lui dietro a tutto questo a Milton Fine non interessa quello che succede al pianeta perché non è umano: è una macchina!
    Lois: Sì, in effetti sembra un po' rigido ma stai dicendo che è un androide?!
    Clark: Se ci fossi stato io tutto questo non sarebbe successo, pensavo che senza di me sarebbe andato tutto meglio invece è peggio di quanto immaginassi!
    Lois: Non capisco come tutto questo abbia a che fare con te! Sei un androide anche tu!
    Clark: Io sono la persona che può sconfiggere Fine! Devi fidarti di me!
    Lois: Luthor terrà una conferenza stampa a Smallville tra 20 minuti l'unico modo per fermare il suo piano è prendere la valigetta con i codici per l'attacco.
    Clark: Se la distruggessi non potrebbe avviare il lancio.
    Lois: Quella valigetta è sorvegliata meglio dei gioielli della corona.
    Clark: Passerò la sicurezza.
    Lois: Aspetta! Anche se riuscissi a infilarti la dentro spiccheresti come una margherita sopra un prato, devi mimetizzarti.
    [Lois apre un armadio con dentro dei vestiti]
    Lois: Il co-inquilino di Olsen ha la taglia giusta.
    Clark: Lois non c'è tempo per questo!
    Lois: Allora sbrigati, spogliati. Va bene. Kent non è il momento di fare il timido, la fine del mondo è imminente. [Lois esce dalla stanza e tenta di spiarlo dalla porta ma Clark esce subito]
    Lois: Niente male. Ecco metti questo. [E da a Clark il suo cartellino da giornalista ]
    Clark: Lois Lane?
    Lois: Se te lo chiedono è uno sbaglio il tuo nome è Louis!
    Clark: Che succede adesso?
    Lois: Manca qualcosa!
    [E li mette degli occhiali ].
  • In passato ho già visto un pianeta distrutto, non lascerò che accada di nuovo. (Kara)
  • I leader si distinguono dalle decisioni difficili che sanno prendere. (Lex)
  • Signor Presidente, la storia ricorderà per sempre il suo nome. (Milton Fine/Brainiac [a Lex])
  • A volte le cose vanno così tremendamente male, che l'unico modo per rimediare è ricominciare da capo. (Lex)
  • Clark: Zod è ancora vivo?
    Milton Fine/Brainiac: È intrappolato, nella zona fantasma. Senza più umani userò Kara per liberarlo.
  • [Zod] e anche Lex Luthor, il veicolo. Insieme ripopoleranno il pianeta, e Kripton risorgerà di nuovo. Tu non puoi cambiare il corso della storia, Kal-El. (Milton Fine/Brainiac)
  • Non tutti i bambini nascono per diventare eroi. Kal-El morirà su Kripton, e ora tu condividerai la sua sorte. (Milton Fine/Brainiac [a Kara])
  • Non possiamo cambiare il passato, possiamo solo influire sul futuro. (Clark)
  • Sai dopo molti anni passati a guardare Dr. House pensavo di trovare qualcosa da dire ma... ho la mente svuotata. (Lois)

Episodio 19, La Ricerca[modifica]

  • Per ogni sprazzo di luce nell'universo c'è un buco di oscurità. (Edward Teague)
  • A Lex Luthor non può essere concesso di controllarti, nessuno può! A nessun costo. (Edward Teague a Clark)
  • L'ossessione di mio padre mi ha reso orfano molto prima che morisse. (Lex)
  • La profezia afferma che il viaggiatore avrà un potente avversario. Non avrei mai potuto prevedere che sarebbe stato il piccolo Alexander. (Edward Teague)
  • Se non c'è il Viaggiatore, non può esistere il Distruttore. (Edward Teague)
  • Nella leggenda il viaggio dell'eroe finisce con una battaglia... (Jimmy)
  • Ogni battaglia ha un vincitore. (Chloe)

Episodio 20, Artico[modifica]

  • Quando sono nei guai di solito le persone fuggono in Sud America... (Kara/Brainiac)
  • Sai è curioso... Ogni volta che menziono la Veritas, tutti vengono colti da un'improvvisa amnesia! (Kara/Brainiac [a Lex])
  • Cosa diavolo ci fa Clark Kent con una scatola di kriptonite? (Chloe)
  • Spesso la vita è ingiusta, Jimmy. (Lex)
  • Lex: Ti stavo aspettando Clark. È un bel salto di qualità rispetto al fienile. [riferendosi alla Fortezza]
    Clark: Ora sta calmo Lex! Non è come credi!
    Lex: Ti sbagli, finalmente ho capito tutto. Tu vivi fra di noi, lavori alla fattoria e sembri una persona buona, ma provieni da un altro pianeta e pianifichi l'annientamento della razza umana.
    Clark: È esattamente il contrario.
    Lex: Un'ottima interpretazione Clark, ti meriti i miei complimenti.
    Clark: Io non sono tuo nemico! Non ho mai voluto farti del male.
    Lex: Tu non ti fidi di me, con i tuoi grandi poteri, con le cose che sai fare, hai idea di quello che avremmo potuto compiere insieme!? Con me saresti diventato un eroe!
    Clark: Hai sempre pensato solamente a te stesso!
    Lex: Non è vero, io voglio tutelare il mondo. Ho il dovere di proteggere la razza umana.
    Clark: Si tratta della mia vita, non hai il diritto di controllarla!
    Lex: E HO IL DIRITTO INVECE! Dopo tutti i sacrifici che ho fatto e il male che ho subito! Ora ne afferro il senso, ora ho capito che mi era stato riservato un grande destino. Tutto mi ha condotto a questo momento.
    Clark: Se davvero credi che questo sia il tuo momento, fa come vuoi, sei solo tu a decidere, perché nessuno ti sta costringendo, sei responsabile di qualunque cosa accada.
    Lex: Vorresti riconquistare la mia fiducia?! È impossibile: tu mi hai voltato le spalle. Mi dispiace Clark, ma tu sei il Viaggiatore! Hai nelle mani il futuro dell'intera umanità e della Terra, ed è mio dovere fermarti!
    Clark: Lex!
    Lex: Non minaccerai più questo pianeta, Kal-El!
    Clark: Lex NO!
    [Lex posiziona la Sfera in mezzo ai cristalli della Fortezza, che inizia a crollare]
    Lex: Ti voglio bene come a un fratello, Clark! Ma è così che doveva finire... Mi dispiace!
    [la Fortezza crolla e scompare sotterrandoli]

Altri progetti[modifica]