Suits (nona stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Suits.

Suits, nona stagione.

Episodio 1, Tutto è cambiato[modifica]

  • [Harvey e Donna hanno passato la notte insieme]
    Donna: Rachel chiamami quando senti il messaggio...è successo e sto parlando di...[Arriva Harvey] oh cazzo, devo andare!
    Harvey: Chi era?
    Donna: Nessuno...Rachel.
    Harvey: Glielo hai detto vero?
    Donna: No! Sì...
    Harvey: Beh, in tal caso spero lei senti il messaggio prima di Mike, gli ho lasciato una vera chicca!
    Donna: Cosa? Non ti ho autorizzato a farlo. Aspetta, sul serio, che gli hai detto?
    Harvey: Tu che hai detto a Rachel?
    Donna: Che sei stato meglio la prima volta.
    Harvey: Bene, è ciò che ho detto a Mike di te!
    Donna: No, non lo hai fatto e neanch'io, perché non è vero. Perché più vigoroso non è necessariamente migliore.
    Harvey: Neanche più giovane.
    Donna: Davvero? 12 ore e già dici questa cosa?
  • [Louis è fuori la porta di Donna]
    Donna: Mi ha appena scritto, è qui fuori.
    Harvey: Non può vedermi qui.
    Donna: Che cosa facciamo?
    Harvey: Non posso fuggire dalla finestra se volevi suggerirlo. Siamo al dodicesimo piano!
  • Harvey: Non capisco...come può essere così bravo come avvocato e non vedere quello che ha davanti agli occhi?
    Donna: A dire il vero tu non hai visto quello che avevi davanti agli occhi per 12 anni!
  • Harvey: Una settimana fa non sarei mai passato sapendo che stavi con Thomas ma l'altra notte non ci ho pensato, perché quando ho capito che dovevamo stare insieme...era come se lo fossimo da sempre.
    Donna: Oh-oh, così mi farai piangere.
    Harvey: È solo l'inizio. Pensavo di perdere tutto all'udienza e non è stato così...ma mi sentivo vuoto, poi ho vinto e tu non eri lì. Voglio dire che tutto ha avuto un senso...alla fine sono dove dovrei essere.
    Donna: Entrambi lo siamo... [Harvey sorride] Che c'è?
    Harvey: Indovina il nome del falso locatario? Rick Sorkin.
    Donna: Oh mio dio, è il ragazzo che non si è presentato al colloquio il giorno in cui hai assunto Mike!
    Harvey: Vedi...ecco cosa amo di te. Mi capisci.
    Donna: Ami di me?
    Harvey: Amo di te.

Episodio 2, Rappresentante giudiziario[modifica]

  • Donna: Harvey, dobbiamo parlare!
    HArvey: Sono d'accordo e mi dispiace Donna, so che non sarai d'accordo con me...
    Donna: Quella donna deve andarsene! Subito.
    Harvey: Cosa?
    Donna: Come cosa.
    Harvey: Stavo per dirtelo io.
    Donna: E quindi?
    Harvey: Quindi non cercherai di farmi cambiare idea? Non è da te.
    Donna: Ah, è vero, non è da me.
    Harvey: Forse non cercherai di farmi cambiare idea perché sei meno rigida da quando noi...
    Donna: Da quando noi, cosa?
    Harvey: Niente. Da quando noi niente.
    Donna: Esatto, perché se c'era una persona rigida quella eri tu.
    Harvey: Ma io mi comporto in modo coerente.
  • Donna: Come fai a far pensare sempre agli altri che andrà tutto bene?
    Harvey: Perché sono Superman!
    Donna: No, avresti dovuto dire, pensavo la stessa cosa di te.
    Harvey: Ma Superman non lo direbbe mai. Si aspetterebbe che Lana Lang lo sapesse.
    Donna: Se non te ne fossi accorto io non sono Lana Lang, io sono Lois Lane.
    Harvey: Tu hai il meglio di entrambe, anche Lana ha i capelli rossi. È abbastanza sdolcinato per te? Perché vado a salvare Metropolis!
    Donna: Salvare Metropolis? Non sai neanche il tuo numero di telefono!

Episodio 3, Mulini a vento[modifica]

  • Donna: Harvey, non voglio che tu combatta le battaglie per me.
    Harvey: E ieri hai detto che ciò che accade qui, non deve mettersi tra di noi. Si sta mettendo tra di noi e la cosa deve finire!
    Donna: Hai ragione l'ho detto. Ma per impedire a Fey di mettersi tra di noi non dobbiamo combatterla ma usare la tua idea.
    Harvey: Di che cosa parli?
    Donna: Andremo a cena fuori presto e parleremo di tutto, tranne che di questo posto e di Fey.
    Harvey: Donna, il mio cliente è stato licenziato.
    Donna: E fra tre ore lo sarà ancora, ma se ti conosco e ti chiarisci le idee potrebbe non esserlo più fra quattro. Che ne dici?
    Harvey: Io dico ristorante italiano.
  • Donna: Ok, non so chi sia ma direi che è ora di cambiare argomento, non si doveva parlare di lavoro e abbiamo sprecato mezza bottiglia su Fey Richarson.
    Harvey: Hai ragione, allora parliamo di qualcos'altro.
    Donna: Qualsiasi cosa.
    [Rimangono in un silenzio imbarazzante]
    Harvey: L'acqua è buona.
    Donna: Sì, è bagnata, è molto bagnata.
    Harvey: Allora? Hai letto qualche buon libro ultimamente?
    Donna: Libro? È il meglio che riesci a fare? Acqua e libri?
    Harvey: Ehi, non mi sembra che tu ti impegni tanto. L'acqua è bagnata chi l'ha detto!
    Donna: Lo so, mi sono agitata! Insomma è normale no? Abbiamo passato quasi ogni minuto di ogni giorno insieme negli ultimi 15 anni e ora non riusciamo a trovare niente da dirci!
    Harvey: E se fosse così? Se avessimo esaurito le cose da dirci?
    Donna: È questo che sai dire quando mi preoccupo che non abbiamo niente da dirci? Ma che ti succede?
    Harvey: Oh mio dio.
    Donna: Che c'è?
    Harvey: Mi hai appena ricordato la mamma di Ricky Garfield. Lui si era appena trasferito, avevo 16 anni, sono andato a trovarlo e lei era lì, una bellissima rossa. Mi sono innamorato di lei appena l'ho vista. Mi sono reso conto che me l'hai sempre ricordata. Che c'è?
    Donna: È bello sapere che c'è ancora qualcosa di te che devo scoprire.

Episodio 4, Cairo[modifica]

  • Donna: Un secondo...in che senso se vogliamo che funzioni?
    Harvey: Donna, sai che staremo insieme per sempre, vero?
    Donna: No se è questo il modo in cui vuoi chiedermelo!
    Harvey: Non importa come te lo chiedo.
    Donna: Perché no?
    Harvey: Perché sappiamo comunque te lo chieda, non sarà come tu mi avresti istruito a chiedertelo! Perciò tanto vale chiedertelo come voglio io.
    Donna: ...questo...è...io...
    Harvey: Continua.
    Donna: Ok.
    Harvey: Impappinati. È solo la seconda volta che ti vedo senza parole.
    Donna: Quindi siamo fidanzati.
    Harvey: Beh, io...io...
    Donna: Ah-ah, guarda chi si è impappinato!
    Harvey: No, è che io non avevo mai considerato il matrimonio parte...
    Donna: Parte di cosa, dello stare insieme per sempre?
    Harvey: [Gli suona il telefono] Oh santo cielo, non avrei mai pensato di dirlo ma grazie a dio mi chiama mia madre!

Episodio 5, Se la scarpetta calza[modifica]

  • Harvey: Lo sai? Solo perché lei ti ha dato la chiave non vuol dire che starai qui.
    Mike: Perché dovrei stare qui? Ho il mio vecchio appartamento che fingi di affittare per me. Rick Sorkin? Ti sei rammollito.
    Harvey: Lo usco come sgravio di imposta.
    Mike: Come si chiama lo sgravio di imposta, sono un tenerone?
    Harvey: Forse sono sempre stato un tenerone.
    Mike: E che fine ha fatto l'affetto ti rende debole?
    Harvey: Confondi l'affetto con il trasferirsi a Seattle!
  • Harvey: Sentiamo.
    Mike: Sentiamo cosa?
    Harvey: Perché sei davvero qui. Non me la bevo che ti presenti all'improvviso senza un motivo.
    Mike: Se vuoi proprio saperlo è per affari.
    Harvey: Affari come supplicare di riavere il tuo lavoro? Troppo tardi ti abbiamo rimpiazzato.
    Mike: Sì, ma ha una laurea in legge?
    Harvey: Cavolo! Sapevo di non aver controllato qualcosa!
    Mike: Vedi? Se avessi la mia memoria non dimenticheresti queste cose.
    Harvey: Dimenticherei di chiudere a chiave una valigetta piena di erba.
    Mike: La serratura era rotta!
    Harvey: Il tuo cervello è rotto! Forza, puoi dirmelo, chi è il cazzone che devi affrontare?
    Mike: Credo che tu lo conosca molto bene...si chiama Harvey Sfinkter. Gli piace tanto metterti alle strette.
    Harvey: Mi prendi in giro? Un volo di 5 ore e il meglio che trovi è Sfinkter?

Episodio 7, Strada panoramica[modifica]

  • Harvey: Ho ricevuto una strana chiamata.
    Samantha: Quale?
    Harvey: Penso che Louis si stia spacciando per me.
    Smantha: Scherzi?
    Harvey: No, anzi...non solo lo penso...è sicuro al 100% che va in giro per la città spacciandosi per me.
    Samantha: E come ti fa sentire?
    Harvey: A dir la verità mi sembra la cosa più divertente del mondo!
    Samantha: Ma che cavolo avete voi due? Quando ho scoperto che Katrina si spacciava per me, volevo ucciderla. Tu invece gli vuoi dare un Emmy!
    Harvey: Credimi, molte volte avrei voluto uccidere Louis, l'ho anche sbattuto contro un tavolo anni fa!
    Samantha: Davvero? Perché?
    Harvey: Lasciamo perdere.
    Samantha: Ah, ma dai!
    Harvey: Aveva scoperto che ero andato con sua sorella!
    Samantha: Tu l'hai fatto con sua sorella?
    Harvey: Lei non gli assomiglia per niente, giuro.
    Samantha: Aspetta, fammi capire...non solo sei andato con la sorella, l'hai anche picchiato perché sei andato con sua sorella.
    Harvey: È complicato, ma i conti tornano. Fidati.
    Samantha: Per come la vedo io, Louis è geloso di te, innamorato di te e intimidito da te allo stesso tempo.
    Harvey: È una notizia del 1996.

Episodio 8, Il dilemma del prigioniero[modifica]

  • Malik: Hai fame Harvey? Dopo averti preso mi sono reso conto che forse non avevi fatto colazione.
    Harvey: Dato che me lo hai chiesto, prendo due uova, un caffè e di contorno un leccami il culo!

Episodio 9, La sfuriata[modifica]

  • Mike: Qualcuno ha chiamato Robin? Perché sono quasi sicuro di aver visto il bat segnale ieri sera.
    Harvey: Mike che cosa ci fai qui?
    Mike: Presto un servizio di pubblica utilità. Nessuno dovrebbe vedere quel pigiama!
    Harvey: Beh, ti è andata di lusso, dovresti vedere quelli di Louis! Avanti cosa ci fai qui?
    Mike: Senti quando è morta mia nonna ho passato un brutto momento e tu mi hai aiutato ad uscirne. Ti restituisco il favore.
    Harvey: Cosa intendi?
    Donna: Intende, cosa ci sarebbe di meglio vedere la donna che ci ha reso la vita impossibile, avere quello che si merita.
    Harvey: L'hai spinto tu a farlo, vero?
    Donna: Beh, almeno non l'ho spinto a fingersi avvocato, o no?
    Harvey: Giusto in tempo. Voi due spalle aspettatemi qui mentre mi vesto, poi mi aggiornerete.
    Mike: Spalle?
    Harvey: Tu ti sei definito Robin, cosa preferiresti che dicessi, un adulto in mutande che si fa chiamare supereroe? Cosa?
    Mike: Niente, solo...che è bello vederti fare ancora lo stronzo!
    Donna: Non avrei saputo dirlo meglio!

Episodio 10, Un ultimo raggiro[modifica]

  • Un'altra cosa...siamo quello che resta di Pearson Hardman. Se questa sarà la nostra fine voglio dirvi che non c'è nessun altro che vorrei al mio fianco a parte voi. (Louis) [Ad Harvey e Donna]
  • Louis: Gretchen sei sola?
    Gretchen: Non più ora. Louis che ci fai qui?
    Louis: Sono qui perché abbiamo un piano per mandare via Fey una volta per tutte e ci serve il tuo aiuto. Ma non rischi solo il lavoro, può essere falsa testimonianza, vuol dire che...
    Gretchen: Lavoro negli studi legali da quando avevi il pannolino, so cosa vuol dire. Di qualsiasi cosa si tratti ci sto!
    Louis: Sei sicura?
    Gretchen: Quando ho iniziato a lavorare per te ho pensato, non posso passare un altro secondo con questo pazzo. Non fraintendermi, lo sei ancora, ma se deve finire tutto, va bene, perché so con che squadra sto.
  • Louis: Lo studio è di nuovo nostro!
    Harvey: È così Louis, sta già traslocando.
    Louis: Allora la prima cosa è farti tornare. [Guardando Samantha]
    Alex: Sono d'accordo. Se non altro per aver dato ad Harvey quello che si meritava.
    Harvey: A proposito, non dovevi mettere poca forza in quel pugno?
    Samantha: L'ho fatto, ma si vede che hai la mascella debole come Mike!
    Mike: Ehi! Adesso te la prendi con me?
    Samantha: È quello che farebbe Harvey!
    Harvey: Ha ragione, lo farei!
    Mike: Lo immaginavo.
    Louis: Harvey, devo saperlo, come l'hai convinta ad andarsene?
    Harvey: Vuoi sapere come ho fatto? Sono il miglior mediatore che ci sia in città, ho mediato!
    Louis: Sul serio Harvey, devo saperlo.
    Harvey: Mi dispiace dirtelo Louis ma non lo saprai mai!
    Louis: Harvey, andiamo...
    Harvey: Vuoi davvero saperlo? Le ho dato Parco della Vittoria e Viale dei Giardini.
    Louis: Ah cavolo.
    Donna: Harvey...lascialo perdere. Voglio dire una cosa. Fey se ne va perché abbiamo rischiato tutto gli uni per gli altri, l'abbiamo sempre fatto e lo facciamo per una ragione...ci vogliamo bene. Se non è un buon motivo per brindare, non so cos'altro lo sia!
  • Harvey: Louis.
    Louis: Harvey! Dove sei stato? Gli unici due testimoni siete tu e la sorella di Shila e non ho visto nessuno dei due per tutto il giorno!
    Harvey: Louis, rilassati è tutto sotto controllo. Ehi, aspetta, indossi un tight?
    Louis: Ovvio che indosso un tight, mi sorprende che tu non lo abbia!
    Harvey: Non me l'hai detto!
    Louis: Pensavo fosse sotto inteso! Potevi indossare il copri pantaloni di cuoio aperti sul culo!
    Harvey: Non sei il principe d'Inghilterra.
    Louis: No, ma rimpiango di aver chiesto ad uno sciattone di fargli da testimone!
    Harvey: Beh, se la pensi così, posso tirarmi indietro anche subito!
    Louis: Non essere ridicolo, stai benissimo!
    Harvey: In verità non sono elegante quanto te.
    Louis: Lo pensi davvero?
    Harvey: Certo che no, sembri Mr. Peanuts!
    Louis: Cazzo, Harvey, mi sto per sposare! Non ho certo bisogno che tu mi faccia sentire meno di.
    Harvey: Meno di? Meno di cosa?
    Louis: È un modo di dire! Vuoi farmi sentire di merda anche per questo?
    Donna: Ci sei riuscito?
    Harvey: Missione compiuta.
    Louis: Di che parlate?
    Donna: Shila mi ha chiesto di chiedere ad Harvey di farti sclerare.
    Louis: Cosa? Perché te l'ha chiesto?
    Donna: Perché se scleri per Harvey, non lo farai per la sorella di Shila che è bloccata sull'autostrada e che io rimpiazzerò!
    Louis: Questo serviva a distrarmi?
    Harvey: È questo che fanno i testimoni Louis. Oggi sono qui per te per qualsiasi cosa.
    Louis: Potrei anche piangere...
    Harvey: È meglio se ti trattieni per altri cinque minuti perché...è ora di andare all'altare!
  • Lipschitz: A volte incontri due persone talmente perfette l'una per l'altra che è difficile immaginarle separate. Si completano a vicenda, tanto da essere reciprocamente indispensabili come l'aria e l'acqua lo sono per la vita. Conosco Louis da molto anni, abbiamo avuto alti e bassi e tutto ciò che è nel mezzo, sono fiero di chiamarlo amico. E quando ho conosciuto Shila, ho capito che era perfetta per lui come la scarpetta di cenerentola...
    Louis: Stan ti avevo detto di non parlare della nostra vita sessuale.
    Lipschitz: Louis! È una favola, nessuno sa che...
    Louis: Scusa, vai avanti.
    Lipschitz: Come stavo dicendo, in questo caso specifico, posso dire che non ci sono due persone al mondo fatte l'una per l'altra, più di...
    Shila: Oddio...
    Louis: Shila non devi dire niente finché non ti chiede di dire sì.
    Shila: Mi si sono rotte le acque.
    Louis: Santo cielo.
    Donna: Louis, sta calmo, non è questo il momento di...
    Louis: Non sono mai stato così calmo. Stan chiedici se lo vogliamo.
    Lipschitz: Louis, vuoi prendere Shila come tua sposa?
    Louis: Lo voglio. Shila?
    Shila: Lo voglio.
    Louis: Stan?
    Lipschitz: Io vi dichiaro marito e moglie!
    Louis: Harvey, Donna, datemi gli anelli. Shila, ti porto sull'ambulanza.
    Harvey: Hai un ambulanza pronta?
    Louis: Certo, è incinta di 9 mesi, non ho lasciato niente al caso!
  • Mike: Guarda lì, nessuno balla.
    Donna: Certo che non ballano, è strano. Non hanno motivo di festeggiare.
    Harvey: Che ne dici se glielo diamo noi un motivo?
    Donna: Aspetta...che stai dicendo?
    Harvey: Dico che ti amo e che lo sapessi o no, volevo sposarti dall'istante in cui ti ho conosciuta. [Harvey si inginocchia]
    Donna: Oh mio dio.
    Harvey: Donna Roberta Paulsen vuoi sposarmi qui adesso?
    Donna: Harvey certo che ti sposerò! Ma le nostre famiglie non sono qui e non ho un vestito adatto...
    Harvey: Aspetta, ferma. Sei bellissima, possiamo rifarlo per le famiglie.
    Donna: Ma...
    Harvey: Se c'è una cosa che ho imparato da mia madre è che ho sprecato troppo tempo, prima non perdonandola...poi non ammettendo ciò che provavo per te. Non voglio perdere un altro secondo...ti prego, vuoi sposarmi stasera?
    Donna: E per gli anelli? Non abbiamo gli anelli.
    Harvey: Ne troveremo uno per me. Ma per te ne ho io uno. [Tira fuori l'anello che gli aveva spedito la madre] Ecco che c'era nella busta. Che ne dici?
    Donna: Dico sì! Harvey...sì!
    Harvey: Signori, ho un annuncio da fare. Il tempo di scrivere le nostre promesse e Donna e io ci sposeremo.
    Mike: Ufficerei volentieri ma non sono autorizzato e non vorrei sollevare nuovamente quel vespaio!
  • Harvey: L'amore è una cosa terrificante, non è sicuro. Quando ami qualcuno devi mettere in conto che potresti anche perderlo. A volte la vita può metterti i bastoni tra le ruote, può capitare di rischiare di perdere la carriera, la libertà o peggio ancora può arrivare la notizia che una persona cara è morta. Queste cose ti fanno capire quanto sia preziosa la vita, quanto lo sia ogni secondo che abbiamo su questa Terra e quanto lo siano le persone a cui vogliamo bene. Donna, ho nascosto i miei sentimenti tanto a lungo perché ero impaurito, ma quando finalmente ricevevo buone notizie capivo che tu eri tutto per me. Che potevo contare su di te quando non avevo buone carte, ma non avevo capito che avevo bisogno di te anche quando non le avevo, sono un giocatore, lo sono sempre stato e lo sarò sempre. Quando tu sei con me...ho sempre buone carte.
    Donna: Nessuno di noi sa quanto tempo ha davanti...può essere un minuto, può essere un'ora oppure cinquant'anni ma so che anche se fossero cento, il tempo con te non sarà mai troppo.
    Lipschitz: Dal giorno in cui nasciamo cerchiamo amore, perché è l'amore che nutre le nostre anime. E se siamo così fortunati da trovarlo, le nostre vite cambiano per sempre.
    Donna: Mi fai ridere, mi fai piangere, mi fai impazzire ma soprattutto mi rendi felice Harvey.
    Harvey: [Mettendole l'anello] Senza di te io sono vuoto.
    Donna: Non posso più tornare a com'ero prima.
    Harvey: Hai cambiato me e la mia vita per sempre.
    Donna: Ti amo, Harvey Specter.
    Harvey: Ti amo, Donna Paulsen.
  • Mike: Non hai ancora un lavoro.
    Harvey: Capisco. Vuoi farmi un colloquio?
    Mike: Beh, non vedo altro modo o come saprò che cosa ci guadagno.
    Harvey: Vuoi sapere che cosa ci guadagni? Un tizio a cui non piace frequentare gente non troppo sveglia. Tanto per vedere come vive l'altra metà.
    Mike: Bene, lascia che ti dica una cosa. Qui non siamo alle elementari, parliamo di forte pressioni, orari lunghi, è un uomo adulto quello che mi serve.
    Harvey: Beh, quello lì è un manuale Barbery, non è vero?
    Mike: Questo vecchio coso?
    Harvey: Andiamo, aprilo. Qualsiasi pagina, chiedi pure.
    Mike: Vuoi davvero che vada avanti?
    Harvey: Cazzo, no, non saprei niente!
    Mike: Almeno hai portato una ventiquattr'ore piena d'erba?
    Harvey: No, ma conosco un tizio...
    Mike: Chiosco del caffè.
    Harvey: Beccato!
    Mike: Sei assunto!
  • Harvey: Non avrei potuto fare niente senza di te.
    Donna: Niente di cosa?
    Harvey: Di tutto.

Altri progetti[modifica]