Sun Pin

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Sun Pin (cinese: 孫臏; pinyin: Sūn Bìn; morto nel 316 a.C.), generale e stratega cinese.

Metodi Militari[modifica]

Incipit[modifica]

Un tempo re Hui, Signore di Liang, volendo attaccare la capitale del regno di Chao, Han-tan, ordinò al generale P'ang Chuan di guidare ottantamila soldati equipaggiati con maglie di ferro verso Ch'ih-ch'iu. Avendone avuto notizia, re Wei, Signore di Ch'i, ordinò al suo generale T'ien Chi di mobilitare presso il confine un esercito di ottantamila uomini, anch'essi equipaggiati con maglie di ferro.
P'ang Chuan assalì la capitale del regno di Wey. A quel punto il comandante in capo dell'esercito, il generale T'ien Chi, si rivolse a Sun Pin: "P'ang Chuan ha preso la capitale di Wey. "Dovremmo andare in loro soccorso?"
Sun Pin disse: "No".
T'ien Chi chiese: "Ma se non prestiamo aiuto a Wey, cosa dovremo fare?"
Sun Pin replicò: "Suggerisco di spostarci verso sud e attaccare P'ing-ling. La città di P'ing-ling, è piccola ma il distretto da essa dominato è assai vasto; la popolazione è numerosa e dispone di un gran numero di soldati...."

Citazioni[modifica]

  • Sun Pin disse: L'esercito non deve utilizzare schieramenti immutabili di truppe. Questo è il Tao degli Antichi Sovrani. (libro II, Colloquio con Re Wei)
  • Re Wei disse: "Come si può fare in modo che i soldati obbediscano sempre agli ordini?"
    Sun Pin replicò: "Siate sempre sincero." (libro III, Le domande del Re Wei)
  • Sun Pin disse: "Chi non ha ottenuto la fiducia del sovrano non agisce come suo generale". (libro V, Selezione delle truppe)

Bibliografia[modifica]

  • Sun Pin, Metodi militari, traduzione di Ralph D. Sawyer, Biblioteca Neri Pozza, 1999.

Altri progetti[modifica]