Tara Moss

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Tara Moss

Tara Moss (1973 – vivente), scrittrice e modella canadese-australiana.

Incipit di alcune opere[modifica]

Brama oscura[modifica]

Il bollitore cominciò a fischiare.
Fratello e sorella sollevarono il capo, ma soltanto uno dei due si alzò. Ben Harpin rimase spaparanzato sulla sua poltrona preferita, i piedi sul tavolino, e non mosse un muscolo quando la sorella si sollevò dal divano per andare a preparare il tè.
«Con il latte, grazie. Senza zucchero. Sto cercando di ridurre le calorie» spiegò mentre la donna gli passava davanti.
«Senza zucchero» garantì Suzie prima di sparire in cucina.

Delitto d'alta moda[modifica]

Portava i tacchi a spillo, scarpe lustre, nere, di classe, con cinghiette sottili che stringevano le caviglie snelle. Scarpe che ticchettavano sul selciato d'inverno mentre passeggiava da sola. L'uomo si sforzò di captare il loro rumore, la musica ammaliante che l'attirava come il motivetto del Pifferaio magico.
Clic, clic, clic...

La foresta della morte[modifica]

Il brusco contatto con due mani ruvide la strappò dal sonno.
D'istinto Susan Walker aprì gli occhi. Vide un frammento di stanza, la propria carne che spuntava dai collant strappati, una mano sgradita sulla gamba... e riabbassò immediatamente le palpebre.
Non ce la faceva a guardare.

Bibliografia[modifica]

  • Tara Moss, Brama oscura, traduzione di Giancarlo Carlotti, Mondadori, 2007
  • Tara Moss, Delitto d'alta moda, traduzione di Giancarlo Carlotti, Mondadori, 2006.
  • Tara Moss, La foresta della morte, traduzione di Giancarlo Carlotti, Mondadori, 2006.

Altri progetti[modifica]