Vai al contenuto

Teletrasporto quantistico

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sul teletrasporto quantistico.

  • Anche se questo strano fenomeno [l'entanglement] non può essere usato per le comunicazioni superveloci, rimane la sensazione che una correlazione a distanza tra particelle così forte possa servire a fare cose straordinarie. Nel 1993 Bennett[1] e gli altri ne scoprirono una: l'entanglement potava essere usato per teletrasportare le particelle. La comunicazione a velocità maggiore della luce non sarà forse possibile, ma se vi accontentate di un teletrasporto da un punto all'altro, a velocità minore della luce, ce la si può fare. (Brian Greene)
  • Già la sola fase preliminare del teletrasporto, cioè approntare due cabine piene di miliardi di particelle entangled, è ridicolmente al di fuori della nostra portata. Come se non bastasse, la misurazione congiunta di due soli fotoni si è rivelata un'impresa difficile, e l'estensione di questo processo a grandi quantità di particelle sembra oggi inimmaginabile. Una valutazione onesta delle nostre attuali capacità ci porta a concludere che, per lo meno con la tecnica utilizzata per le singole particelle, il teletrasporto di un oggetto macroscopico sarà disponibile tra secoli e secoli, se mai lo sarà. (Brian Greene)
  • Nella fantascienza la procedura di teletrasporto varia da storia a storia, ma in genere si svolge come segue: un dispositivo compie una scansione dell'oggetto originale per estrarre le informazioni necessarie a descriverlo; un trasmettitore trasferisce le informazioni a una stazione ricevente, dove l'informazione si usa per ottenere una replica esatta dell'originale. In alcuni casi, la materia che compone l'originale è anch'essa trasferita alla stazione ricevente, sotto forma di energia di qualche tipo; in altri casi la replica usa atomi e molecole già presenti nel luogo di arrivo.
    Secondo la meccanica quantistica, un simile teletrasporto è impossibile anche in linea teorica: il principio d'indeterminazione di Heisenberg sancisce l'impossibilità di conoscere nello stesso momento con precisione arbitraria la posizione e la velocità di una particella. Poiché una perfetta scansione dell'oggetto da teletrasportare implica la conoscenza senza incertezze della posizione e della velocità di ciascun atomo e di ciascun elettrone, il teletrasporto è impossibile. (Anton Zeilinger)

Note[modifica]

  1. Charles Henry Bennett (1943), fisico e crittografo statunitense.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]