The Vampire Diaries (seconda stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Vampire Diaries.

The Vampire Diaries

Serie TV

Immagine Vampire-diaries-logo 261 130.png.
Titolo originale

The Vampire Diaries

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2010 - 2011

Genere horror, thriller, fantasy, supernaturale
Episodi 22
Ideatore Kevin Williamson
Lisa Jane Smith (soggetto)

The Vampire Diaries, seconda stagione.

Episodio 1, Il ritorno[modifica]

  • Damon: Se Katherine pensa che la ignoriamo, uscirà allo scoperto, farà una mossa.
    Stefan: Sì, e poi?
    Damon: Paletto, decapitazione. Una cosa poetica. Vedremo.
  • Katherine: Vuoi sapere perché sono qui, Stefan? Sono tornata qui per te.
    Stefan: Il problema, Katherine, è che io ti odio.
    Katherine: Mi odi, eh? A me sembra più l'inizio di una storia d'amore, Stefan, non la fine.
  • Stefan: Non mi batterò con te.
    Damon: Perché? Io mi batterei con me!

Episodio 2, Un nuovo e coraggioso mondo[modifica]

  • Non ti preoccupa che un giorno tutti gli animali della foresta potrebbero unirsi e contrattaccare? Di sicuro parlano tra di loro. (Damon) [a Stefan]
  • Dio benedica Elena, ma lei non conosce la parola "favoloso". (Caroline)
  • Damon: Cosa nasconde quella famiglia? Non sono vampiri, che diavolo sono?
    Stefan: Uh, ah... Forse sono... tartarughe ninja?
  • Damon: Ora vado là e chiedo se sono delle tartarughe combattenti.
    Stefan: Tartarughe ninja...

Episodio 3, Il sorgere della Luna cattiva [modifica]

  • Se questo uomo-lupo esiste, dai film che ho visto non è una buona cosa. Significa che Mason Lockwood è un Lon Chaney della realtà e quel piccolo teppista di Tyler potrebbe essere un Lon Chaney Jr., il che significa che, se io sono Bela Lugosi, è un grosso problema. (Damon)
  • Caroline: E cosa devo fare quando vedo il coniglio?
    Stefan: Inseguirlo, prenderlo e mangiarlo.
    Caroline: Ma uccidere animali indifesi non è il primo passo per diventare un serial killer?
  • Elena: Tieni, prendi questa. [le porge della verbena]
    Vanessa: La verbena funziona davvero?
    Damon [dall'altra stanza]: No, non funziona.
    Vanessa [sottovoce]: Può sentirci?
    Damon: No, sarebbe un incubo!
    Vanessa [sottovoce]: E può anche leggere nella mente?
    Damon: Be', se vuoi vedermi nudo non devi fare altro che chiederlo.
    Elena: No, non può leggere nella mente. Ma a fare l'imbecille è decisamente bravissimo.
  • Caroline [su Mason]: Perché lo guardi con il tuo sguardo serio da vampiro?
    Stefan: Il mio... il mio sguardo serio da vampiro?
    Caroline: Uh-uh. È diverso dal tuo sguardo preoccupato da vampiro, ma nessuno dei due è differente da quello "Ehi, è lunedì mattina!".

Episodio 4, Il viale dei ricordi[modifica]

  • Sappiamo entrambi che potrei distruggerti e nel frattempo farmi le unghie. (Katherine) [a Stefan]
  • Mason: Sei ancora arrabbiato?
    Tyler: Hai ancora qualche segreto?
    Mason: Sì, parecchi.
    Tyler: Sono ancora arrabbiato.
  • Katherine: Brutta giornata?
    Damon: No, brutto secolo. Ho sentito che eri a piede libero.
    Katherine: Sei geloso perché ho passato la giornata con Stefan?
    Damon: Non sono geloso. Non di te. Non più.
    Katherine: Allora perché quel broncio?
    Damon: Ho provato a uccidere un lupo mannaro e ho fallito. Ora sento che non sto dando il meglio di me.
    Katherine: Be', i lupi mannari non sono prede facili.
    Damon: Cosa sai dei lupi mannari?
    Katherine: Chiedilo a tuo fratello. Non cercare di fare l'eroe, Damon. Finirai per morire.
    Damon: Ci sono già passato. Almeno stavolta ne sarà valsa la pena.
  • Ti amo, Stefan. Staremo di nuovo insieme, te lo prometto. (Katherine) [a Stefan, in un flashback]

Episodio 5, Uccidere o essere uccisi[modifica]

  • Siamo io e te, Stefan. Sempre. (Elena)

Episodio 6, Piano B[modifica]

  • Il tuo desiderio di avere uno scopo nella vita è tanto evidente quanto tragico. (Damon a Jeremy)
  • Damon: Katherine sta con Mason Lockwood?!
    Stefan: Non ci abbiamo pensato, è arrivato in città dopo di lei, quindi...
    Damon: Sì, ma... Mason Lockwood! Oltre che lupo mannaro è un surfista!
  • Stefan: Perché hai coinvolto Jeremy?
    Damon: Si sente Indiana Jones, si è coinvolto da solo!
  • Lo sai, ti guardo e vedo me stesso, una versione... meno intelligente e affascinante. (Damon a Mason)

Episodio 7, Ballo in maschera[modifica]

  • Damon: Katherine non avrà niente. Mi ha stancato. Andrò al ballo in maschera e la ucciderò, stanotte.
    Stefan: Non la ucciderai.
    Damon: Non dirmi che devo fare il buono.
    Stefan: Non la ucciderai.
    Damon: Ma davvero?
    Stefan: Perché la uccido io.
  • Katherine: Noi tre insieme proprio come ai vecchi tempi. Il fratello che mi amava troppo e quello che non mi amava abbastanza.
    Damon: E la vampira cattiva che ama solo se stessa.

Episodio 8, Rose[modifica]

  • Damon: Bel pigiama!
    Elena: Sono stanca, Damon.
    Damon: Questa è tua. [le mostra la collana con la verbena]
    Elena: Credevo di averla persa. Grazie. [cerca di prenderla, ma Damon la ritira] Ti prego, ridammela.
    Damon: Prima devo dirti una cosa.
    Elena: Perché devi dirla con la mia collana?
    Damon: Perché quello che sto per dire è... è forse la cosa più egoista che abbia mai detto in vita mia.
    Elena: Damon, lascia stare.
    Damon: Devo dirlo una sola volta, e tu devi sentirlo... Io ti amo, Elena. Ed è proprio perché ti amo che non posso essere egoista con te, per questo non devi saperlo... Io non ti merito, ma mio fratello sì. [le dà un bacio sulla fronte] Vorrei che tu non dovessi dimenticarlo, ma devi.

Episodio 9, Le origini di Katherine[modifica]

  • Meglio che moriate voi che io. (Katherine) [a Rose e Trevor, e poi a Elena]

Episodio 11, Alla luce della Luna[modifica]

  • Non amo mai uomini che amano altre donne. Ho troppa stima di me stessa. (Rose) [a Damon]

Episodio 12, La crisi[modifica]

  • La morte è una realtà. Veniamo, andiamo... Prima muore, meglio è. È tetro come l'inferno qui. (Damon su Rose)
  • Quando si vive così a lungo sparisce tutto. Si spreca tanto tempo. Vorrei non aver avuto tanta paura... (Rose)
  • Ragazza [trovando Damon disteso in mezzo alla strada]: Signore, tutto bene? Che cosa è successo?
    Damon: Mi sono perso.
    Ragazza: E si è sdraiato in mezzo alla strada?
    Damon: Non mi sono perso in quel senso. Metaforicamente. Crisi esistenziale.
    Ragazza: Ha bisogno di aiuto?
    Damon: Be'... sì, certo. Vuoi aiutarmi?
    Ragazza: Lei è ubriaco.
    Damon: No. Be', sì. Un po', forse. [la ragazza si allontana] Ti prego, non te ne andare, ho davvero bisogno di aiuto. [Damon la raggiunge]
    Ragazza: Ah!
    Damon: Non ti muovere.
    Ragazza: Io non voglio guai.
    Damon: Neanch'io, ma non ho altro che guai.
    Ragazza: Perché non posso muovermi?
    Damon: Come ti chiami?
    Ragazza: Jessica.
    Damon: Be', Jessica, ho un segreto. Un grande segreto, ma non l'ho mai detto a nessuno. Insomma, vuoi sapere perché? Non cambierebbe niente! Non mi farebbe essere... buono! Forse dovrei adottare un cucciolo! Io non posso... essere ciò che gli altri vogliono che io sia, quello che tu vuoi che io sia! Questo è ciò che sono, Jessica.
    Jessica: Vuole farmi del male?
    Damon: Non sono sicuro. Perché tu sei la mia crisi esistenziale. Ti uccido... non ti uccido?
    Jessica [inizia a piangere]: La prego, no.
    Damon: Ma io devo, Jessica, perché non sono umano e mi manca, mi manca più di qualsiasi altra cosa al mondo! Questo è il mio segreto, Jessica, ma come fa un uomo a sopportare tutto questo dolore?
    Jessica: La prego, no.
    Damon: Va bene. Sei libera di andare.
    [Jessica scappa, ma Damon la uccide]

Episodio 13, I problemi di un padre[modifica]

  • Stefan: Mi dispiace per Rose.
    Damon: Figurati. Ho conosciuto quella donna per cinque minuti.
    Stefan: Te ne sei preso cura, dopo cinque minuti. Quindi... mi chiedo cosa significa.
    Damon: Significa che ho dei sentimenti, significa che sto cambiando e che mi sto evolvendo in un uomo capace di provare gratitudine. Guardati le spalle, perché potrei farmi crescere lunghi capelli da eroe e rubarti lo scettro.
  • Andie: Allora, cosa vuoi, signor alto-moro-e-bello?
    Damon: Non sono alto. [fa una pausa] Distrazioni.
    Andie: Per questo puoi chiamarmi quando vuoi.
    Damon: Vedi, il fatto è, signora giornalista-sexy, che ho un problema e ho veramente bisogno d'aiuto.
    Andie: Oh. Parliamone, se ti va.
    Damon: Amo una donna che non potrò mai avere.
    Andie: Lo sapevo. Io sono una vera esperta. E allora, perché non puoi averla? È con un altro uomo, suppongo.
    Damon: Sì, ma... non è questo il punto. Il fatto è che sono innamorato di lei, mi fa impazzire, perdo il controllo.
    Andie: Non ti fidi di te quando le stai accanto?
    Damon: Non mi fido di me con nessuno. Sono cattivo e faccio delle cose... Uccido le persone. [Andie si spaventa] Non devi temere. Tu sei a posto.
    Andie: Perché uccidi le persone?
    Damon: Perché mi piace. È nella mia natura, è ciò che sono, ma poi devo contenermi per proteggerla. Lei vuole che io sia un uomo migliore, il che significa che non posso essere ciò che sono. Riesci a capire qual è il mio problema, Andie?
    Andie: Forse quello è ciò che sei adesso. Solo l'amore ci cambia. Solo l'amore.

Episodio 15, Invito a cena[modifica]

  • Non esistono pessime idee. Solo ottime idee eseguite in modo pessimo. (Damon)
  • L'odio che provi verso Stefan, verso chiunque, pensi di poterlo controllare, ma ti sbagli, perché ti sovrasterà. (Lexi) [a Damon]

Episodio 16, L'ospite[modifica]

  • Alaric: John ha sparso delle voci su Isobel e ora Jenna sa che ho mentito su qualcosa.
    Elena: John morirà sul pavimento della cucina se non la smette.
  • Non costituisco una minaccia per te, Elena. E se c'è una sola cosa alla quale dovete credere, è proprio questa. (Katherine)
  • [Katherine entra in camera di Damon e si sdraia sul letto accanto a lui]
    Damon: Sai qual è la cosa che non capisco?
    Katherine: No, sentiamo.
    Damon: Come hanno saputo che Emily Bennett era una strega? Perché nel diario di Johnathan Gilbert era lui l'unico a saperlo, e so che lui non l'ha tradita. [Katherine fa spallucce] Uhm. Avrei dovuto capirlo subito.
    Katherine: Era un dubbio in sospeso, a me piace chiarire tutto. Sai qual è la cosa che io non capisco?
    Damon: No, e non mi interessa.
    Katherine: Perché tu non vuoi dirmi dove si trova il luogo dove hanno massacrato le streghe.
    Damon: È solo perché io non lo so.
    Katherine: Sapevi che Emily Bennett era la chiave per farmi uscire dalla cripta e qualcosa mi dice che tu hai fatto tutto ciò che era in tuo potere per far sì che lei fosse al sicuro, eppure non sai dove è stata uccisa? Chi è il bugiardo, adesso? [silenzio] Mi hai fatto male, oggi.
    Damon: Occhio per occhio.
    Katherine: Sei spregevole, e molto grezzo, e mostruoso...
    Damon: Te lo sei meritato.
    Katherine: Mi piace questo Damon. [si avvicina per baciarlo]
    Damon: Katherine... Katherine... ci sono sei camere da letto in questa casa. Trovatene una. [la spinge via]

Episodio 17, Conosci il tuo nemico[modifica]

  • Non scambiare il fatto che non ti abbiamo dato fuoco mentre dormivi per fiducia. (Damon) [a Katherine]
  • Mi dispiace tanto, Elena, di essere stata un'enorme delusione per te. (Isobel)
  • Tu rovini tutto, John, tutto quello che tocchi va in pezzi. Ma sei l'unico genitore che mi sia rimasto, e posso imparare a non odiarti. (Elena)

Episodio 18, L'ultimo ballo[modifica]

  • Io mi occupo della vita e della morte, mentre tu di tutti i danni collaterali. Lei mi odierà per questo, ma alla fine della giornata sono io che l'ho tenuta in vita. (Damon) [a Stefan su Elena e la finta morte di Bonnie]
  • Se lo stregone arriverà a te, accetterò con gioia la morte di Bonnie. Io sceglierò sempre te. (Damon) [a Elena]

Episodio 19, Klaus[modifica]

  • Ho bisogno d'aria. Sai, mi sento ancora un po'... morto. (Elia) [ad Elena]
  • La maledizione del sole e della luna...è un falso. Non esiste. (Elia) [ad Elena]
  • Elena: Quindi Klaus cos'è? Un licantropo o un vampiro?
    Elia: Entrambi.
  • Stefan: Puoi essere innamorato di Elena quanto vuoi, se significa che la proteggerai, ma io ho l'unica cosa che tu non avrai mai.
    Damon: Ah sì? E qual è?
    Stefan: Il suo rispetto.

Episodio 20, L'ultimo giorno[modifica]

  • Elena: Bonnie non può fare quell'incantesimo senza morire.
    Damon: Le farò un bell'elogio funebre!
  • Non voglio essere un vampiro, Stefan. Non ho mai voluto esserlo. (Elena)
  • Ho sentito parlare di te. Il vampiro pazzo e impulsivo, innamorato della ragazza di suo fratello. (Klaus) [a Damon]

Episodio 21, Anche il Sole sorge[modifica]

  • Qualche volta c'è onore nella vendetta. (Elia) [a Stefan]
  • John: Elena non risponde da giorni. Devo vederla.
    Damon: Sei in ritardo di un giorno e hai una figlia in meno.
  • Se torni da vampiro ti ficcherò un paletto nel cuore. Non posso vivere con l'idea che tu mi odierai per sempre... (Damon) [a Elena]
  • Sì, sai, invece che abbandonarmi di nuovo tu, be', potresti dire "Grazie, Caroline, perché ti prendi cura di me, e scusami se ho riprovato a farti diventare pappa per cani". (Caroline) [a Tyler]
  • Elena, non è compito facile essere un genitore ordinario di un figlio straordinario. Io ho fallito in questo compito, e per via dei miei pregiudizi ho fallito con te. Mi assilla il pensiero che sarebbe potuto andare tutto diversamente se io fossi stato più disponibile ad ascoltare la tua versione dei fatti. Per me, è la fine. Per te, una possibilità di crescere e un giorno di poter fare meglio con tuo figlio di quanto abbia fatto io. Per quel figlio, ti lascio il mio anello. Non ti chiedo di perdonarmi o di dimenticare, ti chiedo solo di credere a questo: che tu legga questa lettera da umana o da vampiro, io ti amo nello stesso modo, come ti ho sempre amata e come sempre ti amerò. John. (Lettera di John) [a Elena]

Episodio 22, Mentre giacevo morente[modifica]

  • Ho sentito parlare di un vampiro, un pazzo: alternava digiuni a abbuffate, per decenni. Quando si lasciava andare, lui era magnifico. Nel 1917, è andato a Monterrey e ha spazzato via un intero villaggio di emigranti: un vero predatore. Ti suona familiare? (Klaus) [a Stefan]
  • Va bene amarli tutti e due. Io l'ho fatto. (Katherine) [a Elena]
  • Ho fatto tante scelte che mi hanno portato a questo, me lo merito. Io merito di morire, ma è tutto ok, perché se avessi scelto in modo diverso non ti avrei conosciuta. Mi dispiace tanto, ti ho fatto soffrire, Elena. So che tu ami Stefan e sarà per sempre Stefan... ma io ti amo. Dovevi saperlo... (Damon) [a Elena]

Altri progetti[modifica]