Tim Severin

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Tim Severin

Tim Severin (1940 – vivente), esploratore e scrittore britannico.

La vendetta del vichingo[modifica]

Incipit[modifica]

Persi la verginità... con la moglie di un re.
Pochi possono menare tale vanto, e men che mai chi è chino sullo scrittoio in un monastero fingendo di ricopiare il Vangelo di san Luca, mentre in realtà scrive una cronaca di vita vissuta. Ma così non fu e io ricordo la scena chiaramente.
Giacevamo nell'elegante letto reale, Aelfgifu se ne stava accoccolata lussuriosamente contro di me, appagata, con la testa appoggiata sulla mia spalla e un braccio abbandonato sul mio torace, come se fossi di sua proprietà.

Citazioni[modifica]

  • Amare una donna falsa nel cuore | è come condurre sul ghiaccio scivoloso un cavallo non ferrato, | giovane, capriccioso, mal domato, | o come essere su una barca senza timone nella tempesta. (p. 181)
  • Non è possibile piegare il fato, e nessuno può opporsi alla natura. (p. 182)
  • Chi ha meritato la ricchezza | non soffra nel bisogno. | Spesso finisce a un nemico quello che si progetta per un amico | perché molte cose vanno contro il nostro desiderio. (p. 190)

Bibliografia[modifica]

  • Tim Severin, La vendetta del vichingo (Viking: Sworn Brother), traduzione di Gianna Lonza, Edizioni Piemme, 2007.

Altri progetti[modifica]