Tito Quinzio Flaminino

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Tito Quinzio Flaminino

Tito Quinzio Flaminino (229 a.C. – 174 a.C.), militare e politico romano.

Attribuite[modifica]

  • Si riconosce dai fatti e non dalle chiacchiere chi è davvero un amico. (citato in Tito Livio, XXXIV, 49; 1997)
<Ex> factis, non ex dictis amicos pensent.
  • La libertà impiegata con senso di misura reca giovamento ai singoli cittadini e alle intere cittadinanze; quando invece è eccessiva reca disagio agli altri ed è rovinosa per chi la possiede perché non conosce limiti. (citato in Tito Livio, XXXIV, 49; 1997)
Libertate modice utantur: temperatam eam salubrem et singulis et civitatibus esse, nimiam et aliis gravem et ipsis qui habeant praecipitem et effrenatam esse.
  • Contro individui concordi, anche la potenza dei re s'infrange: ma la discordia e la sedizione offrono infiniti vantaggi agli avversari. (citato in Tito Livio, XXXIV, 49; 2006)
Adversus consentientes nec regem quemquam satis validum nec tyrannum fore: discordiam et seditionem omnia opportuna insidiantibus faciunt.

Bibliografia[modifica]

  • Tito Livio, Storia di Roma dalla fondazione, traduzione di Gian Domenico Mazzocato, Newton & Compton, Roma, 1997.

Altri progetti[modifica]