Uesugi Kenshin

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Uesugi Kenshin in un dipinto di Utagawa Kuniyoshi

Uesugi Kenshin (1530 – 1578), samurai giapponese.

Citazioni di Uesugi Kenshin[modifica]

  • Chi si aggrappa alla vita muore, chi sfida la morte vive. La mente è ciò che conta davvero. Guardate dentro la mente e prendetene fermamente possesso. Comprenderete allora che c'è qualcosa in voi che è al di sopra del ciclo nascita-morte, che non annega nell'acqua e non brucia nel fuoco. Sono riuscito a cogliere questo samādhi e so ciò che dico. Chi indugia ad abbandonare la propria vita e ad abbracciare la morte non è un vero guerriero.[1]
  • Non ho mai pensato a vincere, ho capito che si deve essere sempre all'altezza della situazione. Se un samurai non lo è, non è bene. Se fossimo sempre all'altezza della situazione, non saremmo mai a disagio.[2]
  • Persino la prosperità di una vita intera è solo una tazza di sake. | Una vita di quarantanove anni è trascorsa in un sogno. | Non so cosa siano vita e morte. | Finisce un anno, ne inizia un altro: tutto è solo un sogno. | Inferno e paradiso me li lascio alle spalle. | Resto sotto la luna all'alba, | libero dalle nubi dell'attaccamento.[3]

Note[modifica]

  1. Citato in Suzuki, p. 78.
  2. Citato in AA. VV., Bushido. La Via del guerriero, traduzione di Yoko Dozaki, Feltrinelli, Milano, 2018, p. 169. ISBN 9788858835494
  3. Citato in Suzuki, p. 81.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]