Vasyl Stus

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Vasyl Semenovych Stus (1938 – 1985), poeta, traduttore, critico letterario, giornalista, dissidente e attivista per i diritti umani ucraino.

Citazioni di Vasyl Stus[modifica]

  • Il poeta deve essere uomo. Uomo che, pieno d'amore, supera il sentimento naturale dell'odio, se ne libera come dalla sporcizia. Il poeta è uomo. Prima di tutto. Ed è uomo che fa il bene. Se la vita fosse migliore, non scriverei poesie, ma lavorerei la terra [...] apprezzo la capacità di morire con onestà [...] mi sento bene perché non ho fatto del male a nessuno, non ho pensato solo a me stesso. Per questo ho così tanta luce nell'anima [...] Scrivo poesie e credo che un giorno serviranno alla mia gente. E se mi torturano per queste, che fare? [...] Qualcuno deve pur offrire le proprie spalle. Io ho offerto le mie [...].[1]

Note[modifica]

  1. Citato in Vasyl Stus (Василь Стус 1938-1987), ucrainistica.blogspot.com, 9 novembre 2019.

Altri progetti[modifica]