Victoria Álvarez

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Victoria Álvarez (? – vivente), scrittrice spagnola.

Eterna[modifica]

Incipit[modifica]

Annabel non si muoveva da due giorni. Era così pallida e la sua pelle così gelida, che avrebbe perfettamente potuto essere scambiata per un cadavere, un'inquietante similitudine accentuata dalla necessità di dover dormire dentro una bara.
Eppure Annabel non era un vampiro né una non-morta. Soffriva di cuore, dacché aveva memoria, non da troppo tempo, dal momento che aveva appena sei anni. E la bara non implicava che stesse per morire, ma piuttosto era dovuta al fatto che la piccola abitava in cimitero.

Citazioni[modifica]

  • Ci sono momenti nella vita in cui le rivelazioni ci piombano addosso alla velocità di un lampo e, all'improvviso, ci sorprendiamo di non aver capito prima ciò che da sempre avevamo sotto il naso.
  • "È il difetto di noi anziani" concluse con un sospiro "A lungo andare, non ci resta che vivere di ricordi, nostri e altrui.
  • Dicono che soltanto due cose possono portare un essere umano alla disperazione: l'amore non corrisposto e il senso di colpa.
  • Una madre resta sempre una madre e il suo amore sarà sempre il sentimento più profondo, anche se molto diverso da quello di un innamorato.

Bibliografia[modifica]