Vincenzo Lazari

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Vincenzo Lazari

Vincenzo Lazari (1823 – 1864), numismatico, archeologo e storico italiano.

Incipit di alcune opere[modifica]

Le monete dei possedimenti veneziani di oltremare e di terraferma[modifica]

Queste due belle province [Dalmazia e Albania] di cui la conquista e la conservazione costarono alla Repubblica tanto sangue e tant'oro, formavano una delle predilette cure de' Veneziani i quali, padroni di quella grande striscia di lidi che fiancheggia ad oriente l'Adriatico, e delle isole Jonie che ne guardano l'entrata, sapevano come solo mantenendo que' possedimenti potevano assicurare la durevolezza del loro dominio su quel mare ch'era, anziché i Portoghesi girassero il Capo di Buona Speranza, la strada del commercio dell'Europa coll'Egitto e coll'Indie.

Notizia delle opere d'arte e d'antichita della raccolta Correr di Venezia[modifica]

Da un'antica ed illustre famiglia veneta, che diede alla Chiesa il sommo pontefice Gregorio XII e i cardinali Antonio e Gregorio, ed alla repubblica generali, procuratori e senatori prestantissimi, trasse i natali in Venezia, il 12 dicembre 1750, Teodoro Correr, di ser Giacomo e di donna Maria Anna Pettagno de' principi di Trebisaccia, di Napoli.

Zecche e monete degli Abruzzi nei bassi tempi[modifica]

Accingendomi ad illustrare le memorie che a mia notizia pervennero delle zecche degli Abruzzi nel medio evo, non credo opera gittata, ma quasi direi necessaria, il riandar brevemente quali monetarie officine abbiano avuto le terre della penisola italiana che il re normanno Ruggeri unì primo sotto il potente suo scettro, e quale ne fosse la durata, dalla conquista d’Italia operata dai longobardi fino alla morte di Giovanna I di Angiò; dalla quale ultima epoca prenderà le mosse il presente ragionamento.

Bibliografia[modifica]

  • Vincenzo Lazari, Le monete dei possedimenti veneziani di oltremare e di terraferma, A. Santini e figlio tipografi-editori, 1851.
  • Vincenzo Lazari, Notizia delle opere d'arte e d'antichita della raccolta Correr di Venezia, Tipografia del Commercio, 1859.
  • Vincenzo Lazari, Zecche e monete degli Abruzzi nei bassi tempi, Tip. del Commercio, 1858.

Altri progetti[modifica]