Vittore Bocchetta

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Vittore Bocchetta

Vittore Bocchetta (1918 - vivente), scultore, pittore, scrittore, antifascista e partigiano italiano.

Citazioni di Vittore Bocchetta[modifica]

Da Dal lager all’arte i miei cent’anni li rivivrei tutti

Intervista di Simonetta Fiori, Rep.repubblica.it, 15 ottobre 2018.

  • Lei mi chiede se il fascismo possa tornare: la sola domanda mi fa paura. Forse può tornare in altre forme, spero di no. Certo ho visto quaranta milioni di italiani gridare: A noi! E dal conformismo difficilmente un popolo si libera.
  • Ma la tortura è niente rispetto all'esperienza dentro un lager. Se le sevizie prima o poi finiscono, il campo di concentramento non ammette tregua.
  • [Dopo l'emigrazione in Argentina] Ero solo un gringo de mierda in cerca di lavoro. So cosa vuol dire essere migrante. Ne ho conosciuto l'umiliazione, ho subìto il disprezzo della gente. E ora sono capace di capire, non di compatire: alzare muri o barriere mi sembra una cosa stupida prima ancora che moralmente disprezzabile. Siamo tutti figli di movimenti migratori. E fermare questo flusso è come mettersi contro una predeterminazione della storia

Altri progetti[modifica]