Voci e gridi di venditori salentini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raccolta di voci e gridi di venditori salentini.

Citato in Cesare Caravaglios, Voci e gridi di venditori in Napoli[modifica]

  • [Il venditore di cozze] — Cozze allattemà! (p. 98)
Cozze piene di lattime! [1]
  • [Il venditore di mandorle] — A minnola fresca! (p. 98)
La mandorla fresca![2]
  • [Il venditore di mosciarelle (castagne secche)] — Le castagne du prévite! (p. 98)
Le castagne del prete![3]

Note[modifica]

  1. La traduzione è in Voci e gridi di venditori in Napoli., p. 98.
  2. Le mandorle fresche e sbucciate vengono vendute in secchielli d'acqua. Cfr. Voci e gridi di venditori in Napoli, p. 98.
  3. Castagne del prete, per dire che sono buone. Nel concetto popolare, di solito, i preti mangiano cibi buoni. Cfr. Voci e gridi di venditori in Napoli, p. 98.

Bibliografia[modifica]

  • Cesare Caravaglios, Voci e gridi di venditori in Napoli, con 33 illustrazioni e 15 trascrizioni musicali, introduzione di Raffaele Corso, Catania, Libreria Tirelli di F. Guaitolini, Catania, 1931 · IX.