Wahhabismo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Bandiera dell'Arabia Saudita, paese d'origine del wahhabismo

Citazioni sul wahhabismo, movimento di riforma religiosa dell'Islam sunnita.

  • I Wahhābiti si propongono di ricondurre l'Islam alla purezza primitiva, distruggendo tutte le innovazioni che vi si sono introdotte, spesso contrabbandate sotto la bandiera dell'iğmă'[1].
    La loro principale dottrina è la condanna del culto dei santi. (Martino Mario Moreno)
  • Il movimento wahhabita è stato uno dei movimenti di tajdīd ("rinnovamento") più significativi del XVIII secolo, un secolo in cui i fremiti di rinascita dopo qualche centinaio d'anni di chiusura e di stagnazione, si manifestavano da un capo all'altro del mondo musulmano, dall'Africa all'Arabia all'India. (Massimo Campanini)
  • L'invocare un essere distinto da Allâh – si tratti pure di un profeta o di un santo – è, per i Wahhābiti, un atto d'idolatria. È lecito «pregare per i Santi (ad-du'â' li-l-awliyâ')», non «pregare i Santi (du'â' al-awliyâ')». Chi nelle proprie sventure chiede aiuto a Maometto o ad 'Abd al-Qâdir al-Ğīlânī o ad altri, attribuisce ad esseri creati e limitati un potere che è esclusivamente di Dio. Angeli, Santi e Profeti non fanno grazie. Nemmeno la loro intercessione (shafâ' ah) è, in sé, efficace, né é lecito invocarla: che Iddio non é da concepire come un sovrano di questo mondo, che si lasci guidare dai suoi favoriti. (Martino Mario Moreno)

Note[modifica]

  1. Consenso o accordo della comunità.

Altri progetti[modifica]