Walter de la Mare

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Walter de la Mare

Walter John de la Mare (1873 – 1956), scrittore e poeta britannico.

Senza fonte[modifica]

  • Guarda ad ogni cosa bella ogni ora | Come se fosse l'ultima.
  • Noi uomini siamo molto vecchi; | I nostri sogni sono storie | Cantate nelle notti dell'Eden | Dagli usignoli di Eva.
  • Son lontane le ombre d'Arabia | Dove i principi cavalcano a mezzogiorno.

La donna in miniatura[modifica]

  • Eppure [il signor Ignoto] insisteva... [di conoscere] l'umanità meglio di me, che prendere le loro abitudine e seguire le loro opinionni e i loro sforzi era un voler rendere sordi i miei orecchi, suggellarmi gli occhi, perdere la mia stessa essenza.
  • Diventai una specie di ciuchino manierato e vanitoso che ragliava con voce argentina in mezzo a una folla di adulatori sorridenti.
  • Non possiamo, per quanto ci sforziamo, vederci come ci vedono gli altri, ma questa non è una buona ragione per non portare gli occhiali.

Bibliografia[modifica]

  • Walter de la Mare, La donna in miniatura, tradotto da Margherita Santi Farina, prefazione di Angela Carter, Alet Edizioni, 2008. ISBN 9788875201470

Altri progetti[modifica]