Wendell Berry

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Wendell Berry (1934 – vivente) scrittore, poeta e ambientalista statunitense

I primi viaggi di Andy Catlett[modifica]

  • Mio nonno, che le aveva osservate con grande attenzione, disse: "Ah, Signore, che begli animali, Dick!". Poi, senza aspettare una risposta da Dick, scosse la testa in solenne accordo con sé stesso. (p. 20)
  • Hargrave […] aveva sempre aspirato a essere più grande, più ricca e più sfarzosa di com'era, e si era sempre pentita di non esserlo. […] Port William […] era del tutto appagato di ciò che era. Che quei due mondi fossero in conflitto mortale tra loro non mi era mai venuto in mente. Quando pochi anni dopo uno distrusse completamente l'altro al punto che nessun luogo al mondo sarebbe mai più stato soddisfatto di com'era, rimasi stupito, e oggi sono ancora più stupito di allora della rapidità di tale trasformazione. (p. 21)
  • Conservo un ricordo di lui quand'era probabilmente verso la fine della vita lavorativa. […] La giornata è ventosa e piena di luce. Cammina rapido, conducendo un giovane mulo dalla stalla al pascolo […]. La camicia gli svolazza nel vento. Il mulo, eccitato dalle folate d'aria e dalla libertà imminente, danza muovendosi di lato. Mio nonno, senza prestargli alcuna attenzione, tiene le redini con la mano destra ma si inclina in direzione opposta per tenersi lontano dall'animale. Si soffia il naso a mezz'aria con la mano sinistra, stringendo prima una narice e poi l'altra. I due scompaiono dietro l'angolo della stalla, con il mulo che sgambetta allegro verso destra, il muco che vola verso sinistra e la camicia azzurra che sbandiera al vento. (pp. 23 sg.)
  • Sono rimasto fedele alla terra e ho perseverato nel lavoro, e il lavoro ha conservato in me il ricordo di quei due vecchi di cui ho appreso i metodi quand'ero bambino. Ho conosciuto il nonno solo quand'era vecchio: ora che sono vecchio io stesso lo riconosco in me. (p. 32)
  • La conversazione che quegli sfaccendati mantenevano in vita […] racchiudeva anche una certa premura per le persone, […] uomini soli che frequentavano quelle riunioni serali per sfuggire nell'intervallo fra il tramonto e il sono ai pensieri che occupano la mente delle persone sole, e che sono difficili da sopportare in solitudine. (pp. 102 sg.)
  • Il vero quesito per chi è anziano e morente, credo, non è se si è amato e se si è stati amati a sufficienza, ma se si è stati abbastanza grati per l'amore ricevuto e dato, in qualunque misura. […] Preghiamo per poter avvertire gratitudine fino alla fine. (p. 118)
  • E oggi, come altre volte prima, mi rendo conto della gratitudine che provo per essere stato là, in quel momento, con le persone che ricordo. Ero là con loro, e loro rimangono qui con me. Perché in quel breve istante Port William è penetrata in me, facendosi tutt'uno con la sostanza e la luce, e il buio, della mia mente, per non allontanarsi più dai miei pensieri, dovunque andassi e qualunque cosa facessi. (p. 137)

Manifesto. Il fronte di liberazione del contadino impazzito[modifica]

  • Allora, amici, fate ogni giorno qualcosa

che non sia calcolabile. Amate il Signore.

Amate il mondo. Lavorate gratis.

Prendete tutto ciò che avete e siate poveri.

Amate qualcuno che non lo meriti.

  • Approvate tutto ciò che non riuscite

a capire. Lodate l'ignoranza, perché

ciò che l'uomo non ha ancora scoperto, non lo ha distrutto.

Fate domande che non hanno risposte.

  • Attendete la fine del mondo. Ridete.

Le risate non sono calcolabili.

  • Chiediti: questo darà gioia

ad una donna che vuol dare alla luce un figlio?

Turberà il sonno

di una donna prossima al parto?

Porta il tuo amore nei campi.

Sdraiati con lei all'ombra. Posa il tuo capo

sul suo grembo. Giura fedeltà

a ciò che ti sta vicino

Bibliografia[modifica]

  • Wendell Berry, I primi viaggi di Andy Catlett, traduzione di Vincenzo Perna, Lindau, Torino, 2018 (2006). ISBN 978-88-6708-915-4
  • Wendel Berry, Manifesto: The Mad Farmer Liberation Front da The Country of Marriage, Harcourt Brace Jovanovich, New York, 1973. ISBN 1619021080


Altri progetti[modifica]