Wikiquote:Pagina delle prove

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
MODIFICA QUESTA PAGINA!

Benvenuti nella pagina delle prove, nota anche come sandbox.

La sandbox – in italiano sabbiera o sabbionaia o anche recinto della sabbia – è, nei parchi giochi, l'area delimitata, e piena di sabbia, dove i bimbi giocano con paletta e secchiello.

In senso astratto, in Wikiquote la sandbox è un'«area protetta» in cui si può operare liberamente per fare delle prove, senza timore di fare danni nell'antologia che stiamo costruendo anche con il vostro contributo.

Fate qui le vostre prove!
Potete modificare questa pagina partendo da qui.

Vi preghiamo però di non cancellare la prima riga. Quella lasciatecela per favore.

Considerate che il vostro testo potrebbe non rimanere a lungo nella pagina, che viene spesso sovrascritta da altri utenti e "ripulita" con una certa regolarità.

Se avete dei dubbi o avete dei quesiti da porre potete utilizzare la pagina delle FAQ o il Bar.

Se cercavate invece la pagina delle prove per i collegamenti con Wikidata, utilizzate la sandox dedicata.

Un castello di sabbia
DICONO DELLA PAGINA DELLE PROVE:

I sandboxer sono quelli che allenandosi nella sandbox, fanno a pugni coi propri errori. (Sempronio)

La sandbox può essere intesa come territorio di allenamento, come ginnastica pratica e intellettuale per potersi impadronire di una tecnica. (Tzara)


Mozzoni[modifica]

Del voto politico delle donne[modifica]

Incipit[modifica]

Citazioni[modifica]

La donna e i suoi rapporti sociali[modifica]

Incipit[modifica]

Citazioni[modifica]


La liberazione della donna[modifica]

Incipit[modifica]

La revisione del Codice Civile Italiano per opera del parlamento nazionale mi poneva fra le mani un argomento – La donna, per vieto costume esclusa dai consigli delle nazioni, ha sempre subíto la legge senza concorrere a farla, ha sempre colla sua proprietà e col suo lavoro contribuito alla pubblica bisogna, e sempre senza compenso.
Per lei le imposte, ma non per lei l'istruzione; per lei i sacrificii, ma non per lei gl'impieghi; per lei la severa virtú, ma non per lei gli onori; per lei la concorrenza alle spese nella famiglia, ma non per lei neppur il possesso di sé medesima; per lei la capacità che la fa punire, ma non per lei la capacità che la fa indipendente; forte abbastanza per essere oppressa sotto un cumulo di penosi doveri, abbastanza debole per non poter reggersi da sé stessa...

Citazioni[modifica]

Un passo avanti nella cultura femminile[modifica]

Incipit[modifica]

Citazioni[modifica]