Willa Cather

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Willa Cather

Willa Siebert Cather (1873 – 1947), scrittrice statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

La mia Antonia[modifica]

La prima volta che sentii parlare di Antonia fu durante quel mio lungo, interminabile viaggio attraverso le Grandi Pianure.
[citato in Fruttero & Lucentini, Íncipit, Mondadori, 1993]

O pionieri![modifica]

Un giorno di gennaio di trent'anni fa, la cittadina di Hanover, abbarbicata a un ventoso pianoro del Nebraska, stava cercando di non essere trascinata via.
[citato in Fruttero & Lucentini, Íncipit, Mondadori, 1993]

Ombre sulla rocca[modifica]

Un pomeriggio, verso la fine dell'ottobre 1697, Euclide Auclair, il farmacista filosofo di Québec, stava sulla sommità di Cap Diamant, e fissava il largo fiume che scorreva deserto sotto di lui: deserto, perché un'ora prima il biancheggiare delle vele che si allontanavano, era scomparso dietro l'isola verde che divide il San Lorenzo a valle di Québec, e l'ultima delle navi che nell'estate venivano dalla Francia era partita per il suo lungo viaggio di ritorno.

[Istituto di Propaganda Libraria, traduzione di Gino De Negri, Milano 1970]

Altri progetti[modifica]