Dexter

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Dexter

Serie TV

Immagine Dexter Logo.svg.
Titolo originale

Dexter

Paese Stati Uniti d'America
Anno 2006 - 2013
Genere drammatico
Stagioni 8
Episodi 96
Ideatore James Manos, Jr.
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
La prima stagione è basata sul romanzo La mano sinistra di Dio di Jeff Lindsay

Dexter, serie televisiva statunitense nata nel 2006.

Indice

Prima stagione[modifica]

Episodio 1, Dexter[modifica]

  • È la notte giusta e ne verranno altre, e altre ancora: deve succedere. Che bella notte, Miami è una città fantastica. Adoro la cucina cubana: i panini al maiale sono i miei preferiti, ma ora ho fame di qualcosa di diverso. (Dexter)
  • E adesso sarai impachettato con cura, nei sacchi della spazzatura, e il mio piccolo personale angolo di mondo, sarà un posto più pulito e felice.. Un posto migliore.. (Dexter)
  • Mi chiamo Dexter, Dexter Morgan. Non so cosa mi ha fatto diventare ciò che sono ma, qualunque cosa sia stata, mi ha lasciato un vuoto dentro. Le persone fingono molto, io fingo quasi tutto e fingo molto bene. È questo che mi pesa tanto, non biasimo i miei genitori adottivi, Harry e Doris Morgan hanno fatto un lavoro eccezionale crescendomi, ma ora sono morti tutti e due. Non li ho uccisi io eh, davvero! (Dexter)
  • Sangue, certe volte mi rende nervoso, altre volte mi aiuta a controllare il caos. Harry, il mio padre adottivo, mi ha dato delle regole, sarebbe soddisfatto e lo sono anch'io. Harry era un grande poliziotto qui a Miami, mi ha insegnato a pensare come uno di loro, mi ha insegnato come coprire le mie tracce: io sono un mostro molto pulito. (Dexter)
  • Dex, ti prego! Un cazzo di ti prego con lo zuccherino sopra! (Debra)
  • Debra.. la mia sorella adottiva.. è un po' sboccata.. ha un gran cuore ma non permette a nessuno di vederlo.. Lei è l'unica persona al mondo che mi ami.. Ah penso che sia bello.. Io non provo alcun sentimento per nulla ma se riuscissi ad averne qualcuno ne avrei per lei.. (Dexter)
  • L'unica vera domanda che mi pongo è: perché in un edificio pieno di poliziotti, presumibilmente tutti dotati di una profonda comprensione dell'animo umano, Doakes è l'unico al quale faccio venire i brividi? (Dexter)
  • Non piaccio agli animali, specialmente ai cani: non penso che approvino ciò che faccio ogni tanto ai loro padroni. (Dexter)
  • [Dopo aver trovato la bambola fatta a pezzi nel freezer]
    Suppongo che dovrei essere arrabbiato, sentirmi addirittura violato, ma non è così, no, in realtà penso che questo sia un messaggio amichevole, del tipo: 'Ehi, vuoi giocare?'; 'Eh sì, voglio giocare, lo voglio davvero, davvero!' (Dexter)

Episodio 2, Lacrime di coccodrillo[modifica]

  • Non ci sono segreti nella vita, solo verità nascoste che si trovano appena sotto la superficie. (Dexter)
  • Mia sorella si mette una corazza per non far vedere alla gente quanto è vulnerabile. Io? La metto su per non far vedere alla gente quanto non sono vulnerabile. (Dexter)
  • [Pensando] Vedo il loro dolore. A un certo livello riesco anche a capirlo. Ma non riesco a provarlo. (Dexter)
  • Se Dio esistesse e io credessi in Dio, allora sarebbe in questa stanza insieme a me... Vorrei solo che mi avesse portato una prolunga. (Dexter)
  • La cosa peggiore quando finalmente metti insieme le tessere di un puzzle è scoprire che ci sono dei pezzi mancanti. È tornato e ha lasciato qui soltanto un messaggio, vieni a cercarmi, e lo farò. Non ci sono segreti nella mia vita, solo verità nascoste che stanno sotto la superficie. (Dexter)

Episodio 3, La prima volta[modifica]

  • A volte ho la sensazione che mi manchi un tassello essenziale del puzzle umano. Come in questo caso. (Dexter)
  • Se avessi un cuore, ora si spezzerebbe. (Dexter)
  • Harry mi ha insegnato che la morte non è l'epilogo, ma l'inizio di una reazione a catena che investirà anche te se non stai attento. Grazie a lui ho capito che nessuno di noi è come sembra, ma dobbiamo mantenere le apparenze per sopravvivere. C'è una cosa che Harry non mi ha insegnato, una cosa che non sapeva, che non poteva sapere: che l'atto di spezzare volontariamente una vita ti emargina dal genere umano, diventi un solitario che guarda sempre dentro di sé, sempre in cerca di compagnia. Non ti rimane che continuare a vivere, sperando di fare la cosa giusta ogni tanto... un punto per il ragazzo impacciato. (Dexter)

Episodio 4, Album di famiglia[modifica]

  • Non sono il mostro che vuole farmi diventare. Non sono né un uomo né una bestia. Sono qualcosa di completamente nuovo, e seguo le mie regole. Sono Dexter... (Dexter)
  • La gente intorno a me cerca sempre di stringere nuove relazioni di amicizia o di amore ma i legami portano fastidiose complicazioni: l'impegno, la condivisione, accompagnare qualcuno in aeroporto... Se una persona mi arriva così vicina scoprirà chi sono veramente e io non posso permettermelo... È ora di mettermi la maschera. (Dexter)
  • Devi imparare a fingere, ricordi che ne abbiamo parlato?... Così ci si comporta: quando ti fanno una foto sorridi, non conta che tu sia felice o no, fallo e basta, prova a fingere. (Harry)
  • Tutti nascondono quello che sono veramente. A volte seppellisci una parte di te tanto in profondità da dimenticarti che esista e a volte vorresti solo dimenticarti chi sei. (Dexter)

Episodio 5, Amore in stile americano[modifica]

  • Cambiare il piano può essere stato imprudente... ma a volte devi correre dei rischi. Dopotutto, non funziona così anche in una relazione? (Dexter)
  • Gerard: Senti Morgan, so che vuoi aiutare la tua amica... ma non c'è molto che tu possa fare.
    Dexter: [Pensando] Potrei sorprenderti.
  • Mi piace immaginare di essere solo, completamente solo, magari dopo un apocalisse o una pestilenza: non dovrei più fingere di comportarmi normalmente, non dovrei più nascondere chi sono: sarebbe liberatorio. (Dexter)
  • Dexter: A me non interessano le ragazze: preferisco stare da solo.
    Harry: Ma la gente normale no, ed è importante sembrare normali.
    Dexter: Anche se non lo sono...
    Harry: A maggior ragione.

Episodio 6, Rispedire al mittente[modifica]

  • Niente dura per sempre. Chiedetelo ad una vecchia Ford. (Dexter)
  • Rita sarà sconvolta se mi arrestano. Suo marito era un drogato e il suo ragazzo un serial killer. È piuttosto difficile non sentirsi offesi. (Dexter)
  • Doakes: Non importa quante stellette hai sulle spalline...
    La Guerta: ... la merda non ha gerarchie.
  • Solo ora mi rendo conto che i miei giorni sono contati, quindi è meglio sfruttarli a pieno. (Dexter)

Episodio 8, Strizzacervelli in busta[modifica]

  • Neil Perry: Stai insinuando che sono un bugiardo?
    La Guerta: Analizzo i fatti. Vogliamo entrambi la stessa cosa...
    Neil Perry: ... ehm... dieci minuti con Angelina Jolie?
    La Guerta: Vederti condannato.
  • Dexter: Questo è un disastro: ho scelto Rita perché era traumatizzata, ma se guarisce la perderò di sicuro.

Episodio 9, Segreti di famiglia[modifica]

  • Cos'altro non so? Le mie fondamenta di cemento si stanno tramutando in sabbie mobili... forse Rudy aveva ragione, una persona non si conosce mai fino in fondo... (Dexter)
  • Come ha fatto la morte a trasformarsi in un week-end per coppiette? (Dexter)

Episodio 10, Bagno di sangue[modifica]

  • Qualcuno ha detto che è più facile occuparsi dei problemi altrui che dei propri. Si sbagliava. (Dexter)
  • Doakes: Morgan, porta il culo qui!
    Dexter: Culo in arrivo...
  • Allora è questo l'inferno. C'ho mandato tanta gente che mi sembra giusto vedere com'è fatto. Mi ha lasciato questa stanza per una ragione. Cinque donne hanno dato la vita e il sangue per questo momento... c'è solo un modo per capire perché... (Dexter)
  • Harry mi ha insegnato a essere riservato e autosufficiente, e a tenere un armadio pieno di sacchi della spazzatura. (Dexter)
  • Preferisco la vita affascinante a quella preoccupata. (Dexter)
  • Il trio ideale: armi, munizioni e poco cervello. (Dexter)
  • Prima regola di Harry: evitare coinvolgimenti emotivi. (Dexter)

Episodio 12, Nato Libero[modifica]

  • Ho vissuto nell'oscurità per molto tempo e negli anni i miei occhi si sono adattati al buio, che è l'unico mondo in cui riesco a vedere. Poi Rudy ha acceso la luce, ha inondato la mia memoria... e ora sono cieco. (Dexter)
  • Doakes ha sempre intuito che nascondo qualcosa... e ora ne è certo. Il mio diavolo danza col suo demone e la melodia che ci accompagna durerà ancora. (Dexter)
  • Così si sente un uomo che cammina in piena luce, il lato oscuro rivelato, le ombre accettate... Sì, mi vedono, sono uno di loro... nel loro incubo peggiore! (Dexter)
  • Dicono che casa è dove sta il cuore: forse è lì che ho lasciato il mio. (Dexter)
  • A volte mi chiedo come sarebbe la mia vita se tutte le cose che nessuno sa di me venissero rivelate, ma non lo saprò mai perché continuerò a nascondermi ne va della mia sopravvivenza. (Dexter)

Seconda stagione[modifica]

Episodio 1, È vivo![modifica]

  • Sono troppo teso... sono passati 38 giorni, 16 ore e 12 minuti da quando ho ucciso mio fratello. In tutto questo tempo non ho mai avuto una sola notte tutta per me. E il sergente Doakes fa in modo che io non ce l'abbia... (Dexter)
  • Angel: Non dimenticare, chiedi all'universo quello di cui hai bisogno.
    Dexter [pensando]: Ho davvero bisogno di uccidere qualcuno.

Episodio 2, La verità torna a galla[modifica]

  • Sto perdendo il controllo... ho l'occasione di uccidere e mi blocco... poi mi lascio scappare una vittima... e ora i miei segreti tornano a galla. Dov'è il Dexter metodico, controllato, efficiente?... Dove l'ho perso?... Come faccio a ritrovarlo? Vado alla deriva... e non riesco a dormire... (Dexter)
  • Non capirò mai come la gente affronta la morte. Perché non possono semplicemente lasciarla al suo posto? (Dexter)
  • Dexter: Non è vero, ti ho ucciso.
    Rudy: No, hai solo preso la mia vita.
  • Chino: Se mi uccidi cosa ti resterà?
    Dexter: Un mondo senza di te.
  • Se gli occhi sono lo specchio dell'anima, il dolore di una perdita è la porta. Finché resta chiusa ci protegge da un lato di noi stessi. Se ti tieni a distanza resta chiusa per sempre. Ma se apri quella porta, la sofferenza diventa l'unica verità. (Dexter)

Episodio 3, Una scomoda bugia[modifica]

  • Mi chiamo Dexter e non so che cosa sono. Ma di certo so che c'è qualcosa di oscuro in me... e lo nascondo. Sicuramente non ne parlo, ma... c'è. Sempre. Questo oscuro passeggero. E quando è lui a guidare mi sento... Vivo. Dominato da questo fremito di malvagità assoluta. Non lo combatto, non voglio farlo. È tutto ciò che ho. Nessuno mi ama così, neppure... neppure io, purtroppo. E se invece fosse solo un imbroglio dell'oscuro passeggero? Perché, ultimamente, nei momenti in cui mi sento... legato a qualcosa, o a qualcuno. È come se mi scivolasse via la maschera... e quelle cose, o persone, di cui non mi importava, in un istante diventano importanti... Terrorizzandomi. (Dexter)
  • Solo che non vorrei che mia sorella mi desse la caccia: rovinerebbe il clima familiare. (Dexter)
  • Do la caccia a un assassino e mi ritrovo con un'auto nuova: com'è successo? (Dexter)
  • Fibra sintetica: anche i suoi capelli sono una menzogna. Potrei imparare qualcosa da lui. (Dexter)
  • Harry aveva ragione: niente resta sepolto per sempre. Forse nemmeno io. (Dexter)
  • Se non faccio niente un'altra donna morira: è la mia coscienza a lungo sopita che parla o è l'oscuro passeggero che bisbiglia? (Dexter)
  • Rivenditore: Ti si insinuano dentro!
    Dexter: Sì, fanno così.. E poi ti sbattono fuori.
  • Lila: Allora dimmi, esattamente, quanta robaccia hai dentro?
    Dexter: Io sono pieno di niente.
  • Lila: Come mille voci nascoste che sussurrano "È questo tutto ciò che sei". E tu lotti contro la pressione, quel bisogno crescente che sale dentro come un'onda che punge, brucia, insiste per essere appagato. Poi una voce si fa più forte, finché non ti urla "Adesso!". E quella è l'unica voce che senti. L'unica voce che vuoi sentire. E tu appartieni a lei. A questa ombra di stesso. A questo...
    Dexter: ...oscuro passeggero.

Episodio 4, Il macellaio della baia di Miami[modifica]

  • Rita: È una donna molto forte.
    Dexter: La terrò presente per sollevare qualcosa di pesante.
  • Rita: Io spero tanto che oggi lo prendano, e spero proprio che gli facciano del male! Buona giornata!
    Dexter: Be', deciditi.
  • Nei momenti di massima paranoia temiamo che tutti parlino di noi. È diventata questa la mia realtà. Non riesco a sentire ciò che dicono ma so che non è bello. (Dexter)
  • Mi rifiuto di credere che Vince Masuka sarà l'uomo che da solo mi abbatterà. Ma so anche che il rifiuto è la prima fase del percorso di sofferenza per coloro che scoprono che la fine è vicina. (Dexter)
  • Sono sempre stato bravo con i genitori: il segreto sta solo nel pensare a loro come alieni provenienti da un universo lontano. (Dexter)
  • Qualunque cosa tu credi sia giusta è sbagliata. Quando ti farà una domanda, voglio che tu pensi alla risposta e poi di' esattamente il contrario. (Harry)
  • È strano sperimentare per la prima volta quella che potrebbe essere definita speranza. Allo stesso tempo mi ritrovo a soppesare i vantaggi della sedia elettrica rispetto all'iniezione letale... ma sono ancora qui. (Dexter)
  • Credevo di aver chiuso la porta a chiunque mi vedesse per quello che sono. Ma questa donna mi vede... lei non lo sa, ma sta guardando dietro la maschera e non distoglie lo sguardo. (Dexter)

Episodio 5, Il vendicatore oscuro[modifica]

  • Quasi tutti odiano le file. In banca, al supermercato, al bar. Io no. Se volete conoscere la natura umana mettetevi tra un uomo e il suo cappuccino. (Dexter)
  • Ho incontrato una persona a cui non importa cosa sono. Ogni supereroe ha bisogno di una spalla, e ogni cattivo di un complice. Tutte le mie relazioni sono basate sul fatto di non sapere, ma sto cambiando. Ve lo immaginate una vita senza più segreti? (Dexter)

Episodio 6, Dex, bugie e videotape[modifica]

  • Sono andato da Lila per delle risposte, ma mi ritrovo con più domande di prima: chi sono, di che cosa ho bisogno, che cosa voglio. Un caffè. Quello che voglio è una tazza di caffè. (Dexter)
  • Dexter: Fa delle cose magnifiche con la fiamma ossidrica... come si chiama?
    Lila: Talento?
  • Devo fare in modo che Landy trovi il suo uomo. Ma prima devo cancellare le riprese del molo, far pace con la mia ragazza, e... magari risolvere il problema della fame nel mondo, tanto cosa più cosa meno. (Dexter)
  • Doakes: Vuoi colpirmi? Accomodati. Non cerco che un pretesto per farti il culo.
    Dexter: Conosco la sensazione.
  • Ti ucciderò, devo farlo. Ma non ne sento il bisogno. Questo è potere. (Dexter)

Episodio 7, Quella notte che successe di tutto[modifica]

  • Dexter: Sai sempre quello che vuoi, eh?
    Lila: Non ti dispiace vero? Ad alcuni da fastidio.
    Dexter: Ho sempre trovato i manuali d'istruzione piuttosto utili.
  • Lundy: La verità arriva al mio cuore da un posto tranquillo. Devo preparare la scena per sentirla. Capisci cosa intendo?
    Debra: No, io prospero nel caos.
  • (Chopin) può fare quest'effetto sulle persone: può smuovere della polvere. (Lundy)
  • Be' in questo caso lasci che glielo spieghi chiaramente: nonostante le sue persecuzioni, nonostante la sua perseveranza, nonostante il suo impegno io sarò un passo avanti a lei per un semplice motivo. Io sono vincente. (Dexter)

Episodio 8, Chiudere i conti[modifica]

  • Debra: È cafona, inglese, tette al vento e vampira.
    Dexter: Hai appena descritto la donna perfetta.
  • Masuka: A te un abbraccio e a me un buffetto sul naso?
    Batista: Perché ti comporti come un ritardato.

Episodio 11, Prossima svolta a sinistra[modifica]

  • Doakes: Brucerai all'inferno, Morgan.
    Dexter: Sì, una cosa del genere.
  • Come può essere cattivo un tipo servizievole come me? (Dexter)
  • Masuka: Comportati da uomo, reagisci, l'amore è una battaglia.
    Debra: Nel tuo caso un ordine restrittivo.
  • Debra: Ma come facciamo a trovare il suo vero nome?
    Lundy: Andiamo, conosci la risposta.
    Debra: Le taglio la testa e cerco l'etichetta?
  • Forse il male funziona così: distrugge tutto ciò che tocca. (Dexter)

Episodio 12, L'invasione britannica[modifica]

  • Ad aspettare nelle Everglades orde di sceriffi di contea, squadre di ricerca e rettili schifosi. E da questa parte coi pantaloncini neri, lo sfidante, il possente Dexter. (Dexter)
  • Lila: Poverino, tutto da solo.
    Doakes: Sto bene, apri la porta.
    Lila: Non tu, Dexter.
  • Se Dio fa miracoli, allora anche Satana ha qualche asso nella manica. (Dexter)
  • Puoi provare qualcosa per me, ma è solo un impulso, una reazione primitiva a bisogni essenziali... conosci ogni parola della canzone ma la musica non ti arriva. (Dexter)
  • Lila: Non vedo l'ora di sparire con te Dexter, non vedo l'ora.
    Dexter: Ti farò sparire eccome... in un sacco della spazzatura...
  • È strano sapere d'aver creato qualcosa, una versione altamente mutata di me, che girovaga a piede libero e combina casini: è così che si sente un genitore? (Dexter)

Terza stagione[modifica]

Episodio 1, Nostro padre[modifica]

  • Lo so, lo so, devo misurare la temperatura della stanza prima di aprire bocca, lo so, è un brutto vizio, lo ammetto. (Debra)

Episodio 2, Alla ricerca di Freebo[modifica]

  • Non è piacevole vero? Proprio quando pensi di aver risposto a tutte le domande ne spunta fuori un'altra... la vita la vita la vita, la vita è proprio così. Per questo preferisco la morte. (Dexter)

Episodio 3, Il leone si è addormentato[modifica]

  • In una terra di predatori il leone non teme mai lo sciacallo. (Dexter)
  • Eh la notte... ottima per il cacciatore, pessima per la preda. Nathan Marthen, il tuo passato è il prologo del tuo futuro. (Dexter)

Episodio 4, Tutto in famiglia[modifica]

  • [Pensando] Molti attori lavorano duramente nell'oscurità, senza mai affrontare le luci della ribalta. Ma, se affini la tua arte, se la curi con diligenza, puoi ritrovarti a interpretare il ruolo della tua vita. (Dexter)
  • Gli studi provano che l'intelligenza emotiva è più importante nel successo personale di qualunque fattore possa essere misurato col test sul Q.I. (Dexter)
  • Puoi portare un cavallo al fiume ma non puoi costringerlo a bere, a meno che non ordini la sua bevanda preferita e lo fai aspettare. E aspettare. (Dexter)
  • Ma se si interpreta una parte a lungo e ci si impegna davvero, diventerà mai reale? Io potrei diventare reale? (Dexter)
  • Dexter: La mia vita è sempre stata come una domanda senza risposta. Una serie infinita di giorni e di notti passate ad aspettare, non sapevo cosa.
    Cody: Perché è così strano oggi?
    Astor: Non lo so.
    Dexter: Rita noi siamo legati, ovunque vada sento che tu e i bambini siete sempre con me. Voi mi rendete vivo. Voglio andare ancora a mangiare una banana split, a ripiantare l'albero di limoni che seguita a morire e non voglio mai perdermi la sera della pizza. Per questo so che voglio sposarti, perché una cosa semplice, come la sera della pizza, illumina la mia settimana, ma non senza i miei ragazzi. Cody, Astor voi siete la mia famiglia, io voglio stare con voi per sempre. Vi prego ditemi di sì.
    Rita: Sì...sì...sì, noi ti sposiamo.

Episodio 7, Amici veri[modifica]

  • [Pensando, rivolto all'ipotetica vittima Hellen Wolf] Vedo dei sacchi di plastica nel suo futuro. (Dexter)
  • Dexter: Ehi Deb, pensi di portare qualcuno al matrimonio?
    Debra: Non lo so Dex, potrei avere troppo da fare a raccattare i pezzi di Anton per venire.
    Dexter: Quindi ti metto in forse?
  • LaGuerta: Te la prendi con Miguel Prado e difendi un topo di fogna come quello?
    Wolf: Non è compito mio giudicare, Maria.
    LaGuerta: Però hai giudicato Miguel.
    Wolf: Vorrà dire che se mai verrà arrestato difenderò pure lui.
  • Non sono mai stato bravo a risolvere i conflitti: non senza un coltello e tanti teli di plastica. (Dexter)

Episodio 8, Effetto farfalla[modifica]

  • Si dice che tutto sia collegato, è l'effetto farfalla... lanci un sassolino in uno stagno e i cerchi nell'acqua si propagano verso l'esterno investendo ogni cosa finché alla fine ad un pesce spuntano braccia e gambe e striscia fuori dall'acqua, raccoglie una pietra e colpisce altri due pesci sulla testa: e abbiamo il primo serial killer. (Dexter)
  • Dexter: Te ne intendi di fedi nuziali?
    Debra: Certo, fedi nuziali e fissione nucleare sono le mie specialità.

Episodio 10, Ognuno per sè[modifica]

  • Proprio quello che avevo ordinato: finta cordialità con contorno di tradimento. (Dexter)
  • Non immagina quale porta ha aperto. (Dexter)
  • Dopo quello andrai per la tua strada e ritorneremo entrambi a essere come eravamo prima di tutto questo. Tu un vice procuratore d'assalto dedito a far rispettare sempre la legge, e io un ematologo esperto che prende sempre il suo assassino. (Dexter)

Episodio 11, La resa dei conti[modifica]

  • Se la casa è dove si trova il cuore, dove va chi non ha cuore? (Dexter)
  • Miguel: Sono come te.
    Dexter: No no no, io so di essere un mostro.
    Miguel: Io ti accetto... io ti accetto Dexter, come un fratello.
    DexterL'ho ucciso mio fratello... e ho ucciso anche il tuo.
  • Angel: Quindi ti piace eh?
    Masuka: Il problema è che anche io le piaccio. Deve esserci qualcosa che non va in lei.
  • LaGuerta: Tu la senti mai una voce interiore che ti dà il tormento?
    Dexter: Sono consapevole del fenomeno.

Episodio 12, Finché morte non vi separi[modifica]

  • Quando il lupo rimane in trappola, si morde la zampa. L'istinto di sopravvivenza è la sua forza. (Dexter)
  • LaGuerta: E allora dimmi Dexter, come convivi con una cosa così?
    Dexter: Lo fai e basta.

Quarta stagione[modifica]

Episodio 1, Una vita da sogno[modifica]

  • È una scena del crimine ben organizzata. L'assassino ha agito con calma... e poi ha ripulito le tracce... (ovviamente non ha figli). (Dexter)

Episodio 3, Luci accecanti[modifica]

  • Il barbecue in giardino è un residuo dell'ultima era glaciale, quando il cibo scarseggiava e gli uomini dovevano unire le loro forze per abbattere una bestia e solo chi sapeva lavorare con gli altri era sopravvissuto, e i suoi geni si sono tramandati attraverso i secoli... fino ad arrivare qui... nella mia comunità. (Dexter)
  • Devi piantarla di fare a pezzi le cose, di togliere il freno alle macchine. Non farti più venire strane idee. Se provi a toccare un solo finestrino torno qui e me ne vado con la tua testa in un sacco... e ce l'ho già il sacco... (Dexter)
  • Debra: Frank, senti, volevo scusarmi. Sono stata proprio una stronza l'altra sera.
    Frank Lundy: Non serve, tutti abbiamo il diritto di esserlo ogni tanto.

Episodio 4, 3 giorni di libertà[modifica]

  • Solo che il mio sangue sulla bocca della tua pistola dimostrerà che è stato un colpo a contatto altamente improbabile durante una colluttazione... Potresti spararmi un colpo al torace ma la direzionalità dimostrerà che ero in posizione difensiva. Dovresti calcolare la distanza esatta per creare degli schizzi riconducibili a una legittima difesa. (Dexter)
  • Dexter: Non volevo che mi vedessi in quello stato.
    Rita: Sono tua moglie. Voglio sapere quello che ti tormenta.
    Dexter:[pensando] No, non credo proprio

Episodio 5, Sete di vendetta[modifica]

  • Visto, non ho assolutamente niente da nascondere! (A parte le siringhe, i bisturi e la sega per le ossa che sono nel doppiofondo del baule) (Dexter)
  • È quasi poetico che un serial killer ponga fine agli omicidi trentennali di un altro. (Dexter)

Episodio 6, Datemi un martello[modifica]

  • Ecco cosa rende tale una casa: le risate dei bambini felici, il calore di un ambiente pieno di persone, il gelo di una moglie arrabbiata... (Dexter)
  • Sono perfettamente a mio agio con i fluidi del corpo: sangue, muco, lacrime. Ma con le emozioni che comportano... con quelle non molto. (Dexter)
  • Fanno questo le persone? Dicono quello che pensano... a voce alta? (Dexter)
  • Abbiamo tutti e due degli scheletri, quindi tutti e due abbiamo un armadio dove tenerli. (Dexter)

Episodio 7, Calma piatta[modifica]

  • C'è un momento che i marinai chiamano calma piatta, quando la marea non è né alta né bassa... è perfettamente immobile. È un momento cristallizzato nel tempo, dove tutto è calmo e tranquillo... L'unico svantaggio è che dura pochissimo. (Dexter)
  • Quinn: Metti due persone in una stanza per un po' di tempo, e vedrai che alla fine scopano.
    Debra: Oh, wow, sei così romantico, dovresti tatuarti questa frase sulla testa.
  • L'uomo è sempre stato attratto dal mare. Ma per noi è uno scenario innaturale, è un luogo di estremo pericolo. Maree, correnti, onde, venti... ciascuno presenta dei pericoli, pericoli che non possiamo ignorare. Il minimo errore di valutazione può diventare uno sbaglio irrecuperabile. Ma un buon marinaio non lotta contro questi elementi. Un buon marinaio lavora con loro, li sfrutta a suo vantaggio. Mentre altri meno fortunati potrebbero andare alla deriva, finire in mille pezzi, lui torna sempre a casa, sano e salvo. (Dexter)

Episodio 8, Rimorsi[modifica]

  • Trinity: All'anima fa bene la confessione.
    Dexter: Ulteriore prova che non ne ho una.
  • Se errare è umano, deve esserlo anche il rimorso. Un momento, allora questo mi rende... umano? (Dexter)
  • Trinity: è lui che ha sparato a mia sorella. Avrei dovuto... no, niente "avrei dovuto", non uso mai il condizionale... non è da me. (Dexter)

Episodio 9, Giorno di festa[modifica]

  • Dexter: Che padre è uno che conserva una cassa da morto in garage?
    Harry: Che padre è uno che tiene vetrini ematici nella rimessa?

Episodio 11, Faccia a faccia[modifica]

  • Harry: Non mi riferisco a loro. Io parlo di Dexter Morgan: ematologo, marito, padre, serial killer, e Kyle Butler, ricattatore. Chi sei tu davvero?
    Dexter: Sono ognuno di loro.

Episodio 12, La storia si ripete[modifica]

  • Com'è che possibile che io riesca a uccidere senza il minimo rimorso, mentre deludere Rita mi fa sentire un essere orribile? (Dexter)
  • Va tutto bene, la vita non deve essere perfetta, deve solo essere vissuta! (Dexter)
  • Nato nel sangue, proprio come me, Harry aveva ragione pensavo di cambiare quello che sono, tenere la mia famiglia al sicuro, ma indipendentemente da quello che faccio, dalle mie scelte sarò sempre quello sbagliato. È il mio destino. (Dexter)

Quinta stagione[modifica]

Episodio 1, Colpa mia[modifica]

  • Ho visto morire 67 persone e nel momento della verità le guardavo negli occhi e sapevo e anche loro sapevono che se lo meritavano. Ma se questa volta non fosse così...se non é quello che meritavi. Se meritavi una casa con una staccionata bianca e i tuoi figli intorno... e un marito che ti amava. Se quello che meritavi era un vero essere umano e invece ti sei ritrovata uno come me. (Dexter)
  • Harry, mio padre, mi ha insegnato qualche semplice regola: non fare mai del male ad un innocente. Dove sei adesso quando ho più bisogno di te? Quando mia moglie é finita in quel sacco e mi guardano tutti ed è il mio vicino che piange... non io. (Dexter)
  • Sono appena tornato a casa e ho trovato mia moglie morta nella vasca da bagno. Un'incisione di 2 cm sulla metà superiore della coscia destra ha reciso l'arteria femorale. (Dexter)
  • Ci sono davvero poche cose di cui hai bisogno quando decidi di andartene, qualunque sia il posto dove andrai a finire: dei vestiti adatti... i ferri del mestiere... e qualche segno del tuo passato, per ricordarti chi sei veramente. Di tutto il resto... non ne hai bisogno. (Dexter)
  • Allora è così che fa la gente normale. Niente cadaveri impacchettati, niente cattivi odori... (Dexter)

Episodio 2, La palude dell'orrore[modifica]

  • C'era una volta un mostro, verde e cattivo, che lasciò una macchia circolare un metro d'altezza che fa pensare ad un trauma da corpo contundente che sembra indicare che il giovane e bellissimo principe in ginocchio sia stato colpito almeno due o tre volte. (Dexter)
  • La caccia mi da lucidità, concentrazione. Il killer che è in me migliora il padre. (Dexter)

Episodio 4, La bella e la bestia[modifica]

  • Quando era bambina mia madre mi disse: mai mentire a qualcuno che si fida di te e mai fidarti di qualcuno che ti mente. (Baby-sitter)

Episodio 5, Il battesimo del sangue[modifica]

  • Una scena fin troppo familiare... ma io uso un bisturi, tu hai solo le tue dita, immacolate... non hai neppure un anno, e già distruggi le prove... e devi allontanarti dalla scena del crimine. (Dexter)
  • Senti Quinn, se ti scopi il toro ti becchi anche le corna. (Liddy)
  • Abbiamo tutti qualcosa da nascondere, un luogo oscuro dentro di noi che non vogliamo far vedere al mondo. Così fingiamo che va tutto bene e ci avvolgiamo negli arcobaleni: e forse è meglio così, perché alcuni luoghi sono più oscuri di altri. (Dexter)
  • Gli arcobaleni sono un'illusione: riflettono la luce per farci vedere qualcosa che in realtà non c'è. (Dexter)

Episodio 6, Ogni cosa è illuminata[modifica]

  • La compartimentazione è nata come teoria architettonica. Ha portato a dividere gli edifici in sezioni non comunicanti per evitare che gli incendi si propagassero. Anche la vita può essere divisa in sezioni non comunicanti: rende tutto molto più semplice. (Dexter)
  • La compartimentazione è una cavolata, gli incendi sventrano di continuo gli edifici anche se gli ambienti non sono comunicanti. Con la vita è la stessa cosa, è inutile sperare di controllarla. (Dexter)
  • Questo è Luminol. Adesso ti spiego. Il perossido di idrogeno e l'idrossido di sodio reagiscono con il ferro presente nell'emoglobina, e rilevano una luminescenza blu. (Dexter)

Episodio 7, Intesa[modifica]

  • O è una statuetta sacra, o è il pupazzetto meno divertente che abbia mai visto... non ha bisogno di S. Brigida: lui ha padre Dexter. (Dexter)
  • Formalina, formaldeide liquida. Un agente imbalsamante. Dato che è stato applicato solo localmente gli organi interni dei cadaveri hanno continuato a decomporsi e a colare attraverso i vari orifizi, coagulandosi entrando a contatto con la formalina. Ecco cos'hai sotto le scarpe: organi interni coagulati. (Dexter)
  • [Pensando] Le persone arrivano a noi in modi diversi e si legano a noi per varie ragioni... ma perché un legame funzioni, bisogna non solo accettare questa persona nella propria vita, ma anche accettarla per quello che è...a volte sono le persone a trovare noi, e per quanto ci sforziamo di respingerle, riescono a entrare comunque nella nostra vita, finché non ci accorgiamo di quanto abbiamo bisogno di loro. (Dexter)

Episodio 8, Una visita inattesa[modifica]

  • Dexter: Va tutto bene?
    Chase: Niente di importante... solo un piccolo imprevisto con la sicurezza.
    Dexter: Del tipo che la testa del responsabile è nella mia valigia?
  • È una legge della fisica, gli elementi tendono ad aggregarsi... singole cellule su una piastra di Petri si agitano fino a fondersi tra loro... gli eventi nell'universo che un tempo sembravano casuali, alla fine rivelano un legame di fondo. (Dexter)
  • [Al seminario di Jordan Chase] Per la prima volta sono in mezzo a persone che mi fanno sentire normale... molto normale. (Dexter)

Episodio 9, Il ciondolo[modifica]

  • Lumen: Abbiamo un problema.
    Dexter: Già, è in atto una gara di forza con la mia figliastra, ubriaca e ladra, e credo che vincerà lei.
  • Dexter: Quello lì è il plesso solare. Al momento il tuo diaframma è parzialmente paralizzato per questo fatichi a riprendere fiato.
    Padre di Olivia: Ma chi cazzo sei, uno psicopatico?
    Dexter: No, oggi sono solo un padre preoccupato... Questo è il fegato. Il bello del fegato è che se riesci a colpirlo bene prendi anche il nervo vago che si dirama per il resto del tuo corpo... il cervello va in corto circuito, il corpo si ferma, e tu provi, come si dice, terrore?
  • Nelle giornate buone, mentre corro, le voci nella mia testa poco a poco si acquietano finché resto solo io, il mio respiro e i piedi sulla sabbia. (Dexter)

Episodio 11, La trappola[modifica]

  • Non avevo mai pensato al mio futuro, al fatto di invecchiare...forse perchè il futuro non è mai stato buono con quelli come me...o con i loro cari. (Dexter)
  • Debra: Voglio qualcuno di cui possa fidarmi al 100%. Come lei, la giustiziera... lei ha qualcuno accanto, il tizio che la sta aiutando, qualcuno che farebbe di tutto per lei.
    Dexter: Come fai a saperlo?
    Debra: A essere sincera non lo so ma... per quello che fanno serve devozione. Uccidere qualcuno insieme è una cosa davvero cazzuta.
    Dexter: [Pensando] È quello che c'è tra Lumen e me, una cosa cazzuta?
    Debra: Lui sta rischiando la vita, sta mettendo in gioco tutto quello che ha per rimediare ai torti che lei ha subito. E per quanto sembri assurdo, questo sentimento come lo chiameresti se non amore? Cazzo, è fottuto di brutto eh?
    Dexter: Si, è fottuto di brutto.
    Debra: Però è meraviglioso.

Episodio 12, Il buio oltre la luce[modifica]

  • Non si risolve una cosa per rimediare un'altra: lo diceva sempre Jordan Chase. Ma si sbagliava, lo facciamo in continuazione. È così che funziona il mondo, cerchiamo tutti di sistemare le cose. Persino io.
  • Lumen ha detto che io le ho restituito la vita, il contrario del mio ruolo abituale; il fatto è che anche lei mi ha restituito la mia. Ciò che importa non è quello che mi ha preso, ma quello che mi ha dato: occhi che finalmente mi hanno visto per quello che sono e la certezza che niente, niente è scolpito sulla pietra, nemmeno l'oscurità. (Dexter)
  • Lo fanno sembrare così facile... stabilire una relazione con altri esseri umani... come se non sapessero che è la cosa più difficile del mondo. (Dexter)

Sesta stagione[modifica]

Episodio 1, Fede[modifica]

  • Ci sono dei momenti nelle nostre vite, in cui sembra che tutto vada storto. Quando nonostante i nostri sforzi e senza una ragione o un motivo apparente... avviene una tragedia. E ci sono altri momenti in cui tutto va alla perfezione. (Dexter)
  • Harry: Cosa si prova [ad essere popolare]?
    Dexter: Lo odio!
    Harry: Smettila! È grandioso. La maggior parte di loro vorrebbe essere popolare.
    Dexter: Si, ma la maggior parte di loro non ha nastro adesivo, teli di plastica e una sega chirurgica in macchina.
  • Dexter: Senti, lo so che è banale, ma come possiamo sapere che c'è un Dio? Te lo chiedo solo per poterlo spiegare ad Harrison.
    Angel: Be', c'è un Dio perché... in tutti quanti noi c'è un profondo senso di bontà, di bontà morale. Ma a dire il vero, quando vai in fondo alla questione, si tratta solo di fede. È qualcosa che senti, non è qualcosa che puoi spiegare. È molto difficile spiegarlo a parole.
    Dexter: [Pensando]: Perché non ha senso. [Parlando]: Grazie Angel, hai reso tutto molto più chiaro.
  • Ho imparato che i periodi di oscurità possono sopraffarci in qualsiasi momento, ma ho anche imparato d'essere in grado di resistere, di prevalere e nel mentre diventare più forte. Più furbo. Più bravo. (Dexter)

Episodio 2, C'era una volta[modifica]

  • Perché i mostri non vivono per sempre felici e contenti. (Dexter)
  • I lupi assumono forme diverse. Alcuni hanno grandi occhi per vederci meglio. Alcuni aspirano ed altri espirono... altri si celano sotto il tuo naso. Io dovrei saperlo perché, mi piaccia o no, sono un lupo anch'io e questo non cambierà mai. (Dexter)

Episodio 3, La fatina dei denti[modifica]

  • Dicono che la vecchiaia sia come una seconda infanzia. Piena di colori primari... tricicli e di palline da inseguire. Sono a stento sopravvissuto alla mia prima infanzia. Mi sa che alla seconda non sopravvive nessuno. (Dexter)
  • É come la mia scatola di vetrini, sangue secco sulle radici. Appartengono a tutte le sue vittime... é lui la fatina dei denti. L'uomo che ha terrorizzato il Nord Ovest Pacifico per venti anni... tutto ciò che ha lasciato é una scatola di denti. È questo che succede ai serial killer alla fine della loro vita? (Dexter)
  • Tutti noi desideriamo che la vita abbia un significato, un significato che cerchiamo più intensamente man mano che invecchiamo... ed é più difficile da trovare; qualcuno di noi lo cerca nel posto sbagliato. Ma se le nostre vite non avessero un significato... cosa potremmo lasciare alle persone a cui teniamo? Walter Kenney voleva lasciare al mondo lo schifo che la sua vita era diventata. Cosa lasceró io? (Dexter)

Episodio 4, I quattro cavalieri dell'apocalisse[modifica]

  • Alcuni credono che la religione sia nata per consentire a delle culture primitive di trovare una spiegazione ai fenomeni naturali. Il fuoco, il vento, la pioggia... crearono un dio per ognuno di essi. Si potrebbe pensare che la religione sia diventata sorpassata grazie alla scienza. Ma così non è stato. Vai a farti una nuotata... e diventi un uomo nuovo. Vorrei tanto credere che sia così semplice. Ma fratello Sam ci crede. E grazie a ciò, si sente realizzato... glielo si legge in faccia. (Dexter)

Episodio 5, L'angelo della morte[modifica]

  • Non credo negli angeli ma credo che nel mondo ci sia una lotta costante tra luce e oscurità. Chi lo sa? Forse fratello Sam ha ragione... forse qualche volta la luce riesce a spuntarla. Ma secondo la mia esperienza, di solito é l'oscurità a prevalere. (Dexter)

Episodio 6, Il messaggio[modifica]

  • La maggior parte della gente crede che abbiamo il libero arbitrio, che ciascuno di noi scelga il proprio cammino. A volte questo cammino è chiaro. Altre volte tutto il contrario. Ogni curva, ogni svolta può mettere alla prova il nostro senso di orientamento. Ma sono le scelte che facciamo quando arriviamo davanti a un bivio a definire chi siamo. (Dexter)
  • Debra: [Parlando della sua promozione a tenente] Non so più che ruolo avere con le persone.
    Psicologa: Non deve.
    Debra: Che cosa?
    Psicologa: Avere un ruolo. Sia solamente Debra. Lei ha troppe cose in testa, lei pensa troppo. Faccia il suo lavoro, viva la sua vita e aspetti che tutto faccia il suo corso.

Episodio 7, Nebraska[modifica]

  • Fratello Sam credeva che la luce potesse tenere a bada l'oscurità ma mi chiedo se l'oscurità non sia determinata dalla luce. Se é così l'oscurità non può esistere da sola. Deve esserci per forza luce da qualche parte che aspetta di essere trovata. (Dexter)

Episodio 8, Peccato di omissione[modifica]

  • I bambini si fidano del fatto che quando li mettiamo a letto la sera, l'indomani saranno vivi per vedere un altro giorno. Gli adulti non sono sempre così fortunati. (Dexter)
  • [Dexter va in una casa di riposo a far visita a un ex prete con la demenza senile]
    Dexter: Padre Galway?
    Padre Galway: Sì, sono proprio io. Ma sinceramente non mi ricordo il tuo nome.
    Dexter: Noi non ci siamo mai incontrati. Io mi chiamo...
    Padre Galway: ...Francis Connoly!
    Dexter: Ehm...
    Padre Galway: Sei venuto a scusarti per aver rotto la finestra del nartece, immagino.
    Dexter: Mi scusi, padre. Devo essermi sbagliato.
    Padre Galway: Oh, no no no no! Tu non vai da nessuna parte! Devi confessarti, figliolo!
    Dexter: Veramente non ne ho bisogno. Se mi lascia...
    Padre Galway: "Benedicimi padre, perché ho peccato"
    Dexter: I miei peccati...Ok. Io...ho superato il limite di velocità diverse volte.
    Padre Galway: Oh, e chi non l'ha fatto? Quali altri peccati devi confessare?
    Dexter: Ho mentito a mia sorella.
    Padre Galway: Quella con le lentiggini? Mary Grace, dico bene? Aveva sempre un biscotto in mano la cattivella! Cos'altro?
    Dexter: [Pensando] Non ci sta più.
    Dexter: Devo proprio andare, padre.
    Padre Galway: Giovanotto! Come pretendi di andare in cielo se non lasci che io assolva i tuoi peccati?
    Dexter: Lo può fare?
    Padre Galway: Tutto ciò che confesserai Dio perdonerà. Sto aspettando, Francis.
    Dexter: Ho ucciso delle persone.
    Padre Galway: Continua.
    Dexter: Molte persone.
    Padre Galway: L'omicidio è un peccato mortale. Tu devi...tu devi...Che stavo facendo?
    Dexter: Mi stava confessando.
    Padre Galway: Oh, sì certo. Io...Io ti assolvo da tutti i tuoi peccati. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Episodio 9, Le sette coppe dell'ira[modifica]

  • Gellar non ha ancora visto l'ira perché non conosce la mia. (Dexter)
  • Psicologa: Suo fratello è sempre stato sulla difensiva?
    Debra: Be' si, è questo il problema.
    Psicologa: Ma se è sempre stato così, perché ora si aspetta che cambi?
    Debra: Ehm, non lo so.
    Psicologa: Si aspetterebbe che una sedia diventasse all'improvviso un tavolo?
  • Io non so se credo in Dio, ma sono sicura che Lui mi odia. (Debra)
  • Il mio passeggero oscuro è con me da così tanto che non ricordo di non averlo avuto, come qualcuno cresciuto col piede equino... o con balbuzie o con l'occhio pigro... è semplicemente un disturbo che ho accettato come parte di ciò che sono. (Dexter)

Episodio 10, L'assenzio[modifica]

  • Fratello Sam l'aveva detto. A volte devi arrenderti... a qualcosa più grande di te. (Dexter)

Episodio 11, Il lago di fuoco[modifica]

  • Forse ci vuole una bestia per catturare un'altra bestia. (Dexter)
  • Credevo di essere diretto nella giusta direzione. Col mio passeggero oscuro di nuovo al comando... ma se ero così sicuro di dove fossi diretto, com'é che mi sono perso così? (Dexter)

Episodio 12, La fine del mondo[modifica]

  • É una vera ironia della sorte che sia finita proprio dove ho lasciato tanti altri. Inizio a chiedermi se il mondo non sarebbe un posto migliore senza di me. Non é vero ciò che dicono che accada poco prima di morire; non sto rivedendo in un flash tutta la mia vita. Le vite che ho tolto... penso alle vite che perderò, Harrison. Perderó l'occasione di veder crescere mio figlio. (Dexter)
  • Dexter: Salve Travis, questa é la fine del mondo, il tuo mondo almeno.
    Travis: No, no, io dovevo completare i sette sigilli!
    Dexter :Mi dispiace.
    Trevis: Ma io ero il prescelto, sono stato scelto per dare inizio ad un nuovo mondo.
    Dexter: Uccidere innocenti era il tuo compito.
    Trevis: Nessuno é innocente.
    Dexter: Mio figlio si, stavi per ucciderlo.
    Trevis: Dio ha permesso che suo figlio morisse.
    Dexter: Come puoi credere questo.
    Trevis: Perché io sono sul sentiero dei giusti.
    Dexter: Ho conosciuto persone che credevano in Dio, uomini giusti che non avrebbero usato la loro fede per uccidere dieci persone, tu ti sei servito di Dio, non il contrario.
    Trevis: Tu sei il perfetto esempio di come l'uomo sia diventato marcio.
    Dexter: Io sono un padre, un figlio e un serial killer.
    Trevis: E brucerai all'inferno.
    Dexter: Oh, io credo che il mio posto sia qui. Perché forse c'é un posto per me in questo mondo... cosí come sono. Non c'é luce senza oscurità. Ciascuno ha il suo scopo, e se c'é uno scopo per la mia oscuritá forse é di portare un pó di equilibrio nel mondo. Perché ammettiamolo il mondo sarà un posto migliore senza di te.
    Trevis: Il mondo finirá e quando finirà io saró al fianco del signore.
    Dexter: Ne sei proprio sicuro?
    Travis: Sì!
    Dexter: Buon per te.
    Trevis: Mi prendi in giro.
    Dexter: No, no, invece mi fai quasi invidia, deve essere bello avere tante certezze.
    Trevis: Tu sbagli, sbagli su tutto perché tu non hai fede in Dio. Ma io ho fede, io credo nel disegno di Dio.
    Dexter: Davvero? Allora é per il disegno di Dio che sei sul mio tavolo. Credi che sia per il volere di Dio che io ora sto per ucciderti? Dio non c'entra niente in questo, tu sei avvolto nella plastica perché io voglio ucciderti!
    Travis: Non doveva finire in questo modo!
    Dexter: Forse è esattamente come doveva finire. Forse tutto è esattamente come doveva essere.

Settima stagione[modifica]

Episodio 1, Il dubbio[modifica]

  • Fa parte della natura umana tenere dei piccoli segreti su noi stessi. Lo facciamo tutti. "Mi tingo i capelli", "Guardo i porno su internet". E se tutta la vita fosse un segreto? Una menzogna? E rilevare la verità potrebbe distruggere tutto ciò che sei. Cosa fareste? Scappereste? (Dexter)

Episodio 2, Il codice di Debra[modifica]

  • Debra: Lo fai sembrare giusto, come se fossi tu la vittima. Le persone in quella scatola sono le vittime.
    Dexter: Vittime? Il direttore di un coro che stuprava e uccideva bambini, una coppia sposata che contrabbandava profughi e che uccideva chi non poteva pagare, uno psichiatra che manipolava le donne fino a spingerle al suicidio...
    Debra: Nella realtà esiste il dipartimento di polizia.
    Dexter: A volte il sistema non funziona e gli assassini la fanno franca.
    Debra: Cosa credi che non lo sappia? Sono qui che parlo con uno di loro. Sono la peggiore detective del mondo, sei mio fratello come ho fatto a non accorgermi di niente.
    Dexter: Non sei responsabile di quello che ho fatto.
    Debra: Bè, ora lo sono. Ti ho aiutato ad insabbiare l'omicidio di Travis. Siamo complici ormai.
    Dexter: Mi hai colto di sorpresa ho dovuto improvvisare.
    Debra: Lo so che ti ho rovinato la festa. Cosa ti aspetti da me adesso? Sono pur sempre un tenente della polizia di Miami, non posso far finta di niente. Tutto questo é molto, molto sbagliato cazzo!
    Dexter: Quindi? Che intenzioni hai?
  • Non gliene fregava niente di far ritrovare i corpi. Voleva solo un paio di giorni di sole e qualche vortice di gelato. Randall non era cambiato. E non poteva sopportare una vita in prigione. Io si? (Dexter)

Episodio 3, La prossima vittima[modifica]

  • Mi sento in trappola, come se non ci fosse via d'uscita. E non perché sono all'ufficio postale. Mi sento imprigionato come un animale in gabbia... e un animale diventa piú pericoloso quando ha le spalle al muro. (Dexter)
  • E a volte non c'è niente di piú emozionante che tornare a quello che avevi ed hai perso. (Dexter)

Episodio 4, Corri[modifica]

  • È tempo per tutti di voltare pagina. Addio amici... (Dexter)
  • Proprio quando sembrava che io e Deb stessimo facendo progressi, ecco che facciamo un passo indietro. Le ho fatto vedere un mostro Ray Speltzer. Un killer che insegue le sue vittime all'interno di un labirinto. Avrei potuto impedire quell'omicidio e Deb lo accetta ma non ha ancora accettato me... ció che sono e non so se mai lo farà. (Dexter)
  • Alcuni giochi sono piú difficili da accantonare di altri. (Dexter)
  • Io non corro, io faccio correre! Tuttavia, anche io corro se un toro con un'ascia mi insegue. (Dexter)
  • Speltzer potrà avere un cervello rettile come me... ma il suo difetto è che non ha molto cervello umano. (Dexter)

Episodio 5, Nuotare negli abissi[modifica]

  • Da piccoli, Deb e io cercavamo di superare le onde... ma io finivo sempre per immergermi sotto di esse. Nuotavo in profondità ... perché così riuscivo a resistere al risucchio della marea. Ma Deb é sempre stata più al sicuro sulla riva. Da adesso in poi, affronteró gli abissi... da solo. (Dexter)

Episodio 6, Fiori rosa[modifica]

  • Tutti noi abbiamo qualcosa che desideriamo ardentemente. Un bisogno che urla per essere soddisfatto. Alcuni di noi ottengono ció che vogliono e sono felici. Mentre altri non sono mai soddisfatti. (Dexter)

Episodio 7, Chimica[modifica]

  • Chimica. Ho sentito dire che certe persone la possiedono. Un'attrazione che non può essere quantificata, né spiegata. È questa la ragione di questa... perdita di controllo? Forse il desiderio di avere Hannah sul mio tavolo era solo un modo per negare l'effetto che ha su di me. E adesso? (Dexter)
  • Non è affogata nella mia oscurità come Lila, non ne é all'oscuro come Rita, e nemmeno ne ha bisogno come Lumen. Accetta entrambi i miei lati. Dexter per intero. E allora perché me ne sto andando? Perché quando certi elementi chimici si miscelano, possono bruciare ed esplodere. (Dexter)
  • C'è un cartone animato in America che parla di un coyote che dà la caccia ad un roadrunner. Continua a provarci. E continua a cadere nel dirupo con il suo skateboard a razzo. (Dexter)
  • Isaak Sirko: Tu non hai ucciso Viktor per vendetta. Ho la sensazione che tu sia un tipo diverso di animale. La domanda é... quale tipo Dexter Morgan?
    Dexter: Il tipo che ha dato la caccia al tuo amico, l'ha legato a un tavolo, gli ha messo un sacco di plastica in testa e gli ha spaccato il cranio con un estintore. Il tipo di animale che fará la stessa cosa a te, estintore o meno.
  • Sa, mia nonna diceva sempre un proverbio: "Fidati di chi cerca la verità, ma dubita di chi dice di averla trovata." Mia nonna non si é mai sbagliata. (Hannah)
  • Non solo non riesco ad ucciderla, non riesco a starle lontano. Anche quando non sono con Hannah lei c'é... nella mia testa. Quando alcuni elementi si uniscono creano una reazione che non può essere invertita. Trascendono la chimica. È questo l'amore? È così che inizia? Ne sono capace? (Dexter)

Episodio 8, Argentina[modifica]

  • La mia famiglia. Tutto quello che ne é rimasto, qui sotto lo stesso tetto. Dovrei sentirmi a casa. Allora perché voglio così dannatamente essere da qualche altra parte? (Dexter)
  • Tutti vogliono la loro "Argentina". Un posto dove poter ricominciare da zero. Ma la verità è che l'"Argentina"... è solo quello che è. Non importa dove andiamo, noi portiamo noi stessi, e il nostro male, con noi. Allora casa è il posto verso cui andiamo... o il posto da cui fuggiamo? Solo per nasconderci in posti dove essere accettati... incondizionatamente? Dei posti che per noi sanno piú di casa... cosí da poter essere finalmente chi siamo? (Dexter)
  • Isaak: L'amore è così; è un’arma potentissima; può salvarci o distruggerci, sei daccordo?
    Dexter: Non ho tanta esperienza sull'amore...
    Isaak: Be', questo perchè sei un uomo di scienza. L'amore elude la ragione.
    Dexter: Niente elude la ragione!
    Isaak: A rigor di logica Victor ed io non saremmo dovuti stare insieme. Non parlo di divario sociale ovviamente, ma lui era un impulsivo, un avventato; affrontava tutto senza riflettere. Suppongo che il cuore sappia qualcosa che noi semplicemente ignoriamo.
    Dexter: Oppure semplicemente il cuore sbaglia.
    Isaak: Ah, ne dubito. L'amore potrà essere sconveniente, magari inappropriato, potrà essere pericoloso, farci fare cose che non ci sognavamo, ma non sbaglia. Del resto tutto dipende da dove andiamo a finire, non credi?

Episodio 9, Il ricatto[modifica]

  • Non esistono due emozioni forti come la paura e l'amore. Non sono molto diverse. Entrambe possono portarti a fare delle follie. Come dire a tuo fratello che sei innamorato di lui. Mettere a repentaglio la tua vita dando la caccia all'uomo che ha ucciso il tuo amato. O fare qualcosa che ti spaventa a morte perché forse potresti essere innamorato. (Dexter)
  • Se il nemico del mio nemico é mio amico, dovrei tifare per l'uomo che vuole uccidere Isaak. Ma per quanto possa sembrare una pazzia, non é così. Forse perché voglio Isaak per me? Perché siamo più simili di quanto voglia ammettere? (Dexter)
  • Isaak Sirko: Molti uomini uccidono per denaro, alcuni per pura brutalitá altri, come me, per vendetta, tu invece nonostante quello che ti ho fatto ho come la sensazione che potresti lasciarmi stare, non avere bisogno di uccidermi.
    Dexter: Ho esigenze differenti.
    Isaak Sirko: Perché lo fai? Perché sei un killer?
    Dexter: Se succede qualcosa ad Hannah lo scoprirai.
  • Isaak: Com'é possibile che tu non abbia mai paura davanti alla morte, invece abbia così paura di vivere.
    Dexter: Io non ho paura.
    Isaak: Allora cos'é?
    Dexter: La morte mi ha sempre calmato, é rassicurante, prevedibile, inevitabile. Con un coltello in mano sento di avere io il controllo.
    Isaak: Un piacere profondo...
    Dexter: Si. Ma...
    Isaak:...dura poco. Finisce e passa oltre.
    Dexter: Ma adesso con Hannah sento di non avere nessun controllo e non sono sicuro di voler passare oltre.
    Isaak: Io ero come te . Così distaccato. Poi é arrivato Viktor.
    Dexter: Ne é valsa la pena? Il tuo amore per lui ti é costato tutto.
    Isaak: Si ne é valsa la pena. Stando con lui non mi sono mai dovuto nascondere. Ero finalmente...
    Dexter:...vivo!
    Isaak: C'é ancora speranza per te.
  • Se guardi bene un western, sai bene che un uomo in cerca di vendetta dovrà scavare due fosse, una per il proprio nemico e l'altra per se stesso. La mia non mi servirá ma faró che, nella sua Isaak non resti solo. (Dexter)
  • Quando in barca mi hai chiesto se fossi mai stato così spaventato, si, lo sono stato due volte. Una quando avevo tre anni, ho visto mia madre venire uccisa.E l'altra in questi ultimi giorni, quando mi sono reso conto che avrei potuto non vederti mai più. Non sono sicuro... di cosa sia... esattamente o di cosa succederà. Forse è così che dovrebbe essere, incontrollabile. So solo che, quando sto con te, mi sento... al sicuro. (Dexter)

Episodio 10, ...ad ogni costo[modifica]

  • Mostri... alieni... fantasmi... nessuno di essi é reale. Il pensiero che una persona sia in grado di fare una cosa simile, é troppo orribile... quindi la nostra immaginazione crea un mondo per rendere la cosa più facile da accettare. Ma anche la più fervida immaginazione é inutile una volta scoperta la verità. (Dexter)
  • Posso ridurre un corpo a pezzi... ma come aiuto Hannah a ricomporre i suoi? (Dexter)
  • Il passeggero oscuro è sempre stato con me da che io ricordi... tirando i fili... mettendo in scena lo spettacolo... ma ora ho capito che non sono un burattino. (Dexter)

Episodio 11, Vedi quello che vedo io?[modifica]

  • Non ho mai pensato al mio futuro. Al fatto d'invecchiare. Forse perché il futuro non è mai stato buono con persone come me o con il loro cari. Ma improvvisamente il mio futuro sembra estremamente possibile. E invecchiare non è solo una possibilità. È una cosa... attraente. (Dexter)
  • Avrei fatto meglio a non contare sul futuro. Quello in cui si può credere è l'attimo, il momento. Perché in un battito di ciglia, tutto può cambiare. (Dexter)
  • Hannah: Non sono venuta a litigare con te o a scambiarci insulti.
    Debra: Buon per te, non saresti durata neanche un round.
  • Natale é il momento delle aspettative. Se sei buono, arriva a casa tua un grassone vestito di rosso a lasciarti regali... ma babbo natale, non esiste. Il giorno più bello dell'anno... festeggia una bugia. (Dexter)
  • Ma guardala... é così bella. Ma ci si può mai fidare completamente di un'avvelenatrice ? (Dexter)
  • Forse uccidere Estrada chiuderà per sempre questo capitolo della mia vita... e ne aprirà un altro per un futuro insieme ad Hannah. (Dexter)

Episodio 12, L'inizio della fine[modifica]

  • Ho provato ad uccidere Hannah, ma non ci sono riuscito. Vorrei poterla odiare per ciò che ha fatto a Deb, ma non ci riesco. (Dexter)
  • Immagino che alcuni legami siano indistruttibil. Non dimentichiamo mai le persone che amiamo. (Dexter)
  • Non saltare lo steccato se non vuoi affrontare ciò che c'è dall'altro lato. (Dexter)
  • Fanculo le coincidenze, io non ci credo. C'è del marcio in te Morgan... avrei dovuto accorgermene prima. Quel sorriso finto... le ciambelle... neanche cammini come una persona normale... tu scivoli... come una cazzo di lucertola sul ghiaccio. È tutta una cazzo di recita... e io non me la bevo. Nascondi qualcosa e prima o poi scoprirò cos'è. Sei un inquietante figlio di puttana. (Doakes)
  • É stato un errore cercare di comportarmi da comune umano davanti a Doakes. Tutto ciò che ho ottenuto è rivelargli quanto fossi falso. (Dexter)
  • Normali motivazioni. Non ho mai ucciso per normali motivazioni. Credevo di essere speciale. Un tipo speciale di assassino, ma stanotte non lo sono. Sono solo un inquietante figlio di puttana. (Dexter)
  • Tutti quanti ci diamo delle regole. Sono queste regole che aiutano a definire chi siamo. Perciò, quando infrangiamo tali regole, rischiamo di smarrire noi stessi... e di diventare qualcosa di sconosciuto. Chi é Deb adesso? E chi sono io? È un nuovo inizio questo? Oppure l'inizio della fine? (Dexter)

Ottava stagione[modifica]

Episodio 1, Una splendida giornata[modifica]

  • Non c'è niente di meglio di uno sconvolgimento ad aiutarti a capire chi sei. Una persona migliore si sentirebbe in colpa per la morte di Laguerta... ma la verità è che ho risolto tutti i miei problemi. Mi ha fatto riprendere la vita in mano. Nei sei mesi successivi ho allenato la squadra di calcio di Harrison, arrivando a un campionato, ho rimesso in piedi la squadra di bowling, ho fatto qualche nuova amicizia. L'ho scampata! (Dexter)
  • Debra aveva ragione. E io torto. Sono io quello smarrito. Una persona migliore la lascerebbe andare ma io non so come fare. Senza di lei non so piú chi sono. (Dexter)

Episodio 2, Il rovescio della medaglia[modifica]

  • Un'altra giornata, un altro corpo senza vita. Miami produce piú cadaveri che scottature e io le sono grato. Una scena del crimine potrebbe essere ancora l'unico posto dove riesca a controllare il caos. (Dexter)
  • Vuoi davvero iniziare con gli "e se"? E se tu non fossi un serial killer? E se Harry ti avesse lasciato in quel cazzo di container? (Debra)
  • Ha ragione. Chiunque fosse Deb prima di uccidere LaGuerta, quella persona è morta. Vorrei solo sapere cosa l'ha sostituita. (Dexter)
  • Ho insabbiato prove talmente tante volte che neanche le conto piú. Ma non mi abitueró mai a farlo per Deb. (Dexter)
  • Sono lupi alfa che hanno aiutato l'umanità a sopravvivere abbastanza a lungo da diventare civilizzata. Un elemento demografico indispensabile. Lo sapevi che i tratti della psicopatia si possono scorgere negli amministratori delegati più affermati? O nei politici più efficienti? Senza gli psicopatici oggi il genere umano non esisterebbe. (Vogel)
  • La dottoressa Vogel dice che gli psicopatici non sono un errore della natura. Sono un dono. Ma che razza di dono distrugge tutto quello a cui tiene? (Dexter)

Episodio 4, A metà dell'opera[modifica]

  • Sono infiniti i modi per infliggere un trauma fisico sul corpo umano... e certe volte le ferite piú letali sono quelle si vedono a malapena. Vanno in profondità. Come quelle che ho inflitto a Deb. (Dexter)
  • Il corpo crea il tessuto cicatriziale per chiudere una ferita, è quello che ha iniziato a fare mia sorella? Prima o poi le cicatrici sbiadiscono. Chissà... Dopo un po' di tempo potresti anche non ricordare come te le sei procurate. (Dexter)

Episodio 5, Questo porcellino[modifica]

  • Alcuni giorni fa sembrava non ci fosse speranza per me e Deb. Ma grazie alla dottoressa Vogel... e a Yates, ho riavuto mia sorella. Non tutto come era una volta... è qualcosa di diverso. Ma per ora è abbastanza. (Dexter)

Episodio 6, Una piccola riflessione[modifica]

  • Gli incidenti capitano. Annientano il nostro senso di controllo... Se non addirittura le nostre vite. (Dexter)
  • Quinn: Secondo te Miller è una santarellina? Ma per favore. Se scavi a caso su uno del nostro dipartimento, sai cosa trovi?
    Dexter: Cosa?
    Quinn: La merda. Insomma, Da qualche parte c'è, insomma ce l'abbiamo tutti, so che hai capito di cosa parlo.
    Dexter: Si, hai ragione. Tutti abbiamo della merda.
    Quinn: Già! La differenza è che alcuni riescono a nascondere la loro, altri no.
    Dexter: Sei un bravo detective, tutto si risolverà.
  • Alcune cose accadono per caso. Altre...Sono scelte. Vi sono parti di me che non potrà mai condividere con mio figlio. Ma con Zach... Riuscirei a fargli da insegnante? Sono pronto per questo? Ad essere un padre spirituale? (Dexter)

Episodio 7, Dresscode[modifica]

  • Harry è stato un bravo insegnante con me, perché era normale. Umano. Ma può nascere qualcosa di buono mettendo insieme due assassini? Che si tratti di studente e insegnante oppure qualsiasi cosa ci siatra me ed Hannah? O finirà tutto allo stesso modo... Così? (Dexter)

Episodio 8, Siamo già arrivati?[modifica]

  • L'hobby migliore è quello che ci distrae di più dalla nostra principale occupazione. (Vogel)
  • Ho sempre ritenuto che il più grande ostacolo della vita non sia il pericolo, ma la noia. La lotta per sconfiggerla è responsabile della gran parte degli eventi al mondo, positivi o negativi. (Vogel)
  • Quando qualcuno viene picchiato a morte, il sangue non è più solo sangue, ma sangue proiettato su una superficie, sangue nebulizzato, sangue raccolto in pozze. Diversi nomi propri ma... stessa famiglia, che raccontano la stessa storia. (Dexter)
  • Dimentico l'impatto che ha un omicidio nel mondo reale. (Dexter)
  • Ogni contatto lascia una traccia. Questa è l'idea alla base dell'analesi di ogni scena del crimine. Dovrei concentrarmi su chi ha picchiato Cassie, e perché. Ma invece... da quanto é tornata Hannah... non penso ad altro. (Dexter)
  • Ogni contatto lascia una traccia. Ogni cosa e ogni persona che tocchiamo... cambia in qualche modo. Ma il cambiamento... non è mai quello che ci aspettiamo. (Dexter)

Episodio 9, La colonna sonora della tua vita[modifica]

  • Vogel pensa che io sia unico. Invischiato tra due mondi. La mia umanità e la mia oscurità.Forse lo saró sempre ma in nessuno dei due riesco ad immaginare una vita senza Hannah. Dopo stamattina non dovrò piú farlo. Vogel baderà a se stessa. E cosí faró anchio. Uccideró Saxon e lasceró Miami per sempre. (Dexter)

Episodio 10, Addio Miami[modifica]

  • Mi mancherai, amico mio. (Batista)

Episodio 11, Money in the box[modifica]

  • Ho vissuto la mia vita di notte all'ombra del mio oscuro passeggero. Ho vissuto nell'ombra così a lungo che l'oscurità è diventata il mio mondo, ma con il passare del tempo le persone nella mia vita si sono capovolte su una luce. All'inizio ero accecato, ero illuminato, ma di anno in anno i miei occhi si sono aggiustati ed ho potuto vedere che il focus della mia vita è il mio futuro, luminoso, luminosissimo, di quanto non lo sia mai stato. (Dexter)

Episodio 12, Remember the Monsters[modifica]

  • Ho sempre pensato che se avessi lasciato Miami sarebbe stato per salvarmi la vita, non per correre verso una nuova. (Dexter)
  • Ti amo, Deb. (Dexter)
  • Per quanto possa aver fatto finta di no, era da tanto tempo che desideravo essere una persona normale. Provare le loro stesse emozioni. Ma ora che sono come loro, voglio solo smetterla. (Dexter)
  • Distruggo tutto ciò che amo. (Dexter)
  • Io non l'ho mai visto, un miracolo. (Dexter)

Altri progetti[modifica]