Giacomo Alberione

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Giacomo Alberione

Giacomo Alberione, (1884 – 1971), presbitero ed editore cattolico italiano.

Maria Regina degli Apostoli[modifica]

  • Fate degli Apostoli! E date loro per condottiera Maria: l'Apostola e la Regina.
  • I mali sono entrati nel mondo, perché l'uomo si distaccò da Dio che è il Bene. I mali attuali nel mondo vi sono ancora perché si abbandona Dio.
  • L'apostolo, il predicatore, il missionario, il confessore, l'uomo d'azione, corrono grave rischio di costruire sulla sabbia, se la loro attività non poggia sopra un'intensa devozione e fiducia in Maria.
  • L'apostolato primo è la vita interiore. Esso è necessario ed insostituibile; obbligatorio per tutti.
  • L'uomo si piega alla Madre, il mondo si piegherà a Maria, che mostrerà Gesù.
  • Pur possedendo chiese ed immagini della Madonna, nel santuario dell'anima, Maria è talvolta assente. Occorre il vitale spirito mariano, il vero spirito di umiltà, di soprannaturalità, di amore, di fiducia, che forma il cristiano. Occorre la vita interiore che feconda tutta l'attività e l'apostolato del cristiano.
  • Sacerdoti ed anime cristiane, riflettiamo: il mondo non arriva a Cristo perché si addita non ancora abbastanza la via: Maria.
  • Si moltiplicano stampe, discorsi, proposte iniziative, fatiche, spese... Ma Gesù si trova sempre come l'hanno trovato i pastori ed i Magi.
  • Un'opera prospera e fruttifica soltanto se nasce come Gesù: da Maria; se è nutrita da Maria; se è accompagnata da Maria: nelle gioie, nelle prove, nello sviluppo.

[Giacomo Alberione, Maria Regina degli Apostoli, San Paolo, 2008]

Altri progetti[modifica]