Jack Kramer

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jack Kramer

Jack Kramer (1921 – 2009), tennista statunitense.

Citazioni di Jack Kramer[modifica]

  • Alle donne non dovrebbe mai essere permesso di entrare sul campo centrale.[1]
  • [Su John McEnroe] È un figlio di buona donna ma è un genio.[2]
  • [Su Pancho Gonzales] Faceva la metà dei punti con il terrore che incuteva![3]
  • Nel tennis femminile, più giochi noioso e in sicurezza, più chance hai di vincere.[4]
  • Prevedo che il continuo aumento delle garanzie porterà un numero sempre maggiore di tornei fuori del giro. Il mio timore è che ci si trovi con meno tornei riconosciuti e con più esibizioni, nelle quali i grossi calibri guadagneranno la crema del premio, gli agenti controlleranno la televisione e lo spettacolo, mentre il circuito riconosciuto lentamente sparirà.[5]
  • [Nel 1955 riferito al tennis dilettantistico] Quando ero campione degli Stati Uniti come amatore: non ero un amatore! [6]
  • Roger è un giocatore completo, capace di adattare il suo a tutti i tipi di situazioni e di avversario. Tutti guardano servizio e dritto, ma è anche bravissimo nella risposta e nei passanti, colpi difensivi che mettono sotto pressione. Come tutti i campioni, mette paura già con la sua presenza. Speriamo che abbia la dedizione e la voglia di Sampras: il tennis ha bisogno di un campione così.[7]

Citazioni in lingua originale[modifica]

  • [Su Adrian Quist] Aveva un rovescio soffice che si adattava meglio al doppio che non al singolo, ed aveva un classico movimento di diritto, con una progressione naturale. Ed era bravo a rete, nelle volée e di diritto.
He had a dink backhand that was better for doubles than singles, and he had a classical forehand drive with a natural sink. And he was fine at the net, volley and forehand.[8]
  • Bromwich assomigliava al McMillan di oggi poiché, da ragazzo, colpiva da entrambi i lati a due mani, e se, per caso, avesse deciso di abbandonare il diritto bimane, colpiva comunque il rovescio a due mani e poteva rimandare indietro qualsiasi cosa da fondocampo. Aveva colpi molto simili a quelli di Connors.
Bromwich was like McMillan today because as a kid John hit from both sides two-handed, and while he eventually had given up the two-handed forehand, he still hit backhand two-handed and could anything back from the baseline. He had strokes very much like Connors.[8]
  • [Su Frank Sedgman] È il più veloce che abbia mai visto. Poteva attaccare anche sulla seconda di servizio, o poteva venire a rete seguendo il suo soffice slice di rovescio – e, una volta che Sedg veniva a rete, non c'era speranza, poiché era così veloce che era come dover infilare un ago per oltrepassarlo. Difficilmente giocava una seconda volée. Se la racchetta era sulla palla, in volée, era quasi sempre piazzata, profonda e potente.
[...] was the quickest I've ever seen. He could attack off his second serve, or he could come in behind his little slice backhand -- and once Sedg got to the net, forget it, because he was so quick you had to thread a needle to get anything past him. Frank Sedgman hardly ever hit a second volley. If he got his racquet on a volley, it was almost always a placement, deep and hard.[9]
  • [Su Frank Sedgman] Era più veloce di chiunque abbia mai giocato a tennis, ma non riusciva ad esprimersi sempre al massimo.
[...] was as quick as anybody who ever played the game, but he couldn't keep the heat on.[9]
  • Ho pensato che Ellsworth Vines e Don Budge fossero abbastanzi bravi, e che Gonzales e Hoad potessero giocare anch'essi bene, ma non ho mai visto qualcuno giocare a tennis meglio di Federer. Lui serve bene ed ha una grande demi-voleé. Non ha mai visto qualcuno che sapesse fare tante cose in campo quante ne sa fare lui.
I thought Ellsworth Vines and Don Budge were pretty good, and Gonzalez and Hoad could play a bit, too, but I have never seen anyone play the game better than Federer. He serves well and has a great half-volley. I've never known anyone who can do as many things on a court as he can.[10]
  • [Sui grandi campioni della sua epoca come Gonzales, Hoad, Rosewall...] In realtà, tutti mi hanno reso un tennista migliore, sono stato costretto a diventare più di un attaccante e a migliorare le mie voleé perché la concorrenza era tanto feroce. Aver vinto un paio di tour contro quegli uomini è stato il risultato di cui vado più orgoglioso da tennista. Vincere notte dopo notte era una grandissima prova, perché perdere avrebbe significato ritrovarsi senza lavoro.
Actually, they all made me a better player, I had to become more of an attacker and improve my volley because the competition was so fierce. Winning a couple of tours against those guys was the achievement I'm most proud of as a player. Winning night after night was a huge test, because if you lost you were out of a job.[10]
  • Se la Terra stesse giocando in una Coppa Davis a livello cronologicamente universale, giocherei con Budge e Vines in singolo, e Budge e Bromwich in doppio. Questo è quello che penso di John come giocatore di doppio.
If Earth were playing in the all-time Universe Davis Cup, I'd play Budge and Vines in my singles, and Budge and Bromwich in the doubles. That's what I think of Johnny as a doubles player.[8]

The Game: My 40 years in tennis[modifica]

  • [Sul Tour del 1958 tra Hoad e Gonzales] Hanno letteralmente combattuto tra di loro. Ad Adelaide Gonzales ha giocato con le dita sanguinanti, a Sydney con l'avanbraccio dolorante. Nessuno dei due avrebbe smesso. Per una volta nella vita anche a Lew Hoad interessava.
They really fought each other. In Adelaide, Gonzales played with bleeding fingers, in Sydney with an aching forearm muscle. Neither would quit. For once in his life, Lew Hoad cared. (p. 233)
  • Nei suoi giorni migliori, Vines ha giocato il miglior tennis di sempre. Maledizione, quando Elly era in forma, potevi considerarti fortunato a toccare la pallina con la racchetta sul suo servizio.
On his best days, Vines played the best tennis ever. Hell, when Elly was on, you'd be lucky to get your racket on the ball once you served it.(p. 44)

Citazioni su Jack Kramer[modifica]

  • A Kramer semplicemente non piace il tennis femminile. (Billie Jean King)
  • Nessuno ha dominato il tennis come Kramer che, nel 1947, prima di passare al professionismo, ha vinto Wimbledon perdendo in 7 partite la miseria di 37 games (questa volta Sampras ne ha perduti 88). (Rino Tommasi)
  • La giornata non si può chiudere senza ricordare Jack Kramer, il campione che ha dominato il tennis nell'immediato dopoguerra come nessuno ha fatto prima e dopo di lui e che si è spento ad 88 anni. Nato a Las Vegas il 1° agosto 1921, Kramer è stato penalizzato in termini di risultati dalla guerra che gli ha sottratto i sei anni migliori della sua carriera. (Rino Tommasi)

Note[modifica]

  1. Citato in Piero Pardini, Citazioni a bordo campo, Ubitennis.com, agosto 2008.
  2. Citato in Rino Tommasi, Maledette classifiche. Tra boxe e tennis, vita e imprese di 100 campioni, Lìmina, Milano, 2012, p. 102, ISBN 88-6041-134-1.
  3. Citato in Enos Mantoani, In odor di GOAT: Pancho Gonzales, Ubitennis.com, 15 settembre 2011.
  4. Citato in Riccardo Nuziale, Hana Mandlikova, storia della John McEnroe al femminile, Ubitennis.com, 19 febbraio 2014.
  5. Citato in Jack Kramer, il professionista, Il Tennis Italiano, 24 ottobre 2009.
  6. Citato in Enos Mantoani, L'Era "Closed": i "pro" ante-1968 (1), Ubitennis.com, 9 gennaio 2012.
  7. Citato in Vincenzo Martucci, «Un talento insuperabile», Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2004.
  8. a b c Citato in Daniele Camoni, Quist-Bromwich: inizia la storia, Ubitennis.com, 20 ottobre 2011
  9. a b Citato in Daniele Camoni, Sedgman-McGregor: una stagione indimenticabile, Ubitennis.com, 10 novembre 2011
  10. a b (EN) Citato in Richard Evans, Jack the lad, The Guardian, 24 giugno 2007

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]