Matilda 6 mitica

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Matilda 6 mitica

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Matilda
Paese Stati Uniti
Anno 1996
Genere commedia fantastico
Regia Danny DeVito
Soggetto Roald Dahl
Sceneggiatura Nicholas Kazan, Robin Swicord
Produttore Stacey Sher, Roald Dahl
Interpreti e personaggi

Matilda 6 mitica, film del 1996, regia di Danny DeVito.

Frasi[modifica]

  • Chi non picchia suo figlio, non ama il bastone. Questo è il mio motto. (Agatha)
  • Bruce Pappolardo. (Agatha, chiamando il bambino omonimo)
  • La mia concezione di una scuola perfetta è quella dove non ci siano bambini. Neanche l'ombra. (Agatha)
  • In quest'aula, in questa scuola, io sono il vostro Dio. (Agatha)
  • Entra dentro, fetido sacco nauseabondo di pus. (Agatha)
  • Alzati in piedi tu, fetente sacco di sterco di capra. (Agatha, rivolgendosi a Matilda)
  • Chiudete quelle fogne, voi! (Agatha, per far tacere i bambini)
  • Tutti nasciamo, ma non tutti nasciamo uguali. Crescendo alcuni diventano macellai, fornai o fabbri ferrai, altri diventano bravi solo a fare uova in gelatina. Resta comunque il fatto che ogni essere umano è unico nel suo genere, nel bene e nel male. (Narratore, all'inizio)
  • All'età di 2 anni Matilda aveva imparato quello che in genere si impara solo dopo i 30 anni: badare a se stessa. (Narratore)
  • A che ti serve leggere quando c'è la televisione piazzata lì davanti a te? Quello che può insegnarti un libro puoi impararlo meglio e più in fretta dalla televisione. (Harry Wormwood)
  • Vi troverete in un brutto guaio voi due fra non molto! (Matilda)
  • E così la giovane mente di Matilda continuava a fiorire, nutrita dalle voci di quegli scrittori che avevano mandato in giro i loro libri per il mondo, come navi attraverso il mare. Da questi libri veniva a Matilda un messaggio di speranza e di conforto: tu non sei sola. (Narratore)
  • Quanto desiderava a volte avere una persona amica, una persona buona e coraggiosa come gli eroi dei suoi libri. Sospettava però, che come i draghi parlanti e le principesse dai capelli tanto lunghi da potercisi arrampicare, queste persone esistessero solo nei libri di favole. Ma presto avrebbe scoperto che poteva essere amica di se stessa, che possedeva una forza di cui non era consapevole. (Narratore)
  • Senza volere, Harry Wormwood aveva dato a sua figlia il primo insegnamento pratico utile per lei. Lui voleva dire "quando una bambina è cattiva", invece aveva detto "quando una persona è cattiva", facendo così sorgere in lei l'idea rivoluzionaria che i bambini potevano punire i loro genitori, se questi l'avessero meritato, naturalmente. (Narratore)
  • Il mondo è pieno di polli, sta solo a noi spennarli. (Harry Wormwood)
  • I bambini sono tutti una disgrazia: brutti sporchi e cattivi! Io per fortuna sono nata grande! (Agatha)

Altri progetti[modifica]